ERMAL META conquista l’Alcatraz di Milano con un sold out da 3.000 persone

ermal meta

Ieri sera Milano ha celebrato il successo di uno dei cantautori più bravi del panorama musicale italiano che, dopo anni di gavetta, ha finalmente trovato la sua definitiva consacrazione all’ultimo Festival di SanremoErmal Meta.

Il concerto dell’artista, attualmente diviso tra tour e partecipazione ad Amici di Maria De Filippi nel ruolo di giudice, si è svolto all’Alcatraz di Milano con un sold out di quelli veri…  tremila persone circa accorse per ascoltare le canzoni di Meta. Tra loro, ovviamente in prima fila, i fan della prima ora, quelli che il cantautore ha ribattezzato i Lupi di Ermal, un esercito di amanti della buona musica e dei contenuti sempre pronti a supportarlo. In apertura le splendide canzoni di una delle cantautrici più intense della musica italiana, Andrea Miró.

ermal meta

Ermal ha presentato al pubblico i brani dei suoi due album da solista, Umano e Vietato morire, in una scaletta composta da 23 brani in totale.
Per oltre due ore l’artista ha cantato, saltato sul palco, suonato la chitarra, si è emozionato, ha sorriso, ha ringraziato i presenti e ha regalato loro anche due chicche, Buio e luce, canzone che gli valse la prima partecipazione a Sanremo con il suo gruppo di allora, La Fame di Camilla, e una versione rockeggiante di Straordinario, brano donato a Chiara che lo presentò in gara sempre al Festival di Sanremo nel 2015.

ermal meta

Diversi i momenti di commozione dello spettacolo… il primo lo ha visto da solo sul palco interpretare Amara terra mia di Domenico Modugno, la canzone con cui ha vinto quest’anno la serata delle cover del Festival di Sanremo, e poi il finale con A parte te, il brano il cui inciso è stato inizialmente cantato da Fiorella Mannoia in un brano di Moreno, in cui il pubblico ha tolto il fiato ad Ermal cantandolo dalla prima all’ultima nota.

ermal meta

Per ringraziarli tutti il cantautore ha voluto scendere a cantare in mezzo a loro prendendo letteralmente tutto il loro affetto e godendosi ogni attimo di questo sogno realizzato dopo anni di gavetta.
Sul palco a condividere con lui questo momento la sua band formata da Emiliano Bassi (batteria), Andrea Vigentini (chitarra e cori), Dino Rubini (basso), Marco Montanari (chitarra) e Roberto Pace (tastiera e pianoforte).

ermal meta
Il tutto in una serata che sa di rivalsa e perseveranza, la musica che risuona come un inno alla vita perché come canta Ermal Meta è Vietato morire.

ermal meta

Ecco la scaletta del concerto:

1. Odio le favole
2. Pezzi di paradiso
3. Lettera a mio padre
4. Gravita con me
5. Piccola anima
6. Ragazza paradiso
7. Bob Marley
8. Voodoo Love
9. Volevo dirti
10. New York (Acustico)
11. Amara terra mia (Acustico)
12. Umano
13. Buio e luce
14. Come il sole a mezzanotte
15. Vietato morire
16. Rien ne va plus
17. Schegge
18. La voce del verbo

19. La vita migliore
20. Bionda
21. Straordinario
22. Era una vita che ti aspettavo
23. A Parte te

ermal meta

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: