ROCCO HUNT sceglie “Il sole tra i palazzi” come nuovo singolo (VIDEO e TESTO)

rocco_hunt_il_sole_tra_i_palazzi_video

Il sole tra i palazzi non è soltanto il titolo dell’autobiografia di Rocco Hunt (pubblicata a dicembre 2014 per Mondadori, con la collaborazione del giornalista Federico Vacalebre), ma anche il nuovo (e ultimo) singolo estratto da A Verità 2.0, riedizione del primo fortunatissimo disco del rapper partenopeo!

Già fuori il video ufficiale della canzone: è stato girato in un oratorio salensiano, nel rione popolare della Ciampa di Cavallo a Salerno, e riprende le intezioni del libro, così come quelle dell’intero album; la clip, inoltre, giunge online a un anno esatto dalla pubblicazione di ‘A Verità, arrivato nei negozi di dischi dopo la gran vittoria agguantata dal giovanissimo artista al 64° Festival di Sanremo, nella categoria Nuove Proposte.

Il sole tra i palazzi tratta temi forti: parla di disoccupazione, della paura di non farcela, del fardello della povertà; ma, nonostante questo, il brano risulta essere molto positivo e intende offrire a chi ascolta, un messaggio di speranza: tutti possono e devono provare a trovare il proprio posto al sole, oltre i palazzi che a volte possono intimorire e celare la luce a chi è alla cerca della propria strada nella vita.

ROCCO HUNT – IL SOLE TRA I PALAZZI – VIDEO UFFICIALE

IL SOLE TRA I PALAZZI – ROCCO HUNT – TESTO

Rocco Hunt
Mr. Fabio Musta
e nun enn ca simm turnat nuij nu simm maij partut

Quand mor mannatm a l’infern
si vac in paradis a chiu o raccont ca s prov ngopp a terr
c’hann rat a fede pe c fa sentì protett
convint ca Gesù e perdon pur si so gent e mmerd.
E stamm in fil, simm furmic currimm all’insetticit
vir a gent va mbazzi pcchè nun c sta na lir
a durc ann che cumpagn e primm tir
a vint ann ta dumand a ro cazz viv, sta razz e cattiv.
Chi e ten nun t fa ben, fra e ne vo chiu assaij
o stat t ncaten e cu nun stipendij nun cia faij.
Nu clim e depression ca distrugg e person
a quarant ann nun vuless impazzì rind a nu punto snai.
Futt o sistem sempr e cant a storij e chesta gent
a foll s rispecchij, passat, futur e present
a vit passa annanz mentr frantumm chest erb
at ignorant so gelus ma e buffuttun ne sent

A colonna sonor ra verità
Nu poc e ben a do bene nun c stà
Io che credevo di non farcela
ho visto il sole tra i palazzi
A colonna sonor ra verità
nu poc e luc a do sol nun po arrivà
Io che credevo di non farcela
ho visto il sole tra i palazzi

Vir quant simm (stamm venend)
contr a sti figlij e sindac
crisciut rind e fil
na povertà pttè e nu film
ij nun song nient, song a povr rind a nu campett
a coller e sta gent, pienz e cambiament scorrn a rilent
Ho sacc a famm quant e brutt
a forz pe fa e disc
gia ca munn, pe chi nun c sta chiu
e me guard a fianc a Crist.
Chi ma rat o pan, me diventat Pat
e chi ma rat o sang, me diventat frat
che aviss fatt o post mij, rispunnm sincer
nun tien e pall e sit n’vurius si o suonn s’avver
RH nun po competr
addor ca se sent quand squaglij a pret
l’ultim juorn primm a scì a galer
sta vit nun t ra certezz si vien ro nient
mo enn’imper, stong cu chi over è rimast n’to tiemp
quanta frat ca c stann affinc a me rint a vittorij
o patatern sa pigliat, a voc a mij cant p lor

A colonna sonor ra verità
Nu poc e ben a do bene nun c stà
Io che credevo di non farcela
ho visto il sole tra i palazzi
A colonna sonor ra verità
nu poc e luc a do sol nun po arrivà
Io che credevo di non farcela
ho visto il sole tra i palazzi

E chi negli occhi di un bambino troverà la via
ho visto il sole tra i palazzi
A chi cerca una metà che non ritornerà
ho visto il sole tra i palazzi
quando un vizio diventa una malattia
ho visto il sole tra i palazzi
ti ho cercato troppo tempo e adesso tu sei qua
ho visto il sole tra i palazzi
si m vuo ben squordm, si m vuo mal spuoglt
ho visto il sole tra i palazzi
riccimmc e bucij, ij song o tuoj e tu si a mij
ho visto il sole tra i palazzi
l’ammor tossic e impossibil, e nu libr senz o titl
ho visto il sole tra i palazzi
a vocc bev, o core soffr e man scrivn
ho visto il sole tra i palazzi

A colonna sonor ra verità
Nu poc e ben a do bene nun c stà
Io che credevo di non farcela
ho visto il sole tra i palazzi
A colonna sonor ra verità
nu poc e luc a do sol nun po arrivà
Io che credevo di non farcela
ho visto il sole tra i palazzi

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: