JOVANOTTI: “Lorenzo Negli Stadi” sulla JovaTV e da settembre al cinema con Muccino

jovanotti-lorenzo-negli-stadi

Doppio appuntamento in arrivo per Jovanotti, prima sulla JovaTV e poi al cinema.

Lunedì 20 giugno, in streaming sulla JovaTV a partire dalle 12, arriva Lorenzo negli stadi 2015, lo show di Jovanotti che ha coinvolto ben 500mila persone nei 13 appuntamenti dell’estate ’15.

Più di due ore di musica prodotta da Trident e registrata per Universal Music durante il concerto dello Stadio San Siro di Milano.

Lo spettacolo viene proposto in esclusiva sulla JovaTV, il calane di Lorenzo curato da Michele Maikid Lugaresi e che offre anche una serie di esclusivi backstage del tour.

Ecco la scaletta del concerto che verrà trasmesso sulla JovaTV.

1) Penso positivo
2) Tutto acceso
3) Attaccami la spina
4) L’Alba link Lyric, La nascita de L’alba
5) Una scintilla
6) Sabato Link clip Link la nascita di sabato
7) Il più grande spettacolo dopo il big bang
8) Bella
9) Stella cometa
10) Ora
11) Fango
12) Il mondo è tuo
13) Non mi annoio Falla girare La scienza bellezza Tanto
14) L’ombelico del mondo
15) Musica
16) L’estate addosso link video e la nascita de LEA
17) Estate
18) Le tasche piene di sassi
19) L’Astronauta
20) Serenata rap
21) Come musica
22) Tutto l’amore che ho
23) La notte dei desideri
24) Tensione evolutiva
25) Mezzogiorno
26) Ragazzo fortunato
27) A te
28) Gli immortali link Interlude
29) Ti porto via con me

Ecco il lungo post di Lorenzo che accompagna l’annuncio (nb dopo il post, trovate un’altra novità!!!):

Il 20 giugno lorenzoneglistadi…lorenzonellostreaming….lorenzoneicomputer….lorenzoneicellulalari…
L’altro giorno ho incontrato un vecchio amico che non vedevo da almeno un paio di anni e che però era al concerto di San Siro in mezzo al pubblico. Abbiamo parlato delle cose della vita e poi del concerto e del fatto che in questi ultimi anni mi sono dedicato solo alla musica e a costruire spettacoli e portarli in giro perché penso che sia quella la mia storia ed è lì che posso offrire qualcosa di autentico e fare la differenza. Allora lui ha annuito e mi ha fatto un complimento che giro a voi perché in realtà riguarda più voi che me. Mi ha detto “ho visto un sacco di concerti e ne vedo sempre tanti ma al tuo succede qualcosa che non vedo mai. Tanta gente diversissima che è felice insieme in quel momento. Guardare il pubblico dei tuoi concerti è uno spettacolo, ed è contagioso, si esce che quella cosa ti resta addosso”. Io non so cosa rispondere a una cosa del genere ma anche io ho avuto quella sensazione durante gli ultimi tour.
Ecco, dovete sapere che io sono molto impaurito dalla parola “felicità” perché, come dire, è la classica parola che pronunciandola svanisce prima dell’ultima sillaba, e non mi azzardo mai a dirla infatti, ho di lei un timore quasi mistico, ma quel mio amico ci ha preso in pieno, devo ammetterlo. Anche io ho avuto la stessa sensazione durante quei concerti, sentivo che quello che stavo dando io mi ritornava indietro moltiplicato . Non ho una risposta sul perché accade ma so quanto lavoro c’è dietro a quegli spettacoli e quanto tutto sia messo a punto proprio perché poi ci si lasci andare ad una sera di felicità (qui la definizione di Wikipedia https://it.m.wikipedia.org/wiki/Felicit%C3%A0 e qui quella della Treccani http://www.treccani.it/enciclopedia/felicita/ ).
Nessun “media” potrà mai restituire la sensazione di quando siamo lì per davvero, questo è chiaro, ma una registrazione con una buona regia è sempre meglio di niente, anzi direi che è una cosa diversa ma per certi versi unica, anche se i concerti sono fatti per svanire, per essere vissuti lì in quel momento, come le esperienze che non si possono sostituire.
La Jova TV è innamorata della musica, ci crede, non solo alla musica che va a caccia di click ma soprattutto alla musica come memoria personale e condivisa, alla musica come esperienza e mistero. Ci vediamo il 20 con il concertone!

Ma le sorprese di Jovanotti non sono finite qui, perché il 15 settembre uscirà nelle sale cinematografiche il nuovo film di Gabriele Muccino intitolato L’estate addosso che conterrà anche la colonna sonora.

jovanotti-film

Anche in questo caso, un lungo post ha accompagnato la notizia, regalando anche curiosità e informazioni sulla nascita della collaborazione.

Mezz’ora fa mi ha chiamato Gabriele per dirmi che il film è pronto! Esce il 15 settembre, questa è la locandina.
Sono andato a risentirmi la musica che ho fatto per il film, io non avevo mai fatto una colonna sonora prima. Ho acceso il computer e cuffie in testa l’ho fatta partire. L’abbiamo registrata a settembre dello scorso anno e da allora non l’avevo più ascoltata. Mi ha fatto un bellissimo effetto. E’ la prima volta per me e ho avuto un approccio totalmente istintivo, non essendo un autore di colonne sonore, mi sono imposto il vincolo di essere veloce, di registrare e finire tutto in una sola settimana, di usare pochi suoni e poco tempo in una session “ fiume”, al contrario di quando si fa un album di canzoni che si può stare in studio anche per mesi interi. Questa cosa mi sembra che abbia funzionato, poi mi direte voi. Quando mi ha fatto vedere il film senza le musiche, che è una storia di formazione con attori giovani e nessuna grande star, ho pensato che avrei voluto una musica fresca ed emotiva, senza orchestra, senza archi, senza nessuno degli elementi tipici della tradizione delle soundtrack, una cosa suonata in diretta come se stesse prendendo forma insieme alla vita dei ragazzi protagonisti della storia.
Questa collaborazione per il film ha una storia abbastanza magica. Due anni fa, ormai quasi 3, Gabriele mi chiamò dicendomi “ho scritto un soggetto di un film che si chiama “L’estate Addosso”. Mentre ero al telefono con lui mi arriva una mail con un mp3 da Riccardo Onori e Christian Rigano, tutto in contemporanea, che diceva “lorè abbiamo buttato giù una cosa ritmica senti se ti piace per scriverci una canzone”. Finita la telefonata con Muccino l’ho ascoltata mentre avevo ancora il titolo del film in testa e ho scritto la canzone di getto, con qualche frase abbozzata ma la melodia e buona parte del testo già definitivi.. Non sapevo nulla del film, se non che parlava di un gruppetto di amici nell’estate dopo la maturità, e niente, era inverno e avevo proprio voglia di immaginare una canzone che parlasse dell’estate, di quell’estate lì, quella che arriva dopo l’esame di maturità, che è imporantissima. il film poi Gabriele l’ha fatto l’anno dopo, mentre L’Estate Addosso era diventata una hit pazzesca (grazie al cielo e a voi) , e mi ha chiesto se volevo fare tutta la colonna sonora oltre a dargli la canzone per i titoli di coda. Io ho detto di si anche se il film girato non lo avevo ancora visto e non avevo letto la sceneggiatura. Sono tutti percorsi che si incrociano tra musica, amicizia, telefonate, email, stadi pieni di gente , studi pieni di musica e alla fine ora ci siamo quasi, il film uscirà il 15 settembre e sono contento per Gabriele perchè è tornato a fare un “piccolo” film senza la pressione delle star e del macchinine hollywoodiano , un film dove lui ha in mano tutto al 100% come ai suoi esordi, e penso che questo faccia bene al film e pure a lui, che è un amico oltre che una forza della natura quando ha una cinepresa in mano. L’estate addosso avrà la mia musica, che ho composto in collaborazione con Riccardo e Christian e risentendola mi è proprio piaciuta. Ci sono anche un paio di sorprese dentro, ma sono sorprese, quindi non ve le posso dire.
‪#‎respiraquestalibertà‬

 

  Blogger per caso. Così mi si potrebbe definire. Nonostante la mia formazione economica, la musica è sempre stato il sottofondo della mia vita e non solo: nel mio curriculum trovate la gestione di un fan club e una tesi di laurea intitolata “Il marketing degli eventi musicali live“. Vivo a Milano e di lavoro faccio la cattiva: sono quella che, quando andate a chiedere un finanziamento, dice di NO! Blogger per caso su All Music Italia.
segui su: