LAURA BONO sbanca la campagna di crowfounding: l’album arriverà ad ottobre e il “Segreto” sarà presto svelato

laurabonoo

E´stata una scelta coraggiosa quella di Laura Bono. Decidere di auto prodursi il nuovo album con la sua etichetta, La Mia isola, e chieder un aiuto consistente ai fan attraverso una campagna crownfounding su MusicRaiser. Una campagna da 15.000 euro, cifra che se alcuni può sembra alta, in realtà è solo una minima parte del budget che serve per produrre un album, realizzarne i videoclip e promuoverlo sulla stampa e nelle radio.

Ma Laura ha vinto la scommessa e tagliato il traguardo in anticipo segno evidente di un pubblico che c’è e che crede in lei e nella sua musica.

La scelta di ripartire da una campagna online di crowfounding per completare il suo nuovo disco ce l’aveva raccontata lei, entusiasta e sincera nel corso dell’intervista che ci ha rilasciato qualche settimana fa (per leggerla potete cliccare QUI):

Ho scelto Musicraiser per due motivi: il primo è prettamente pratico, avendo creato una mia etichetta indipendente che si chiama La mia isola ad un certo punto mi sono accorta che i costi erano diventati esorbitanti e così ho chiesto un contributo ai miei fans per finalizzare il disco. Penso di aver scelto delle cose carine come ricompense a chiunque avrà voglia di sostenere il progetto, cercando di creare con le persone un nuovo punto di contatto e coinvolgimento nella mia vita,  questo rappresenta il secondo motivo della campagna.”

A fine giugno, periodo della nostra chiacchierata con Laura. il progetto stava già viaggiando ad un certo ritmo lasciando presagire un successo garantito, ma la vera sorpresa per la cantante lombarda è arrivata qualche giorno fa, lo scorso 31 luglio con il raggiungimento (ed abbattimento) della soglia  richiesta (15.000 euro) per chiudere i lavori e finalizzare il nuovo album. Ad oggi l’obiettivo di budget è stato completato al 107% quando mancano ancora 3 giorni allo scadere della campagna online per un totale di 16.170 euro raccolti al momento..

Segreto, questo il titolo dell’ (evidentemente) molto atteso album, è il terzo lavoro discografico di Laura Bono se si esclude S’intitola così, disco uscito nel 2006 in esclusiva per il mercato finlandese, ed arriva a cinque anni da La mia discreta compagnia. Nel corso delle ultime settimane i fans della cantautrice hanno avuto modo di gustare delle ghiotte anteprime dei brani che andranno a comporre la tracklist di Segreto seguendo Laura sul suo profilo Facebook ufficiale dove ha postato numerosi video contenenti stralci di canzoni ed altre curiosità.
Al momento i titoli del nuovo disco che sono stati svelati sono: Segreto, Dopotutto è normale, Una Canzone semplice e Sto pensando a te. Parti di queste canzoni si possono ascoltare nella pagina Facebook di Laura qui.

Insieme al disco arriveranno anche degli house concert, dei veri e propri concerti a domicilio che la Laura terrà in acustico, accompagnata da un musicista, a casa di chi ha avuto voglia (o di chi ne avrà) di sostenere il suo progetto su MusicRaiser donando la somma corrispondente a questo genere di ricompensa.

Nell’attesa, oramai breve, di scoprire quale sia il Segreto della nuova musica di Laura Bono, vi lasciamo con il video di Un minuto dolcissimo, l’ultimo brano noto della cantante, rilasciato nel maggio del 2014 e che sarà contenuto nell’album insieme a Fortissimo, la cover di Rita Pavone uscita qualche anno fa.

AGGIORNAMENTO 8 AGOSTO

Alle 11 di questa mattina si è conclusa la trionfale campagna di Crownfounding di Laura Bono per contribuire alla realizzazione del suo nuovo disco in uscita il prossimo ottobre, Segreto.
Il successe di Laura è stato totale se si conta che non solo ha raggiunto l’obiettivo (uno dei più alti visti sulla piattaforma) di 15.000 euro, ma lo ha ampiamente superato arrivando a 20.050 euro.

Quello che arriva attraverso la rocker è un buon segnale per tutti gli artisti italiani, infatti nonostante all’estero il Crownfounding è usato regolarmente e senza problemi da artisti di tutti i tipi (persino il regista Spike Lee lo ha utilizzato), in Italia c’è sempre stata una certa paura da parte di artisti non emergenti o mainstream in questo tipo di operazioni.
Quella di Laura Bono è sicuramente la prima campagna di successo di un’artista già nota al pubblico e mainstream.
Tutta la redazione di All Music Italia fa i complimenti a Laura in attesa di sentire il suo nuovo disco.

laura-bono-musicraiser

  Sono nato a Roma nel 1987, ed è qui che ho deciso di tornare dopo qualche anno di vagabondaggio per studio e lavoro. La musica è la mia passione vera; da sempre ho avuto l’esigenza di ascoltare, scoprire ed esplorare generi ed artisti diversi. La mia vena critica e quella polemica mi hanno portato su All Music Italia dove recensisco i dischi italiani in uscita più interessanti.
segui su: