SUOR CRISTINA: “Singolo flop? Non mi importa, sono una suora”

The voice of Italy

Oggi, 29 luglio, prenderà i voti di castità, povertà e obbedienza, mentre il prossimo anno pronuncerà i voti perpetui, per così dire i “definitivi”.

Suor Cristina Scuccia sembra essersi lasciata alle spalle la recente vittoria di The Voice of Italy, del nuovo album ancora non è stato deciso nulla.

Certo, il singolo Lungo la riva non ha brillato in classifica ed è stato inesorabilmente accantonato, ma come ha detto la stessa Suor Cristina a Di Più: “Sono tranquilla. Non sono andata là per fare carriera. Assolutamente no. L’obiettivo era altro, quindi se il brano non è andato bene non mi importa “.

E ha aggiunto: “Sono tornata alla mia vita di sempre e per il momento mi riposo. Sono stati sei mesi tosti, ora mi impegno a stare bene interiormente per poi continuare a donare tanto agli altri. È sempre stato tutto molto chiaro, sono andata là per mandare un messaggio cristiano “.

Quali saranno le sorti del disco con Universal? Che ne è delle sirene estere che la vorrebbero in tournée oltre i confini italiani ed europei? “Per il momento è tutto nelle mani della Provvidenza. Stiamo valutando tante cose perché è una scelta importante“, chiosa la sorella.

E a noi non resta che attendere le future decisioni, facendo un’ultima considerazione: senz’altro da queste parole, saranno rimasti spiazzati quanti vedevano nella suora e nella sua partecipazione al talent show, una malcelata slealtà o ipocrisia di fondo, date le premesse e quella sua tunica che da subito ha diviso l’opinione pubblica.

L’ultimo The Voice italiano è finito da un pezzo, ma la Scuccia non pare proprio essere lusingata da possibili sogni di gloria nel mondo della musica o dello spettacolo e probabilmente dovremmo iniziare tutti (anche i detrattori) a dare fiducia e credito alle intenzioni delle sue dichiarazioni.

Sostieni la Musica Italiana e AllMusicItalia scarica da Amazon il singolo di SUOR CRISTINA lanciato a THE VOICE o da iTunes il suo brano INEDITO inciso prima di entra nel programma

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: