RAPHAEL, l’eccellenza reggae che cresce e conquista: ecco la sua musica (VIDEO)

Raphael_Press_Pic_05

Oggi vi parliamo di Raphael un artista che – nonostante ad oggi sia ancora under30 – vanta una carriera musicale da veterano, portata avanti e costruita in modo sinora impeccabile affondando le radici in un genere musicale affascinante e difficile come il reggae. Un percorso che ha permesso di mettere in luce un potenziale capace di conquistare crescente rilievo, allargando il proprio spettro d’azione alla scena internazionale e irrobustendo una personalità artistica forte di talento ed originalità, che oggi grazie a tutto ciò ha davanti a sè un futuro più che luminoso.

Qualità e stile che hanno conquistato consensi grazie alle sole forze della musica proposta da questo giovane italo-nigeriano di casa a Savona, città nella quale ha mosso i primi passi consumando i palchi dei locali di provincia sin dal lontano 2002, quando con il bassista e grande amico Andrea Bottaro forma un collettivo musicale chiamato Eazy Skankers che in breve tempo si ritaglia un posto di rilievo nella scena musicale reggae italiana.

Una strada in salita ma di quelle che ti caricano il sangue di energia, capace di dare il via ad un’avventura musicale che ancora oggi nonostante i suoi progetti da solista, lega Raphael all’anima di una band che ha conosciuto la gavetta vera, fatta di live e autoproduzione che negli anni non ha mai limitato creatività e peso delle esperienze, con questo gruppo protagonista di prestigiose collaborazioni e di un’intensa attività live.

La stessa formazione che ha calcato negli anni palchi internazionali di altissimo livello e dato vita a numerosi pezzi portatori della vena reggae tricolore, ancora oggi accompagna Raphael durante gli appuntamenti live italiani ed europei.

In parallelo alla crescita e al consolidamento dell’arte di Raphael, che traggono linfa anche dai viaggi in Giamaica iniziati nel 2007 nella terra che ospiterà l’incisione del primo disco degli Eazy Skankers intitolato To The Foundation, nel 2008 (al quale seguirà il secondo nel 2011, Changes), nascono i suoi primi progetti da solista, con la conquista della finale di Castrocaro nel 2006 (dove arrivò alla prima serata Rai dopo essere stato iscritto “a forza” dalla madre, presentando una versione del brano Senza una Donna di Zucchero) e una prima etichetta inglese che capta il valore di Raphael, pubblicando il singolo Good Old Vibes su vinile nel 2012.

Un debutto che non passa inosservato e che vede un’etichetta italiana (Bizzarri Records) supportare la realizzazione di un primo EP intitolato semplicemente My Name Is Raphael: un mixtape di 8 tracce in Free Download (che trovate QUI).

Ma il vero e proprio debutto da solista arriva nel 2013 e arriva in grande stile: un’etichetta austriaca (Irievibrations Records) lancia il progetto discografico che si concretizza nel disco d’esordio Mind Vs Heart: 15 testi scritti di suo pugno che danno vita ad un lavoro godibile e convincente, correlato da produzione e credibilità internazionale che proiettano Raphael sul mercato europeo e non solo, con un tour promozionale che porta a più di 130 concerti tra appuntamenti continentali (Italia, Spagna, Inghilterra, Polonia, Francia, Slovenia e Austria) e non, con esperienze in più di 15 paesi arrivando fino a Messico e Sud America.

 RAPHAEL – MIND VS HEART – VIDEO MEDLEY

L’intensa attività artistica di Raphael è caratterizzata anche da numerose collaborazioni che lo vedono dividere la scena con nomi del calibro di Zibba (con il quale realizza anche numerosi concerti in ambiente acustico) e Bunna.

ZIBBA, BUNNA e RAPHAEL – UNA PAROLA ILLUMINA – VIDEO

Tra le ultime in ordine di tempo l’esperienza che lo vede  ospite della conterranea Annalisa in una delle parti più preziose del suo nuovo album Splende: il brano è Se Potessi, proposto insieme oltre che nel disco anche durante alcuni live nei quali hanno diviso lo stesso palco.

La stessa Annalisa, in un’intervista rilasciata a All Music Italia (che trovate QUI), ci ha parlato di Raphael e di questo featuring:

“Noi ci conosciamo da una vita, abbiamo mosso i primi passi musicali a Savona entrambi, in una scena fatta di pochi nomi, oltre a me e la mia band c’erano pochi altri gruppi, tra i quali quello di Raphael, con il quale avevamo anche alcuni membri della band in condivisione, con il  chitarrista e il batterista che suonavano sia con me che con lui. Un amico che ho voluto quasi fosse un rappresentante del tema delle radici. Ho scelto di condividere questo pezzo con un amico savonese, che a sua volta ha condiviso con me tutta una fase della mia vita, fatta di salette e di quei momenti in cui non hai niente se non la grande forza di voler costruire qualcosa con il poco che hai.”

In passato la stessa Annalisa aveva realizzato con Raphael i cori del brano Yes We Can dove potrete riconoscere il timbro della giovane cantante.

RAPHAEL & EAZY SKANKERS – YES WE CAN – AUDIO

Collaborazioni che dimostrano l’animo aperto che caratterizza il valore artistico di Raphael, capace di mantenere intatti i propri punti di forza anche durante incursioni apparentemente lontane dal suo habitat come la dance. A dimostrazione di ciò il contrasto vincente sul quale regge il pezzo Take me For A Fool, realizzato con il noto DJ Paolo Pellegrino.

PAOLO PELLEGRINO feat. RAPHAEL – TAKE ME FOR A FOOL – VIDEO

L’occasione per intravedere il lato ironico ed empatico di Raphael declinato a generi più “pop”, ai quali riesce ad avvicinarsi pur lasciando intatto stile e credibilità provenienti dall’indole reggae. Una scommessa che con ogni probabilità che prenderà ancor meglio forma nel prossimo disco ad ora in realizzazione, che si preannuncia un lavoro ragge più “leggero”.

In attesa di scoprire le nuove proposte musicali di quella che può essere a pieno titolo considerata un eccellenza musicale del nostro paese, possiamo entrare nel mondo musicale di Raphael grazie al MixTape Here Comes The Soundblaster pubblicato nel marzo 2015: il miglior biglietto da visita per conoscere meglio questo artista con diversi singoli estratti dalla sua discografia, mash up con riddims classici ed altri contenuti speciali come dubplates e versioni acustiche. Il tutto disponibile in Free Download (trovate il link cliccando QUI).

Una realtà musicale da scoprire e da supportare, con forza.

 

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su:

  • Fabio

    Bellissimo articolo. Mi permetto di fare un appunto al preparato giornalista: il genere musicale in questione si chiama REGGAE. Ne’ raggae, ne’ ragge. Pop e’ scritto esatto

    • Grazie Fabio! Lo segnaliamo subito all’autore dell’articolo

    • Gianmarco Regaldi (Caporedattore sezione Nuove Proposte, News, Interviste, recensioni emergenti)

      Dislessia delle tarde ore che porta a imperdonabili gaffes seriali. Grazie mille per la segnalazione, spero che l’articolo ti sia piaciuto davvero.