Sanremo Giovani 2018 – tutto sugli artisti in gara: Federica Abbate (testo e audio)

Federica Abbate

In attesa che arrivi la settimana dal 17 al 21 dicembre, quando ufficialmente avrà inizio Sanremo Giovani 2018 con tre appuntamenti nel pre serale (dal 17 al 19) e due prime serate su Rai 1, continuiamo il nostro viaggio alla scoperta dei 24 artisti in gara e delle loro canzoni (qui la lista). Tocca ad un nome considerato tra i più talentuosi del cantautorato italiano, Federica Abbate.

FEDERICA ABBATE

Federica, milanese classe 1991, non ha di certo bisogno di presentazioni. La sua carriera è partita come autrice grazie a canzoni scritte praticamente per tutti gli artisti e i generi musicali italiani, da Marracash a Fiorella Mannoia, da Deborah Iurato a Emis Killa, da Eros Ramazzotti a Baby K. Diverse le hit messe a segno da questo punto di vista (una su tutte, il tormentone Roma- Bangkok).

Nell’ultimo anno Federica Abbate ha iniziato a far sentire anche la sua voce grazie a diversi singoli pubblicati tra cui Fiori sui balconi (che l’ha consacrata artista emergenti più suonata dalle radio per oltre due mesi) fino a Pensare troppo mi fa male in duetto con Marracash, brano che le ha permesso di trionfare nel circuito giovani del Wind Summer Festival 2018. Tutti i brani di Federica sono stati raccolti nell’EP In foto vengo male, progetto pubblicato da Carosello Records.

LA CANZONE: Finalmente

Ora l’artista approda sul grande palco di Sanremo Giovani 2018 con Finalmente, una dichiarazione d’indipendenza in musica da tutte quelle persone che non ci vogliono bene e ci vogliono cambiare. Il brano è già in vendita in tutti i digital stores ed è stato prodotto da Takagi & Ketra.

Per Federica questa canzone rappresenta un momento di presa di coscienza e di affermazione della propria esistenza e identità al di là di tutti i giudizi e gli ostacoli.
“Finalmente l’ho capito, quante scuse stupide… ci hanno sempre detto che il coraggio ci mancava e invece… !

TESTO – FINALMENTE

(Federica Abbate – Cheope – Davide Petrella
Edizioni: Universal Publishing)

Se penso a quanto ridevamo
ho la tua voce nella testa
a farci foto sul divano
imbucati a quella festa
non eravamo di nessuno
non andavamo in nessun posto
come valigie abbandonate
sopra i nastri all’aeroporto

Finalmente l’ho capito
non si può nascondere
come il sole dietro ad un dito
quante scuse stupide
ci hanno sempre detto che il coraggio ci mancava
e invece

A chi non ci vuole bene
a chi non ci vuole insieme
sa soltanto giudicare
a chi ci vuole sempre cambiare
a chi non ci ha mai capito
ma alla fine ci è servito
non puoi darla vinta sempre
e l’ho capito anch’io finalmente

Ricordi quando tutto il giorno
scivolava in un secondo
anche quando il resto intorno
ci sembrava averlo contro
ti avrei lanciato il mondo girata di schiena
mangiato quel gelato anche se mi cadeva
quando rifare tutto non era un problema

Finalmente l’ho capito
non si può nascondere
come il sole dietro ad un dito
quante scuse stupide
ci hanno sempre detto che il coraggio ci mancava
e invece

A chi non ci vuole bene
a chi non ci vuole insieme
sa soltanto giudicare
a chi ci vuole sempre cambiare
a chi non ci ha mai capito
ma alla fine ci è servito
non puoi darla vinta sempre
e l’ho capito anch’io finalmente
finalmente finalmente
non puoi darla vinta sempre
e l’ho capito anch’io finalmente
finalmente
non puoi darla vinta sempre
e l’ho capito anch’io finalmente

 

Prezzo: EUR 1,29

 

 

  
segui su: