YLENIA LUCISANO riparte dalla sua Calabria per il “Piccolo Universo Tour”

ylenia_lucisano_piccolo_universo_tour

Da giovedì prossimo, 26 febbraio, la giovane Ylenia Lucisano sarà in tournée col suo Piccolo Universo Tour: dopo essersi esibita al Kaulonia Tarantella Festival 2014, la Lucisano tornerà quindi nella sua terra d’origine, la Calabria, per una mini serie di concerti nella regione, toccando quattro diverse località.

Queste le date, dal comunicato stampa ufficiale.

Giovedì 26 febbraio – CATANZARO – K di Cuori
Venerdì 27 febbraio – AMANTEA (Cosenza) – La Pecora Nera
Sabato 28 febbraio – MARINA DI GIOIOSA IONICA (Reggio Calabria) – La Pecora Nera
Domenica 1° marzo – CINQUEFRONDI (Reggio Calabria) – Il Frantoio delle Idee

E saranno quattro live molto ricchi: l’artista, oltre a presentare i brani estratti dal suo fortunato disco d’esordio Piccolo Universo (Bollettino Edizioni Musicali / Artist First), proporrà al suo pubblico la propria personale reinterpretazione di grandi classici, presi dal repertorio dei più importanti cantautori italiani (da Francesco De Gregori a Paolo Conte) e ancora brani di alcuni celebri esponenti del panorama folk calabrese come Peppe Voltarelli e Mimmo Cavallaro.

Ylenia Lucisano_Riscoprirmi_foto4

Ma per fare questo Ylenia Lucisano non sarà sola sul palco: ad accompagnarla in tournée ci saranno anche i musicisti Richard Arduini (alle percussioni) ed Enrico Porazzi (alla chitarra).  

Protagonista indiscusso delle quattro serate sarà lui, Piccolo Universo, già insignito del Premio Lunezia 2014 (nella categoria “Nuove Stelle”) e rilanciato nel mercato italiano attraverso l’ennesimo singolo Riscoprirmi, che arriva dopo i precedenti Movt MovtPiccolo Universo (title-track) e Jett ‘U Sal. (Leggi QUI la nostra lunga intervista con Ylenia per la rubrica New Generation!)

Riscoprirmi, regalato a Ylenia Lucisano dal talentuoso Daniele Ronda, è un pezzo che riesce a “mettere in versi delicatissimi quello che è ancora un grande tabù per le donne: l’autoerotismo. Riscoprirmi tratta un tema di cui nessuno parla ma che rappresenta la riscoperta di se stessi spiega la cantante – una medicina contro le delusioni che a volte ci danno gli altri. Mi sento fortunata a interpretare quello che io ritengo un atto di libertà e d’amore, che aiuta non solo ad ascoltare il proprio corpo, ma soprattutto il cuore e la mente“. Non l’avete ancora ascoltato? Fatelo ora attraverso la clip ufficiale!

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: