NATALE nelle GROTTE di CASTELLANA: annunciati i primi nomi

eventi-di-natale-nelle-grotte-di-castellana

Dal 1° dicembre 2015 al 12 gennaio 2016 l’incomparabile scenario delle GROTTE DI CASTELLANA ospiterà una serie di eventi musicali imperdibili, un appuntamento emozionante a settanta metri di profondità giunto alla seconda edizione. Per l’occasione, annunciamo i nomi dei primi tre artisti che si esibiranno ad uno degli eventi più suggestivi legati al Natale mai organizzati all’interno delle Grotte: Eugenio Finardi, anche curatore della programmazione musicale, Stefano Bollani e Simone Cristicchi, entrambi coinvolti dal primo. Attesissima poi la conferma di un altro big della scena musicale italiana, con il quale sono ancora in corso le trattative.

finardi-Bollani-Cristicchi

Ma entriamo nel dettaglio dell’avvenimento: ne LA GRAVE, la prima delle caverne che si incontrano immergendosi nel complesso di cavità sotterranee, location ideale per esibizioni dal vivo con la sua acustica che permette di realizzare performance musicali particolarissime, si esibiranno i tre nomi di primo piano della musica italiana: Eugenio Finardi con Dal Profondo il 12 dicembre, uno spettacolo unico concepito in esclusiva per le Grotte di Castellana; Simone Cristicchi con lo spettacolo Viaggi e Storie di un Fabbricante di Canzoni il 3 gennaio; e Stefano Bollani con l’imprevedibile Arrivano gli Alieni, l’8 gennaio.

I concerti dei tre artisti fanno parte di un fitto calendario di appuntamenti musicali artistici e religiosi, sotto la direzione artistica di Pino Savino, direttore artistico delle Grotte di Castellana S.r.l. e dello stesso Finardi, che racconta: «Ho suonato da poco in questo luogo carico di storia e mistero. Quando la sera, a fine concerto, la dirigenza delle Grotte di Castellana mi ha chiesto di curare la programmazione musicale della rassegna natalizia nelle Grotte, ho accettato con gioia. Ricordo quando, da bambino, mio padre mi portava a esplorare queste grotte, durante i viaggi in auto verso Ostuni, dove viveva uno zio violinista. Una sera all’interno delle Grotte ho assistito a un concerto di un quartetto d’archi: vorrei ricreare quell’emozione musicale adesso e sono sicuro che lo spettacolo che proporranno gli artisti che sto coinvolgendo sarà unico nelle sonorità e nelle suggestioni. Le Grotte sono così particolari dal punto di vista acustico e strutturale che “entrano” nello show e lo rendono magico, irripetibile».

Grotte-di-Castellana-650x420

Piccole curiosità sulle Grotte di Castellana – un complesso di cavità sotterranee di origine carsica, di notevole interesse turistico, tra i più belli e spettacolari d’Italia – ubicate nel Comune di Castellana-Grotte, a circa 1,5 km dall’abitato. Si sviluppano per una lunghezza di 3348 metri e raggiungono una profondità massima di 122 metri dalla superficie. La temperatura degli ambienti interni si aggira attorno ai 16,5°C. Situate alle porte della Valle d’Itria, a pochi chilometri da borghi incantevoli come Alberobello, Cisternino, Polignano a Mare, le Grotte di Castellana si aprono nelle Murge sud orientali – a 330 m s.l.m. – sull’altopiano calcareo formatosi nel Cretaceo superiore, circa novanta-cento milioni di anni fa. La bellezza delle Grotte di Castellana richiama visitatori da tutto il mondo, e dal giorno della loro apertura al pubblico, più di 15 milioni di persone hanno percorso le sue vie sotterranee. La visita alle Grotte si snoda lungo un percorso di 3 Km: una straordinaria escursione guidata, a circa 70 metri di profondità, in uno scenario stupefacente, dove caverne dai nomi fantastici, canyon, profondi abissi, fossili, stalattiti, stalagmiti, concrezioni dalle forme incredibili e dai colori sorprendenti sollecitano la fantasia di bambini e adulti.

Le Grotte di Castellana sono, quindi, a pieno titolo, un’imperdibile occasione per ammirare uno dei luoghi naturali più sorprendenti di una Puglia meravigliosa.

  Una mente intuitiva e razionale per un corpo istintivo e cosmopolita. Italo-tedesca trapiantata a Milano since 1991, imparo a scrivere prima ancora di camminare: inizio ad usare di nascosto la macchina da scrivere di mia nonna e battuta dopo battuta capisco che quel tic-tic-tic sarebbe diventato il mio suono preferito. Intraprendo la carriera universitaria in ambito comunicativo-giornalistico per perseguire il mio sogno. Cresciuta a pane e rock'n'roll da una mamma hippy approdo ad All Music Italia nel maggio 2015. Una biondina cinica e determinata un po’ Carrie Bradshaw, un po’ Miss Fletcher.
segui su: