LIGABUE: giro del mondo in Mondovisione, chi c’era sa

ligabueamerica

Luciano Ligabue è rientrato dai successi suo tour americano e comunica subito tutto il suo entusiasmo sul suo Diario di Bordo, preannunciando un grandioso 2015 con tanti progetti nell’aria e un nuovo “giro del mondo” che farà tappa, questa volta, anche nel nostro paese.

Ecco le sue parole:

TANTA ROBA!

Eccoci qua.
Avete reclamato il diario di bordo a gran voce e allora… pronti via…
Come vi dicevo, con i social perennemente attivi ormai le notizie vengono bruciate in un attimo e, soprattutto, non riesco più a darvi delle anticipazioni come facevo in passato con questi ddb.
Però, dite voi, almeno facci sapere come stai.
Sto molto bene.
I concerti negli stadi sono stati così tanta roba che ho la sensazione che le parole non rendano giustizia né agli spettacoli né a voi.
Che “tanta roba” siete stati.
Ho letto in diversi dei vostri post su Bar Mario che, spesso, quando vi chiedono di raccontare come è stato un certo mio concerto o perché ci siete tornati per l’ennesima volta, vi rendete conto di non riuscire a spiegarlo esaurientemente.
Vale lo stesso per me, cosa credete?
Perché credete che vi abbia riportato altre volte in passato che: “chi c’era sa”?
Ecco quel “chi c’era sa” vale come sempre o forse, a ‘sto giro, anche più di sempre.
Grazie.
Poi c’è stata l’America.
Bellissimo suonare per chi ci abita o per chi ha dovuto lasciare l’Italia per trovarsi un lavoro, come anche per quelli di voi che sono venuti lì apposta.
Concerti fisicissimi.
Divertenti.
Intensi.
Rock’n’roll.
In mezzo c’è stata la registrazione di Alice con De Gregori.
Un onore venire chiamato a farlo.

Con l’anno nuovo dovremmo proseguire nel “giro del mondo in Mondovisione”.
Qualcosa faremo anche in Italia.

Appena i calendari saranno fissati, ve li comunicheranno.

Ci sono altri progetti ma ormai, si sa, sono i social ad annunciarli.

Questo non mi impedisce di dirvi che
vi abbraccio e vi ripeto:
Tenete botta!!!

Luciano

Nei giorni americani non ha perso occasione di condividere i suoi concerti con i suoi ammiratori, postando per ogni tappa la scaletta del concerto. Questa è quella di Miami:

ligabue scaletta

  Blogger per caso. Così mi si potrebbe definire. Nonostante la mia formazione economica, la musica è sempre stato il sottofondo della mia vita e non solo: nel mio curriculum trovate la gestione di un fan club e una tesi di laurea intitolata “Il marketing degli eventi musicali live“. Vivo a Milano e di lavoro faccio la cattiva: sono quella che, quando andate a chiedere un finanziamento, dice di NO! Blogger per caso su All Music Italia.
segui su: