LUCA LOIZZI: con “E se per caso” presenta le sue “Canzoni quasi disperate” (VIDEO)

LUCALOIZZI

All Music Italia vi propone oggi la realtà musicale di un cantautore pugliese, Luca Loizzi, ritornato sulle scene – dopo un convincente esordio discografico del 2012 – con il nuovo progetto intitolato Canzoni quasi disperate, un lavoro nel quale riesce a condensare la propria talentuosa attitudine al racconto, appoggiando i convincenti testi  su tessuti musicali vari e convincenti, capaci di spaziare tra sonorità folk e tecnica swing.

Il disco è composto da dieci tracce, dieci canzoni che con il “quasi” del titolo acquisiscono il proprio senso, ricordandoci quante situazioni “quasi” gravi ci troviamo ad affrontare quotidianamente, quanti eventi “quasi” irreparabili temiamo: un “quasi” che diventa simbolo della nostra società e del suo qualunquismo, sospesa tra sensazionalismi e pressapochismo, in uno schizofrenico saliscendi tra il “quasi” tutto e il “quasi” niente. Dieci composizioni musicali nelle quali Luca Loizzi ci presenta molto del proprio vissuto, affiancato al racconto ironico e disilluso della realtà, spesso distante da ciò che sogniamo, un punto di vista personale che via via si allarga ad un’analisi del nostro paese, come fosse osservato “dalla finestra”, immagine dal forte richiamo Felliniano: si vedono passare eserciti di voltagabbana e si ascoltano le frustrazioni del precariato sentimentale, viene raccontata l’Italia di chi non lavora e di chi vorrebbe poterlo fare, si osserva un paese zeppo di persone che amano troppo e di altrettante che non hanno la minima idea di cosa significhi amare davvero.

Un disco ben confezionato e ricco, sia nei testi che nelle musiche, dove il giovane artista è stato accompagnato da Costantino Massaro alla batteria e percussioni, Nik Seccia alle chitarre e Angelo Verbena al contrabbasso. Per presentare il progetto al grande pubblico è stato lanciato il singolo E se per caso, un brano molto riuscito, caratterizzato da un ritmo tanto acceso quanto accattivante e da un testo ironico e intelligente, che attraversa l’autocritica individuale arrivando ad ampliare lo specchio al nostro paese, sottolineandone gli aspetti tragicomici fatti di false speranze e di una società in mano a qualcuno che avrebbe come obiettivo il “farci morire con sobrietà….” . Il brano è accompagnato da un video ufficiale, che vede il cantautore e i suoi musicisti impegnati in una giornata tipo, nella quale grazie al suggestivo bianco e nero si sviluppa il racconto musicale e le riflessioni ad esso collegato.

 

 

Luca Loizzi nasce a Bisceglie e cresce a Trani. Si laurea in Lettere Classiche e dal 2002 si trasferisce a Milano per insegnare italiano e latino. Da settembre 2011 torna definitivamente a Bari come docente di ruolo. Una carriera professionale da insegnante alla quale abbina quella di cantautore: nel 1998 partecipa alla rassegna Musicultura e l’anno successivo porta a termine la produzione di un primo demo come solista presso il Gel Studio di Beppe Massara. Nel 2001 partecipa al Tim – Tour nella data di Gallipoli. Nel 2002, complice il trasferimento a Milano si dedica allo studio approfondito di Giorgio Gaber, del cabaret storico dei Gufi e di Nanni Svampa, che lo porta l’autore alla narrazione ironica e disincantata che lo contraddistingue. Le citazioni colte e letterarie si mescolano così a metafore ardite o idiomi stranieri estrapolati spesso dal proprio contesto originario, un linguistico sarcastico e provocatorio. Dal punto di vista musicale, l’interesse per lo swing in particolar modo di tradizione “manouche” si accompagna alla rilettura di alcuni classici della tradizione francese in italiano. Dal 2004 al 2009 inizia il sodalizio artistico con la compagnia teatrale “Mercanti di Storie”, interpretando diversi ruoli sia in qualità di musicista che di poeta “estemporaneo”negli spettacoli. Nel 2004 fonda il Jazz Trio con Riccardo Tosi alla batteria e Paolo Dassi al contrabbasso, che nel 2006 culmina nella produzione del demo “Luca Loizzi e Jazz Trio” sotto la direzione del maestro Luca Bechelli. Nel 2007 partecipa a Sanremo Lab giungendo alla semifinale. Dal 2010 riprende l’attività solistica  e nell’estate del 2011 inizia la pre-produzione del primo disco ufficiale intitolato Luca Loizzi che esce a maggio 2012, riscuotendo lusinghieri riscontri.

Se volete conoscere meglio Luca Loizzi e le sue Canzoni quasi disperate, vi consigliamo la sua pagina ufficiale Facebook (QUI).

Sostieni la Musica Italiana e AllMusicItalia acquistando la copia originale dell’ultimo album di LUCA LOIZZI in formato digitale su Itunes
o il cd su Amazon

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: