PAOLO SIMONI: “Si narra di rane che hanno visto il mare” esce il 10 giugno

Paolo Simoni_CHE STRESS_cover singolo

Il nuovo album del giovane Paolo Simoni sarà presto disponibile in tutti i negozi di dischi e nei digital store: si chiama “Si narra di rane che hanno visto il mare” e l’appuntamento è fissato per il 10 giugno!

Paolo Simoni oltre che cantautore, è anche polistrumentista e arrangiatore dei suoi brani, il suo talento lo ha portato già a calcare un palco importante come quello di Sanremo, dove ha gareggiato nella categoria Giovani con il brano “Le Parole” (contenuto nella riedizione del suo secondo album “Ci voglio ridere su“, insieme con il duetto con il grande Lucio Dalla dal titolo “Io sono io e tu sei tu“).

Ed è già online il videoclip del nuovo singolo, dal 4 aprile in rotazione radiofonica e acquistabile in digitale.

La canzone, che anticipa il disco di prossima uscita, si chiama “Che stress” e circa il modo in cui è nata, il cantautore di Comacchio spiega: “Un giorno, come tutti i giorni, mi sono alzato. Sono andato al bar, alle poste, al mercato, sono passato dalla stazione, dalla piazza… Per tutta la giornata non ho fatto altro che ascoltare i discorsi della gente come mai avevo fatto prima. Alla sera tornando a casa ho scritto: ‘Che stress’”.

Il testo è molto arguto e ricco di spunti, leggere per credere!

“I consigli dei politologi
liste di attese infinite dagli urologi
la voce del presidente alla radio
e questa crisi che crea panico da stadio
anche le madri sono molto preoccupate
usano internet per essere aggiornate
e anche l’Italia non è più quella di una volta
quando Mina cantava Son blu le mille bolle blu

Che stress, che stress
avrei voglia di uscire da questa vita allucinante
Che stress, che stress
c’è qualcuno per caso che ha qualche idea brillante

non è poi un caso se i giovani sono depressi
poche vitamine troppi gli eccessi
se le strade non sono asfaltate
se i bambini non credono più alle fate
e dorme il gatto mentre abbaia il cane
e anche mia nonna non prega più i suoi santi
Aldo dice che oggi sono tutti dottori
Aldo dice che non ci sono pù i signori

Che stress, che stress
avrei voglia di uscire da questa vita allucinante
Che stress, che stress
c’è qualcuno per caso che ha qualche idea brillante
Che stress, che stress
avrei voglia di uscire da questa vita allucinante
Che stress, che stress
diamo aria a questo mondo
apriamo quelle finestre
Che stress, che stress
il postino con la raccomandata da firmare
Che stress, che stress
il collega in ufficio con l’alitosi sempre al top!
Che stress, che stress
la crisi spiegata dai migliori opinionisti
Che stress, che stress
l’aumento dell’Iva, della benzina
e dei maroni degli italiani
Che stress, che stress
la tangenziale, lo ztl e il parcheggio a pagamento
Che stress, che stress
mia nonna, legge di stabilità
ma vuol dire che rimangono li stabili per sempre?
Che stress, che stress
laureato in Italia ma lavoro all’estero
come cameriere però
Che stress, che stress
ho un amico che ha conoscenze potrebbe…
diamo aria a questo mondo
apriamo un po’ quelle finestre.”

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: