“S.A.L.M.O. DOCUMENTARY” SALMO – Recensione

Salmo documentary copertina

Salmo in pochi anni è riuscito a ritagliarsi un posto di tutto rispetto nel panorama hip-hop nazionale dando alle stampe tre album in studio ottimi e un paio di collaborazioni coraggiose ed interessanti: The island chainsaw massacre nel 2011, Death USB nel 2012 e l’acclamato Midnite, che nel 2013 ha debuttato alla posizione numero uno della classifica degli album più venduti in Italia.

Per questo nuovo lavoro ci aspettavamo un’ulteriore conferma del talento del rapper sardo che invece ripiega banalmente su un album live contenente (solo) tredici tracce registrate tra diversi concerti tenuti tra Roma, Milano e Firenze e un inedito intitolato Mussoleeni (che con Benito non c’entra niente): “Voglio solo sparire come Houdini, voglio solo sparire come Houdini, attiro l’attenzione e chiamo una canzone Mussoleeni “.

S.A.L.M.O. DOCUMENTARY è sostanzialmente un disco superfluo forse anche per i fans e che arriva un po’ troppo presto vista l’esigua produzione registrata ad oggi e che difficilmente raggiungerà nuovi ascoltatori.

Nella tracklist trovano naturalmente posto i brani più famosi tra cui Russell Crowe, Redneck, Stupido gioco del rap e Disobey, queste ultime due estrapolate dal doppio mixtape della Machete Crew a cui Salmo appartiene, che regalano qualche punto in più ad un disco che fatica a conquistare e a lasciarsi ascoltare fino in fondo.

Il problema principale è il “rumore” che impedisce di capirci qualcosa a chi per esempio non ha mai ascoltato un brano di Salmo prima, e fatica ad addentrarsi nei contenuti per colpa di arrangiamenti e volumi pensati per una dimensione live di un concerto hip-hop, che è molto diverso da un qualsiasi altro concerto, fatto di energie e scambio che difficilmente un disco, seppur live, può riprodurre in maniera altrettanto forte e convincente.

A consolidare la fragile attrattiva di questo progetto vi è, in allegato, un DVD (per fortuna) che raccoglie il best of delle varie esibizioni dal tour e che rappresenta la parte più interessante del tutto, presentando almeno qualche momento semi inedito da scoprire.

Una album di transizione dunque S.A.L.M.O Documentary, che arriva non a caso insieme alla chiusura del rapporto commerciale che lega Salmo a Tanta Roba, etichetta fondata da Gue Pequeno che ha pubblicato tutti i suoi precedenti lavori, e prepara la strada ad un nuovo imminente percorso targato Machete Empire. Rimandato per ora, ma siamo certi che saprà certamente rifarsi.

MIGLIOR CANZONE : Russell Crowe
VOTO: 5/10

Sostieni la Musica Italiana e AllMusicItalia acquistando la copia originale dell’ultimo album di S.A.L.M.O. in formato digitale su iTunes o la copia fisica su Amazon.

  Sono nato a Roma nel 1987, ed è qui che ho deciso di tornare dopo qualche anno di vagabondaggio per studio e lavoro. La musica è la mia passione vera; da sempre ho avuto l’esigenza di ascoltare, scoprire ed esplorare generi ed artisti diversi. La mia vena critica e quella polemica mi hanno portato su All Music Italia dove recensisco i dischi italiani in uscita più interessanti.
segui su: