I finalisti di VITA Il giovanissimo MARCO INGRAO traccia un primo bilancio: ecco “My Life’s Story” (VIDEO)

marco_ingraio

Oggi vi presentiamo una nuova storia musicale scovata tra i 16 nomi giunti alla fase finale del contest VITA. Lui è Marco Ingrao e oggi ci presenta il proprio percorso in un’intervista che precede la visione del video della sua  My Life’s Song.

Scopriamo insieme la storia di un giovanissimo ragazzo ligure che, a soli 16 anni è diviso tra musica e cinema. Il tutto con importanti esperienze alle spalle (era nel cast del baby talent Ti Lascio una Canzone nel 2014) che oggi passano per questo contest dedicato alla musica sul web.

Benvenuto Marco, parlaci di te e del tuo percorso artistico nella musica fino ad oggi.

Ciao mi chiamo Marco Ingrao, abito a Ceriale (SV), ho 16 anni e canto da quando ne ho 7. Ho iniziato il mio percorso in un piccolo concorso paesano in cui ho debuttato con un pezzo di Morandi, con cui sono stato definito “animale da palcoscenico “ (apposizione tutt’ora attribuitomi). Nel 2010 ho iniziato a suonare il pianoforte, e nello stesso anno ho partecipato al concorso televisivo L’Ambrogino d’Oro.

Nel 2014 un evento ha cambiato per sempre la mia vita e la mia carriera artistica: infatti sono stato scelto tra i 40 ragazzi per partecipare al programma televisivo Ti lascio una canzone, condotto da Antonella Clerici su RAI 1.

Un anno dopo sono stato scelto invece per la partecipazione al film I Giardini di Villa Cipressi, prodotto da Ragazzi e Cinema, dove il ruolo assegnatomi fu quello del “bullo”.

Da questo momento decido di iscrivermi all’agenzia romana di cinema Studio Emme, in cui riesco a ottenere un contratto biennale. Inoltre dal 2014 in poi ho iniziato a scrivere e interpretare le mie canzoni.

Quando e come è nato il brano che presenti in VITA e di cosa parla?

Il brano My Life’s Song è nato nel 2016 attraverso la collaborazione con Veronica Rudian. Il progetto è nato da un mio testo che ha poi ispirato la musica di questa canzone.

Un testo che racconta la mia vita in modo idealistico. Da quando ero piccolo e ignaro della musica ( pur sentendo “qualcosa che cresceva, maturava dentro me”), fino ad oggi.

Il brano parla di quanto abbia ancora da imparare nonostante impegno e passione, oltre ad essere il ringraziamento per i miei genitori, i veri sostenitori della mia musica.

Videoclip e musica sono da molti anni, ed oggi nell’epoca di YouTube più che mai, un connubio importantissimo. Quanto conta per te il video di una tua canzone?

Ovviamente per me l’aspetto più importante tra i due è la canzone, ma consapevole che anche  l’occhio vuole la sua parte, abbiamo fatto del nostro meglio per rendere la totalità dell’opera di piacevole visione

Raccontaci del video che hai presentato su ViTA?

Il video incomincia nel medesimo modo in cui incomincia la canzone. Tra i primi fotogrammi infatti ci sono io da piccolo, a seguire il mio personaggio si addentra tra i vicoli e i negozi di Calizzano, piccolo borgo ligure poco distante da casa mia. Tra gli scenari principali: c’è il castello, il negozio di artigianato Terra e legno e infine il bar Massone.

Perché hai scelto di partecipare a VITA?

La possibilità di partecipare a questo concorso mi è stata comunicata dalla piattaforma Zimbalam, in quanto loro utente. Ho scelto di partecipare a questo concorso per 3 motivi: avevo già alcuni inediti a disposizione, ho considerato la serietà del concorso e infine ho valutato l’allettante premio finale.

Ringraziamo Marco e vi lasciamo alla visione del video di My Life’s song.

MARCO INGRAO – MY LIFE’S SONG – VIDEO

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: