Gli OBLIVION e il sorprendente mash-up di tutti i brani vincitori di SANREMO

oblivion

Da qualche anno a questa parte, il mercato internazionale, soprattutto quello statunitense, ha visto balzare al successo i Pentatonix. Quintetto vocale vincitore del talent show Sing-Off riuscito a far tornare in classifica il canto a cappella con una importante dose di contemporaneità.

Anche l’Italia ha i suoi Pentatonix. Anzi… aveva già prima del loro successo. Sono gli Oblivion, anch’essi un quintetto, formato da Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli.

Attivi fin dal 2003, sono un gruppo musicale-teatrale partito dal musical, con le esperienze individuali dei componenti.

Gli Oblivion si sono fatti notare in rete per i divertenti video I Promessi Sposi in 10 minuti, L’inferno in 6 minuti, Pinocchio in 6 minuti e Avatar in 6 minuti, ma anche in teatro con diversi spettacoli, tra i quali Oblivion: The Human Jukebox, attualmente in tour nei principali teatri italiani fino a maggio 2016, e Othello, La H è muta.

Hanno due brani in vendita, C’è bisogno di zebra e Tutti quanti voglion fare yoga e grazie a Parla con me, Zelig e Panariello sotto l’albero è arrivata anche la visibilità in tv.

L’ultimo loro gioiellino è un mash-up tutto sanremese. Gli Oblivion sono riusciti a comprimere le 65 canzoni vincitrici del Festival in 5 minuti, dando prova della loro creatività e del loro talento. E se Carlo Conti li chiamasse come ospiti a Sanremo?

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: