INVERS, nuove partenze con il secondo album “Dell’amore, della morte, della vita”

invers-nuovo-album

A più di due anni dal primo lavoro Dal peggiore dei tuoi figli è stato rilasciato lo scorso 30 gennaio il nuovo album degli Invers, rock band già molto conosciuta negli ambienti indie, intitolato: Dell’amore, della morte, della vita e anticipato lo scorso autunno dal brano Montagne (di cui All Music Italia vi aveva parlato QUI).

Il disco pubblicato dall’etichetta Vina Records va a definire una sorta di rinascita artistica per il gruppo che ha concentrato nelle dieci tracce proposte la volontà di sperimentare nuovi territori creativi sia per quanto riguarda la composizione dei brani che per l’approccio a sonorità e dinamiche musicali mai sperimentate prima, in ogni caso coadiuvate da rock genuino ma sofisticato e testi in cui si guarda decisamente al cantautorato italiano.

invers-copertina-album

Gli Invers si formano nel 2008 a Biella pubblicando l’anno successivo i due ep autoprodotti: Non conosco queste persone e Lʼalbero delle pietre e iniziando a suonare in spazi ed eventi legati principalmente al circuito dei locali piemontesi.

Dal 2011 l’attività live cresce in maniera esponenziale portandoli a diventare una piccola ma solida realtà negli ambienti del rock indipendente italiano, condividendo il palco in svariate manifestazioni con artisti come Ministri e Zen Circus.

A novembre 2012 le energie precedentemente accumulate nell’intensa attività on stage confluiscono nella pubblicazione del primo long playing Dal Peggiore dei tuoi Figli, esordio che inaugura la collaborazione con l’etichetta Vina Records e grazie al quale la band si esibisce tra le innumerevoli date, anche sul palco di Arezzo Wave.

Intanto il videoclip del primo singolo Non preoccupatevi per me (se fuori piove) entra in rotazione su Mtv, mentre il secondo Buongiorno America viene presentato in anteprima su Rock.it, iniziative che spingono le vendite dell’album e gli permettono di essere ristampato.

Tornando alla nuova release, lo stesso gruppo ha motivato con le seguenti parole la decisione di optare per un titolo sicuramente molto incisivo come risulta essere Dell’amore, della morte, della vita…

“Il titolo che abbiamo scelto, Dell’amore, della morte, della vita è il vero filo conduttore dell’intero album; alle volte uno solo, altre volte due, oppure tutti insieme nello stesso brano, questi tre concetti vengono costantemente riflessi nei testi, attraverso i racconti di storie di persone vicine e lontane, unite e divise, presenti e passate oltre che in continua sospensione tra tutto ciò che non ci si aspettava di dover affrontare o ciò che si aveva e che ora non si ha più. Amore, Morte e Vita di persone come noi, e quindi di noi stessi. Dell’Amore, della Morte, della Vita semplicemente perchè è di questo che parla il disco.”

L’album si può ascoltare gratuitamente in streaming sul canale YouTube della band, Spotify e piattaforme analoghe, oltre ad essere disponibile gratuitamente per il download sul sito ufficiale Invers.it dove per gli amanti del “pezzo da collezione” è possibile acquistare la sua versione fisica, versione per altro reperibile anche sulle location dove si svolgono i live.

E a proposito di live vi riportiamo il calendario del tour promozionale, invitandovi per possibili nuovi aggiornamenti a tenere d’occhio la pagina Facebook, Twitter e sito ufficiali del gruppo.

invers-date-tour

invers-date-tour

 

Di seguito infine vi lasciamo con la tracklist di Dell’amore, della morte, della vita e il video che accompagna il primo singolo estratto lanciato a fine 2014: Montagne.

DELL’AMORE, DELLA MORTE, DELLA VITA

01. Oggi S’è Perso
02. Ciò Ch’è Meglio
03. Io Sono
04. Montagne
05. Così Come La Morte
06. Sopra Le Luci Della Città
07. Il Controllo
08. Abbiamo Sentito Dire
09. Nessun Altro
10. Dell’amore, Della Morte, Della Vita

 

 MONTAGNE – INVERS – VIDEO

 

 

 

 

 

  Nato a Napoli nel 198X (dopo i 22 va bene questa informazione!). Ho un diploma come designer di moda e ultimamente faccio il make up artist free lance, le mie passioni sono l'arte, la scrittura e senza dubbio la musica! Amo tutto ciò che riguarda il mondo degli “addetti ai lavori”, una delle cose che faccio quando compro un cd è vedere chi lo produce, la casa discografica, i collaboratori e mi piacerebbe entrare sempre più in contatto con questa realtà. Sono un discepolo della cultura POP in generale, non guardo più la televisione da un po' (in compenso leggo di più) ma non mi dispiacerebbe in futuro ideare un programma, saltuariamente scrivo testi di canzoni, sono uno di quelli che vorrebbe vedere un suo testo in un disco di Mina o Patty Pravo per dire...siamo in tanti lo so.
segui su: