“ATTRAVERSO” ROMINA FALCONI – Recensione

romina falconi

Se con “Certi sogni si fanno” (il primo ep della trilogia “Certi sogni si fanno Attraverso Un filo d’odio“) Romina Falconi intendeva presentarsi al pubblico con un progetto originale, interessante e diverso dal solito; “Attraverso” è la conferma che non ci eravamo sbagliati e che la bella “bionda tinta” come specifica rispondendo ad un improbabile Ulisse in “Circe” (uno dei brani dell’album) le cose le fa sul serio, e non ha nessuna intenzione di omologarsi alla massa, portando avanti un percorso musicale personale e contemporaneo, supportato da una distribuzione diversa dai canoni tradizionali che si concentra perlopiù sulla rete, dove sta ottendendo, peraltro, notevoli e meritati riscontri.


Come nel precedente lavoro sono cinque le tracce di questo ep che prosegue e porta ad un gradino superiore il discorso “elettropop all’italiana” di Romina, fatto di suoni elettronici dal gusto discohouse sullo sfondo a testi forti, ironici e sinceri. A suggellare questa alchimia la voce, duttile e sensuale della cantautrice, sempre alla ricerca di nuove dinamiche vocali.
La scelta dei brani è variegata e funzionale: “Eyeliner” , cantata insieme ad Immanuel Casto che torna a collaborare con Romina, è una dichiarazione d’intenti, un piccolo pezzo di storia della sua vita e del rapporto d’amicizia con una trans, con echi new wave ed eighties e frasi crude che arrivano al punto “.. mi puoi distruggere, ma resta l’eyeliner..l’eyeliner, mi puoi offendere resta su l’eyeliner“.
Viva lei” rappresenta il momento più “melodico” e dalla struttura pop del disco e lascia spazio all’esplosione dance di una già citata “Circe“, sfrontata e cazzuta “… ho il corpo da svampita e il cuore da vedova nera..“, “.. tutti abbiamo le maschere e la mia già la vedi te..“. A chiudere la divertente vicenda di chi può sentirsi attratto da un amico e lasciarsi andare “.. scoprimi, sul serio scoprimi.. che importa se perdo un amico?..” e la titletrack, forse il momento migliore tra tutti, ricco di suggestioni vocali e musicali insieme, e il testo più intenso dell’album “.. e poi tu che non sai mentire, tu che vuoi mentire a te, che ti senti mio se ti ho attraversato, non lo scelgo io, se scegliessi io, ti risceglierei, per non abbandonarti mai..“.

L’immediatezza dei contenuti e della scelta musicale è sicuramente la carta vincente di queste canzoni che si fanno ascoltare, comprendere e per chi vuole pure ballare. Romina è promossa anche stavolta in attesa a questo punto del capitolo conclusivo della saga che, ne siamo certi, non tarderà ad arrivare.

MIGLIOR CANZONE: ATTRAVERSO
VOTO: 8

 

Sostieni la Musica Italiana e AllMusicItalia acquistando la copia originale dell’ultimo album di Romina Falconi in formato digitale su Itunes
o su Amazon.

  Sono nato a Roma nel 1987, ed è qui che ho deciso di tornare dopo qualche anno di vagabondaggio per studio e lavoro. La musica è la mia passione vera; da sempre ho avuto l’esigenza di ascoltare, scoprire ed esplorare generi ed artisti diversi. La mia vena critica e quella polemica mi hanno portato su All Music Italia dove recensisco i dischi italiani in uscita più interessanti.
segui su: