MOGOL rilegge BATTISTI in chiave Rock e lancia una nuova band, i NEW ERA

BATTISTIMOGOLROCK

Giulio Rapetti, in arte Mogol, ha annunciato che il 18 novembre uscirà Battisti-Mogol versione new era, una raccolta di 12 grandi successi della coppia.

I brani saranno rivisitati in chiave rock contemporaneo, ma l’interessante novità consiste nel fatto che a suonare nel disco sarà una band emergente, originatasi in seno al CET, la scuola diretta dal celebre paroliere, nata con lo scopo di valorizzare e qualificare nuovi professionisti della musica pop.

LUCIOBATTISTIROCK

Mogol ha anche affermato che la reinterpretazione dei brani ad opera dei New Era, questo il nome scelto per il nuovo gruppo musicale, sarebbe piaciuta anche a Lucio Battisti, in quanto molto curata ed eseguita da talentuosi musicisti.

New Era, dunque, il nome scelto per questa nuova giovane band; nuova come la rilettura che si farà del mitico Battisti e nuova come l’era, appunto, che la musica leggera sta vivendo.

E se Lucio Battisti è a “rischio estinzione”, come presupposto dal preoccupato giornalista Paolo Giordano in un post del suo blog (ad agosto 2014), questa selezione di successi, questo nuovo album, che si appresta ad uscire può, concretamente, rinfrescare la memoria collettiva e far scoprire questo monumento della musica italiana anche agli adolescenti di oggi. Certo, i veri capolavori di Battisti ancora non sembrano esistere su iTunes, ma questa pubblicazione potrebbe essere, in tal senso, un piccolissimo passo in avanti.

Tracklist:

“Anche per te”, “La canzone del sole”, “Fiori rosa, fiori di pesco”, “29 settembre”, “Emozioni”, “Io vivrò”, “Mi ritorni in mente”, “Con il nastro rosa”, “Sì, viaggiare”, “Insieme a te sto bene”, “La collina dei ciliegi” e “Pensieri e parole”.

  Laureato in “Arti e Scienze dello spettacolo”, attualmente frequento il Corso di Laurea Magistrale “Professioni dell’Editoria e del Giornalismo“. Grande appassionato di TV e Musica non mi perderei un Festival di Sanremo per niente al mondo. Prediligo il pop italiano e mi appassionano gli artisti emergenti. Domani vorrei essere un giudice di X-Factor. Scrivere è quello che mi riesce meglio. Segretamente aspirante paroliere.
segui su: