MI AMI 2014 all’Idroscalo di Milano dal 6 all’8 giugno

mi ami 2014
Tre giorni di musica live, fumetti e molto altro, per festeggiare un compleanno importante. Dal 6 all’8 giugno 2014, per il decimo anno consecutivo, il MI AMI porterà sui suoi tre palchi (presso il Circolo Magnolia dell’Idroscalo di Milano) tutti i nomi più importanti della nuova musica italiana!
Nell’arco di dieci edizioni il MI AMI è cresciuto, con oltre 100.000 presenze negli anni, confermandosi non solo un appuntamento musicale imprescindibile, ma anche una manifestazione dedicata all’arte, al fumetto, alla ricerca.
Organizzato da Rockit, il MI AMI 2014 sarà la sintesi in festa dei primi (e dei prossimi) dieci anni. Dal rock’n’roll al cantautorato, dall’elettronica al reggae, dal rap al pop; ancora una volta 3 palchi, calcati da oltre 50 artisti che per 3 giorni infiammeranno il parco dell’Idroscalo.
Per festeggiare la ricorrenza presenteranno in anteprima esclusiva i loro nuovo dischi Pierpaolo Capovilla, frontman del Teatro degli Orrori, all’esordio solista; Il Pan Del Diavolo, atomico duo folk-blues palermitano; Ghemon, rapper e soulman con la produzione di Tommaso Colliva; Il Triangolo, giovane e talentuoso trio di Varese; Lo Stato Sociale, fenomeno bolognese fra elettronica e parole.
Ci saranno poi saranno i concerti di Tre Allegri Ragazzi Morti, vent’anni di carriera per loro e già headliner del primo MI AMI; Le Luci Della Centrale Elettrica, poeta di questa generazione; Brunori SAS, cantautore vincitore dei botteghini di ogni piazza; The Zen Circus, i working class heroes italiani; Fast Animals And Slow Kids, votati dagli utenti Rockit come miglior band dell’anno.
Porteranno contemporaneità e freschezza artisti come Nitro, giovanissimo e talentuosissimo rapper di stanza a Milano, Achille Lauro della scuderia Roccia Music di Marracash o il veterano Dj Gruff, che con “SXM” dei Sangue Misto (che quest’anno compie vent’anni) cambiò il rap in Italia. L’elettronica dei Clap Rules feat. René Love di Pescara, la chill wave di Go Dugong, la classe di GodBlessComputers e Yakamoto Kotzuga faranno il resto.
Questo solo per nominarne alcuni, perché chi è già stato al MI AMI sa che il modo migliore per scoprire nuovi talenti è girare fra i palchi.

Come ci tiene a ricordare Stefano Bottura, ideatore e direttore del MI AMIil MI AMI è un festival matto, bello, aperto, sexy, vitale, rocambolesco, naif, denso. Qualcosa che travolge i sensi e attiva i neuroni. Un festival dove l’inaspettato e la bellezza ti sorprendono. Un festival dove suona il meglio della Musica italiana. Dove puoi cantare le canzoni del cuore e insieme scoprire musica nuova. Dove oltre che ballare ed ascoltare musica e conoscere gente nuova, puoi mangiare, bere, guardare artisti che disegnano, comprare magliette, bambole, dischi, t-shirt, mutande, scarpe. Un festival dove in 3 giorni succede di tutto. L’invito è ovviamente quello di viverlo in prima persona, per capire che tutto quello che vi stiamo raccontando da 10 anni a questa parte è Vero.

Il manifesto del decennale è firmato da Alessandro Baronciani, autore della grafica della prima edizione del 2005. Come allora, protagonista del poster 2014 è un bacio, che quest’anno si moltiplica in tre manifesti differenti senza distinzione di genere.
Perchè, è sempre bello ricordarlo, se MI AMI #valetutto
Link al sito dell’evento: http://www.rockit.it/miami/2014/
  Blogger per caso. Così mi si potrebbe definire. Nonostante la mia formazione economica, la musica è sempre stato il sottofondo della mia vita e non solo: nel mio curriculum trovate la gestione di un fan club e una tesi di laurea intitolata “Il marketing degli eventi musicali live“. Vivo a Milano e di lavoro faccio la cattiva: sono quella che, quando andate a chiedere un finanziamento, dice di NO! Blogger per caso su All Music Italia.
segui su: