Giuliano Sangiorgi dei Negramaro: dalle prime parole sulla paternità al brano sui figli scritto per Syria

Giuliano Sangiorgi

La notizia ha fatto il giro del web quando, prima con un post su Instagram, quindi durante il concerto dei Negramaro allo Stadio San Siro di Milano, Giuliano Sangiorgi ha annunciato al pubblico presente che sarebbe diventato presto padre.

Interpellato dall’inserto de Il Corriere della sera, Liberi tutti, che ha dedicato al cantautore e alla compagna Ilaria Macchia (sceneggiatrice e scrittrice) la copertina Giuliano ha scritto una sorta di dedica/lettera in cui si è messo a nudo….

Ilaria me lo ha detto per come temevo sarebbe successo a noi, conducendo da sempre una vita in continuo movimento verso qualche posto: al telefono, mentre scendevo da un aereo qualsiasi a Londra, impietrito, davanti a una scala mobile, con le valigie in mano e con il cuore in gola. – Diventi padre, amore! Aspettiamo un figlio, sarà divertente!!! -. E io che non ci ho capito niente le ho chiesto di ripetere L-E-N-T-A-M-E-N-T-E perché proprio non avevo sentito la parte in cui mi diceva che aspettavamo un bambino… proprio no!

Ecco come l’ho saputo. E´bello sapere che non sarà sola con me e mamma Ilaria, ma avrà milioni di zii e zie, di madri e padri, di tutte quelle persone che sapranno amarla e sapranno farsi amare da lei, che intanto avrà imparato da noi che ovunque potrà sentire l’amore proprio là, in quel posto, troverà sempre la sua famiglia. Spero che tu possa amarmi amore mio per come già ti amo io, senza conoscerti. Tuo padre, Giuliano!.”

Tra l’altro, ironia della sorte, un anno e mezzo fa circa Giuliano Sangiorgi aveva scritto una canzone in cui si immedesimava in un genitore che parla ai suoi due figli. Il brano è stato composto per la cantante (e amica) Syria. La canzone intitolata Se Sapessi è contenuto nel Best of della cantante, 10+10, uscito lo scorso anno.

A seguire il testo.

SE SAPESSI – SYRIA – TESTO
(Autore: Giuliano Sangiorgi)

Se sapessi quanto ti ho aspettato
Rideresti senza aver più fiato
Mi troveresti forse un po’ buffa
Ora è meglio che dormi
Così ti guardo

Se sapessi quanto ti ho cercato
Conteresti gli anni che ho vissuto
Mi troveresti quasi bugiarda
Ora è meglio che dormi
Così ti canto

Bimba, che importa sapere del tempo
Che ti ha nascosto
Fino ad adesso
Quello che conta è sentirti qui accanto
Mentre tu dormi io dimentico il mondo

Se sapessi quanto ti ho voluto
Capiresti forse l’infinito
Ti perderesti nel desiderio
Ora è meglio che dormi
Così ti voglio

Bimbo, che importa sapere del tempo
Che ti ha nascosto fino ad adesso
Quello che conta è sentirti qui accanto
Mentre tu dormi io dimentico il mondo

Bimbi, che importa sapere del tempo
Che vi ha nascosto fino ad adesso
E per voi basti sapere che c’è
Un nuovo mondo per noi
Che ci appartiene, d’ora in poi
Al mio risveglio, spero soltanto mi sussurriate ‘mamma’
D’ora in poi al nostro risveglio spero ogni giorno vogliate gridarmi
Da sempre sarà

Se sapessi quanto io vi ho amati
Senza avervi neanche conosciuti

Prezzo: EUR 18,69

 

 

  
segui su: