THE VOICE OF ITALY 2018: torna dal 22 marzo il talent show Rai totalmente rinnovato. Ecco il regolamento e tutti i cambiamenti

The Voice of Italy 2018

Un nuovo conduttore, tre nuovi coach ed uno di ritorno, un regolamento totalmente rinnovato da una squadra di autori tutta nuova… dal 22 marzo torna nella prima serata di Rai 2 The Voice of Italy.

Saranno otto le puntate di questa quinta edizione del talent show Rai che, dopo tre anni sotto la guida di Federico Russo, passa nella mani di Costantino della Gherardesca.

I tre nuovi coach sono stati annunciati nelle scorse settimane, ovvero il re della classica melodia italiana, Al Bano, Cristina Scabbia, voce di una delle band massime esponenti del metal-rock italiano che riscuote consensi d’oltreoceano, i Lacuna Coil, e Francesco Renga. Infine quarto coach sarà il veterano J-Ax.

LO SVOLGIMENTO DELLE 8 PUNTATE

Per cercare di conquistare il pubblico italiano questa nuova edizione di The Voice of Italy è stata snellita. Ben quattro delle otto puntate infatti saranno dedicate al momento di maggior appeal dello show, le blind auditions, ovvero le audizioni con i coach girati di spalle che dovranno contendersi i talenti in gara senza poterli vedere.

Saranno 100 gli aspiranti concorrenti della prima fase che si esibiranno rigorosamente live accompagnati da un’orchestra. 48 di loro, 12 per ogni coach/team, arriveranno alla successiva fase dei Knock out dove, per due puntata si sfideranno tra loro con un cavallo di battaglia.

Da questa fase rimarranno in 16, quattro per team, e sarà per loro la volta di affrontare le Battle, ultima fase eliminatoria che avrà luogo in una sola puntata.
In quel momento ogni coach sceglierà un solo rappresentante per il proprio team che si confronterà con gli altri nella finalissima in cui sarà il pubblico da casa a decidere il vincitore della quinta edizione di The Voice of Italy.

LE NOVITA´DEL REGOLAMENTO

Ognuna di queste tre fasi vede l’introduzione nel meccanismo di una grande novità per l’edizione italiana: durante le Blind Auditions, per la prima volta in Europa, viene introdotto il Blocca coach, ossia la possibilità per ciascun coach di escludere un suo collega nella scelta di un talento (possibilità esercitabile una sola volta in tutte le Blind).

Leggi anche:  Luca Carboni: #lagioiadiscrivereunnuovoalbum – svelata la cover del singolo "Una Grande festa"

Nei Knock Out arriva invece un nuovo Steal con l’introduzione della cosiddetta “poltrona del ripescando”: ogni coach che ha scelto di salvare un talento eliminato da un altro team potrà rivedere la propria scelta, a favore di un talento più valido da aggiungere alla propria squadra.

Nella Battle viene introdotto il Sing Off, uno spareggio all’interno di ogni team sul brano che i talenti hanno presentato alle Blind Audition.

I 4 vincitori dei Sing Off si sfideranno poi nella finale in diretta, in onda giovedì 10 maggio 2018, un evento unico, con diversi ospiti musicali e in cui sarà presente un corpo di ballo e un’orchestra di 13 elementi.

Il vincitore, come negli scorsi anni, si aggiudicherà un contratto con Universal Music Italia.
L’hashtag ufficiale del programma sarà #TVOI.

LA PRODUZIONE

La nuova edizione di The Voice of Italy è prodotta in Italia da Talpa Italia, scritta da Cristiano Rinaldi, Riccardo Sfondrini, Sabrina Mancini, Sergio Carfora, Alessandro D’Ottavi, Candido Francica, Gaetano Cappa, Sonia Soldera, Antonio Losito, Simone di Rosa, Ilaria Perazzo, Benedetto Calì. La direzione artistica è affidata a Cristiano D’Alisera, mentre quella musicale è di Valeriano Chiaravalle. La Scenografia è di Luca Sala, i costumi di Elena Mola e la fotografia di Carlo Stagnoli. Regia di Piergiorgio Camilli.

Qui di seguito il trailer della nuova edizione del programma in attesa delle video interviste ai coach in arrivo domani sul nostro sito.

 

 

  
segui su: