RUGGERO PASQUARELLI: il talento (italiano) da 12 milioni di follower. Ecco la sua storia da X Factor al successo in Sudamerica

Ruggero Pasquarelli

Oggi vi parliamo di un giovanissimo artista italiano che, dopo essersi fatto conoscere in Italia nella quarta edizione di X Factor, è volato in Sudamerica dove ha trovato il grande successo internazionale, lanciandosi in una carriera stabile che alterna musica e recitazione… Ruggero Pasquarelli.

All Music Italia da sempre tiene d’occhio Ruggero (come quasi tutti gli artisti italiani) e i suoi successi musicali all’estero, in attesa di poter parlare di lui per dei nuovi progetti in Italia.
Abbiamo però deciso di parlarvi della sua storia anche per farlo conoscere ad una parte di pubblico che magari non lo ricorda.
Del resto parliamo di un ragazzo che, a soli 23 anni, è diventato una star in Sudamerica dove tiene concerti in palazzetti completamente sold out.
Ruggero è anche una vera star del web, infatti nella nostra annuale ricerca sugli artisti italiani più seguiti sui social (la potere leggere qui), abbiamo scoperto che nel 2017 il giovane cantante è arrivato a toccare la cifra record di quasi 12 milioni di follower sui suoi canali (Facebook, Twitter e Instagram).

Ma facciamo un passo indietro…

Ruggero nasce a Città Sant’Angelo in provincia di Pescare il 10 settembre del 1993.
A soli 11 anni inizia a studiare recitazione a ci aggiungerà negli anni il canto, la chitarra e il pianoforte. Nel 2009 fonda la sua prima band, i 65013, con cui si fa le ossa suonando dal vivo nei locali della sua zona.
Il primo grande cambiamento nella sua carriera arriva nel 2010, anno in cui riesce ad entrare a soli 17 anni nel talent show X Factor. La sua squadra è quella guidata da Mara Maionchi e con lui ci sono anche Stefano Filipponi e Davide Mogavero.
Qui di seguito dal minuto 03:19 potete vedere il suo primo casting.

Quello che si nota fin dalle prime puntata è che il ragazzo è naturalmente predisposto a tutte le forme di intrattenimento. Canta bene, sa muoversi sul palco, è ironico e sa intrattenere il pubblico. Anche per questi motivi, probabilmente, la Maionchi sceglie di assegnargli brani molto diversi tra loro… da Renato Carosone ai Maroon 5, da Barry White ad Alex Britti. La scelta però non si rivela vincente in quanto non riesce a far capire la vera personalità del ragazzo al pubblico. Così, nella decima puntata, il ragazzo viene eliminato classificandosi sesto.
Sony Music Italia non ne capisce le potenzialità e non gli offre nessun contratto discografico, mentre la Rai decide di provare a lanciarlo come giovane presentatore su Rai 2 in programmi come Social King e Cartoon Magic.

E´nel 2012 però che la vita di Ruggero Pasquarelli cambia radicalmente. In quell’anno Viene infatti scelto per interpretare un ruolo importante nella telenovela argentina, Violetta, impegno che porta avanti fino al 2015 partecipando anche ai tre tour teatrali legati allo show.
Nel 2016 lascia lo spettacolo e viene scritturato per una nuova produzione, Soy luna, attualmente ancora in onda.


In questi cinque anni colmi di successo che lo portano a diventare una vera e propria star in Sudamerica trova anche il tempo per scrivere un libro (Mi piace), presentare un programma su Disney Channel e incidere canzoni in sei album legati agli show a cui partecipa.

Uno dei sogni più grandi di Ruggero però rimane quello di poter tornare anche qui nel suo paese e di incidere finalmente il disco che da tanto tempo sta sognando. In un’intervista a Movieforkids.it dello scorso anno il ragazzo ha dichiarato:

“In questo momento sto bene in Argentina. Ho molta voglia però di tornare in Italia. Non sono mai tornato da X Factor come cantante ed è un sogno ancora aperto. E poi ho sempre il mio cd nel casetto. Mi piace scrivere testi dei brani e il mio sogno più grande è quello di ascoltare la gente cantare le mie canzoni. Per il momento mi sto dedicando alla recitazione e quindi ci vorrà ancora del tempo, ma prima o poi arriverà il mio momento. Non ho fretta. So che tutto mi condurrà lì.”

Insomma, ora sta tutto alle case discografiche italiane accogliere a braccia aperte una star internazionale che, come troppo spesso capita, per trovare il successo ha dovuto lasciare il nostro paese. Nel frattempo potete visitare il suo canale YouTube qui.

 

  
segui su: