GIANLUCA GRIGNANI – SOGNI INFRANTI

gianluca_grignani

BIOGRAFIA

Scoperto da Massimo Luca debutta nel 1994 con il brano La Mia storia tra le dita che ottiene un ottimo successo radiofonico. Fin da subito fa impazzire le ragazze di tutta Italia con il suo aspetto da bel tenebroso e, con questo brano, partecipa alle selezioni per i giovani del Festival dove nel 1995 concorre con Destinazione paradiso piazzandosi sesto in classifica. Il mese successivo l’omonimo album viene incoronato come album più venduto del Festival di Sanremo e, Con quasi due milioni di copie vendute in tutto il mondo, rimane a tutt’oggi il disco più venduto di Grignani, oltre ad uno dei migliori debutti discografici italiani di sempre in termini di vendite e qualità.

L’anno successivo Gianluca sconvolge tutti pubblicando un album di rock psichedelico (considerato dalla rivista Rolling stone Italia il miglior disco rock italiano), La Fabbrica di plastica. La critica lo osanna ma il pubblico sembra non capirlo e le vendite crollano. Il successivo Campi di pop corn è un passo di qualità nel riavvicinarsi al suo pubblico. Nel 1999 torna a Sanremo con il brano Il Giorno perfetto e in concomitanza con la manifestazione esce l’omonimo album. Un best of fatto di rarità, versioni alternative e versioni acustiche dei suoi successi. Nel 2000 ritrova il favore del pubblico con il disco dal sapore cantautorale Sdraiato su una nuvola che, anticipato dal singolo Speciale, vende oltre 150.000 copie. Nel 2002 partecipa nuovamente a Sanremo con il brano Lacrime dalla luna e per la prima volta debutta al primo posto della classifica Fimi con l’album Uguali e diversi che, trainato dal tormentone estivo, L’Aiuola, venderà oltre 200.000 copie. Per un nuovo album bisogna aspettare 3 anni.

Nel 2005 torna dopo aver pubblicato un nuovo best of (Succo di vita) con Il Re del niente album per cui si aggiudica il Premio Lunezia per il valore letterario dei testi del disco. Pochi mesi dopo decide di calcare per la quarta volta il palco del Festival di Sanremo presentando il brano Liberi di sognare, che verrà inserito nel repackaging del suo ultimo album. Il Festival non fa troppo bene al disco però, in quanto il rocker viene eliminato nella seconda serata della manifestazione. Il 2008 lo vede dare alla luce il suo nono disco, Cammina nel sole e proprio con la canzone omonima torna nuovamente al Festival ottenendo un buon riscontro in classifica e centrando una delle sue migliori partecipazioni al Festival.

Dal 2010 al 2014 pubblica altri tre album: Romantico Rock show, Natura umana e il recente A volte esagero. Quest’ultimo, uscito nel 2014, non ottiene i risultati sperati e si rivela un un flop di vendite. Grignani decide quindi di tornare dopo 7 anni anni nuovamente a Sanremo dove presenterà il brano Sogni infranti.

PARTECIPAZIONI E PIAZZAMENTI AL FESTIVAL DI SANREMO

1995 Destinazione Paradiso – 6° (Sezione Nuove Proposte)
1999 Il giorno perfetto – 13°
2002 Lacrime dalla luna – 12°
2006 Liberi di sognare – 5° su 6 (Categoria Uomini)
2008 Cammina nel sole – 8°
2015 Sogni infranti


DISCOGRAFIA

1995 – Destinazione paradiso
1996 – La Fabbrica di plastica
1998 – Campi di pop corn
1999 – Il Giorno perfetto
2000 – Sdraiato su una nuvola
2002 – Uguali e diversi
2003 – Succo di vita
2005 – Il Re del niente
2008 – Cammina nel sole
2010 – Romantico Rock Show
2011 – Natura umana
2014 – A volte esagero


COPERTINA ALBUM

avolteesagero

DESCRIZIONE ALBUM

A volte Esagero – New Edition 2015, in uscita il 12 febbraio, è la ristampa dell’ultimo del cantautore milanese. Oltre al brano di Sanremo vi saranno contenute l’inedita Preghiera moderna, una nuova versione del brano Fuori dai guai cantata in duetto con il rapper Emis Killa e la cover di Vedrai vedrai di Luigi Tenco.

TRACKLIST

Prossimamente


TESTO “Sogni infranti”
(G.Grignani)

L’amore è un fiore che nasce
non conosce inverno ed io ci credo
ma credo anche a questo caos
che diventa inferno perché lo vedo
ormai è un po’ che guardo
con freddezza e con distanza
l’informazione e lo show
che fan la stessa danza
e quando è sera non ci riesco
ma vorrei uscire da questo quadro
e aspetto il giorno
che sciolga i pensieri e la musica
che è sempre un po’ più leggera
e ad un passo da me… lei è

ma io se solo io fossi Dio
avrei un sentimento anche io come gli altri
uomini o santi ingannati dai tanti
sogni infranti

sapessi per le strade quello che ho sentito dire
ma non me ne vado
perché un azzurro fiume scende da quelle colline
e non è un caso
che dentro questa noia la città è assorta
lo stato come piombo si sopporta
i ragni fanno nidi sulle tue rovine
come su un ramo
fortuna che c’è lei che mi dona bellezza
dagli occhi suoi
non voglio mai più sentirla lontana

ma io se solo io fossi Dio
avrei un sentimento anche io come gli altri
uomini o santi ingannati dai tanti
sogni infranti

sto qui anche se non mi senti
sto qui sai
sto qui in mezzo a quella gente
che non molla mai sto qui, sto qui, sto qui… sai

ma io se solo io fossi Dio
avrei un sentimento anche io come gli altri
uomini o santi ingannati dai tanti
sogni infranti

sì se io solo io fossi dio tornerei
indietro nel tempo a cancellare le rughe
dai suoi occhi stanchi e a ricucire per tanti
questi anni questi inganni
questi nostri sogni infranti


CLICCA PER GUARDARE IL VIDEO UFFICIALE DI
“SOGNI INFRANTI”


VIDEO SANREMO 2015


PLAYLIST DEI SUCCESSI DI GIANLUCA GRIGNANI E L’ALBUM CULT

  
segui su: