PRIMO MAGGIO: anche quest’anno musica a Roma e Taranto… ecco gli artisti coinvolti.

concerto_primo_maggio_roma_taranto_locandina

Ci siamo quasi: ancora pochissimi giorni ed entreremo nel mese di maggio con la tradizionale Festa del Lavoro, che in Italia trova sua diretta espressione artistica nell’atteso Concerto del Primo Maggio.

Come già sapete, la grande rassegna musicale  – di originaria appartenenza capitolina, a partire dal 1990 con la sua primissima edizione in Piazza San Giovanni Roma – si è per così dire “sdoppiata” da tre anni a questa parte, trovando un seconda casa in Taranto, e più precisamente nell’ampio Parco Archeologico delle Mura Greche, dove sono attese per quest’anno ben più delle 100mila persone stimate la volta precedente.

Certo, c’è da dire che, se da un lato gli organizzatori dei due eventi si sono scambiati gli auguri di buon lavoro, è pur vero però che solo un anno fa, con un discusso tweet dall’account ufficiale, proprio la Cisl apostrofava quella di Taranto come “una saga paesana”, attirando comprensibilmente innumerevoli ribattute, su tutte quella al veleno di Roy Paci, tra i maggiori fautori dell’evento. E ricordando questo stesso episodio, l’attore tarantino Michele Riondino, altra anima della manifestazione pugliese, ha voluto asserire: “Ma la saga continua e siamo sempre qui, cresciamo. Il primo anno abbiamo messo la freccia, il secondo ci siamo affiancati, ora tentiamo il sorpasso. Non siamo contro la manifestazione musicale. La contrapposizione con Roma è sui sindacati e sulle scelte scellerate che hanno fatto a Taranto. Per questo non potra’ esserci gemellaggio. Ciò che forse ci differenzia è che chi decide di venire a esibirsi qui, lo fa perché è mosso da una motivazione forte. A Taranto si muore di lavoro o di cancro, vengono negati i diritti di cittadinanza. Ed e’ per questo che come tema abbiamo scelto Legalità; quale Giustizia?“. (Fonte: ANSA)

Ma veniamo alla musica e ai protagonisti dei due concerti. Sul palco di San Giovanni Roma, salvo che vengano fatti nuovi annunci, saliranno (in ordine alfabetico): Almamegretta, Enzo Avitabile, Alessio Bertallot, Alpha Blondy, Bluvertigo, Goran Bregovic, Alex Britti, Mimmo Cavallaro, Teresa De Sio, Emis Killa, Ghemon, Irene Grandi, J Ax, Kutso, Lacuna Coil, Levante, Lo Stato Sociale, Ylenia Lucisano, Med Free Orkestra, Nesli, Noemi, Pfm, Enrico Ruggeri, Daniele Ronda & Folklub, Santa Margaret, James Senese & Napoli Centrale, Tinturia, Tarantolati di Tricarico, Paola Turci, Mario Venuti & Mario Incudine.

Mentre al Parco Archeologico delle Mura Greche di Taranto si esibiranno: Officina Zoe’, Bestierare con il Muro del Canto, Iosonouncane, Velvet, Ilaria Graziano & Francesco Forni, Brunori Sas, Diodato, Bud Spencer Blues Explosion, Francesco Baccini, Andrea Rivera, Roy Paci & Aretuska, Subsonica, Marlene Kuntz, Caparezza, NoBraino, LNRipley, Fido Guido. Attesi anche Nina Zilli, Mannarino e l’amata Fiorella Mannoia, già presente nelle precedenti edizioni.

Infine, per quanto concerne la scelta dei presentatori, avremo nella capitale l’esordio di Camila Raznovich, alla sua prima esperienza sul parco del concertone; mentre in Puglia, sono stati chiamati alla conduzione Valentina Petrini, Valentina Correani, Andrea Rivera e, dulcis in fundo, Mietta.

 

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: