Sei anni fa ci lasciava VALENTINA GIOVAGNINI: il ricordo di ALL MUSIC ITALIA per non dimenticare

valentina_giovagnini

Esattamente sei anni fa, il 2 gennaio del 2009, ci lasciava in un tragico incidente Valentina Giovagnini, una delle più talentuose voci della nuova musica italiana.
La maggior parte del pubblico la ricorderà per la sua partecipazione a Sanremo nella sezione giovani dove conquista la critica con la sua Il Passo silenzioso della neve classificandosi direttamente al secondo posto alle spalle di una giovanissima Anna Tatangelo con soli 21 voti di distacco.

All Music italia vuole rendere omaggio a Valentina in questo giorno pubblicando la sua storia musicale e i suoi videoclip per permettere a chi la conosceva di non dimenticare e, allo stesso tempo, permettere a chi non l’ha conosciuta perché troppo giovane di riscoprire il suo talento.
Perché il nostro è un paese che dimentica sempre purtroppo.

Valentina incontra nel 1997 il suo futuro produttore Davide Pinelli con il quale inizierà a lavorare nel 2001 insieme all’autore Vincenzo Incenzo.
Proprio nel 2001 incide il suo primo singolo, Dovevo dire di no, brano che non riscuote il successo sperato ma che le da la possibilità di accedere e di superare le selezioni per Sanremo Giovani 2002.

Così nel 2002 calca il palco del Festival della Canzone Italiana e vince il Premio per il miglior arrangiamento. La sua canzone, Il Passo silenzioso della neve arriva fino alla quattordicesima posizione nella classifica vendite dei singoli.

IL PASSO SILENZIOSO DELLA NEVE – OFFICIAL VIDEOCLIP

Il 15 marzo del 2002 viene pubblicato il suo album Creatura nuda che contiene canzoni composte da Davide Pinelli e Vincenzo Incenzo, coadiuvati in un paio di casi dalla stessa Valentina. L’album raggiunge il ventottesimo posto nella classifica degli gli album più venduti, e così ad un mese di distanza nel concorso di Sanremo Top, programma ideato da Pippo Baudo che faceva il punto sulle vendite sanremesi ad un mese del Festival, viene premiata per essere l’artista della categoria giovani ad aver venduto più dischi.
Quell’estate Valentina partecipa al Festivalbar con il brano Senza origine. Il successo di Valentina continua attraverso la nomination al Premio Titano – Festival di San marino come miglior artista femminile dell’anno.

SENZA ORIGINE – OFFICIAL VIDEOCLIP

A fine 2002 Valentina rientra in studio per iniziare a lavorare al suo secondo album e pubblica nel frattempo un nuovo singolo, Non piango più, in cui unisce archi, sonorità elettroniche e ritmiche provenienti dagli anni 80. Con questo brano partecipa al Girofestival (per la seconda volta). Il singolo rimane per un caso isolato in quanto la situazione sempre più difficile del mercato discografico blocca molti degli investimenti su artisti giovani.

NON PIANGO PIÙ

Nel corso degli anni successivi Valentina cerca di approdare nuovamente al Festival di Sanremo senza però riuscirci.
Nel 2003 con il brano L’Amore non ha fine

L’AMORE NON HA FINE – OFFICIAL VIDEOCLIP

Nel 2004 con L’Attesa infinita

L’ATTESA INFINITA – OFFICIAL VIDEOCLIP

Nel 2005 con il brano Inimmaginabile (voci di corridoio dicono che Bonolis ne fu piacevolmente colpito ma alla fine Valentina non rientrò nel cast della kermesse) e infine nel 2008 con Sonnambula

SONNAMBULA – OFFICIAL VIDEOCLIP

Nonostante tutti questi no, alcuni davvero inspiegabili, Valentina continua ad esibirsi live realizzando ben 8 tour dal 2002 al 2008. Ci Lascia il 2 gennaio del 2009 per un tragico incidente: viene ricoverata al policlinico Le Scotte di Siena in gravissime condizioni a causa di un incidente stradale avvenuto alle 15.30 tra Pozzo della Chiana e Foiano della Chiana, presso la frazione di Santa Luce: la ragazza era al volante della sua Nissan Micra quando è uscita di strada a causa della neve e del ghiaccio sulla strada ribaltandosi contro un albero e finendo la sua corsa in mezzo ad un campo. Sul posto intervengono i sanitari del 118 ed il medico che, considerato il gravissimo trauma cranico riportato dalla giovane, ne dispone il trasferimento all’ospedale Le Scotte di Siena tramite l’eliambulanza Pegaso.
Valentina muore nella tarda serata nonostante un disperato intervento chirurgico

Nel 2009, subito dopo la sua terribile scomparsa, è nata in sua memoria un’associazione Onlus, Valentina Giovagnini Onlus.
L’associazione, gestita dalla famiglia di Valentina, ha come obiettivo quello di onorare e mantenere sempre vivo il ricordo della cantante attraverso progetti in ambito sociale e di opere di beneficenza.

Il 15 maggio del 2009 esce postumo il suo secondo album intitolato L’Amore non ha fine distribuito da Edel. Il disco contiene 12 canzoni registrate tra il 2003 e il 2008 più due ghost tracks. Due brani di Valentina, Il passo silenzioso della neve e Voglio quello che sento, verranno inseriti dal regista Gianfrancesco Lazotti nel suo film del 2010 Dalla vita in poi.

Il 6 aprile 2014 Vincenzo Incenzo pubblica Valentina Giovagnini- Tra vita e sogno, libro che racconta la storia di Valentina contenente anche degli inediti e poesie scritte dalla Giovagnini. Il libro è acquistabile qui.

Questa è, riassunta brevemente, la storia di una delle voci più belle della musica italiana strappataci troppo presto. Questo è il nostro piccolo tributo a lei per non smettere mai di ricordarla.
Vi invitiamo ad ascoltare e perdervi nella musica di Valentina, non ve ne pentirete.

 

Se vuoi scoprire più a fondo l’arte di VALENTINA GIOVAGNINI puoi acquistare la sua musica qui sotto

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su:

  • Santino78

    il mio commento è sparito, senza motivo, e dubito sia in un’invisibile coda di moderazione.
    peccato.

    • Cristian Scarpone (Officina del talento)

      Ciao Santino,
      tutti i commenti vengono moderati, prima di essere inseriti sul sito. Semplicemente il tuo primo commento non era stato ancora approvato!

  • Santino78

    Precisi ordini dall’alto hanno condannato all’isolamento e di fatto a morte una splendida ragazza talentuosa e poetica, diversa rispetto al piattume generale del panorama musicale italiano, quasi un’estranea col suo delicato eppure intenso e appassionato amore per la natura, le sonorità e il mondo celtico, le trame medievaleggianti fuse con un pop-rock melodicamente ispirato e struggente, romantico e lirico, raffinato anche quando la patina è commerciale.
    Valentina sapeva comporre, e ha sicuramente collaborato in tutte le sue canzoni ai testi e alle musiche.
    Come Rino Gaetano, Valentina è stata uccisa dall’organizzazione massonica ‘Rosa Rossa’.
    Le mie preferite : Il Passo Silenzioso della Neve, Non Piango Più, Senza Origine, Sonnambula(che presagisce una svolta matura e ancor più personale), Voglio quello che sento, L’Amore non ha Fine, Madrigale, Il trono dei Pazzi, La mia Natura, le sue versioni di Allelujah e Over The Rainbow…ma comunque non esistono brani deboli nei suoi due album.
    Era unica, un’Artista autentica, ma la massa + ordini dall’alto hanno gridato (e continuano a gridare) ‘Barabba’. Emblematica in tal senso la sconfitta nel testa a testa con l’ochetta pausiniana e d’alessiana Tatangelo.
    Non la conoscevo personalmente, purtroppo, ma so di certo che era una giovane bellissima donna molto onesta e buona, simpatica e ironica, intelligente e luminosa, generosa, pura.
    Troppa la sua Bellezza per rimanere a lungo in questo mondo.
    Santino Sardo da Trieste