ERMAL META & FABRIZIO MORO: per la RAI il brano risulta inedito ma la stampa incalza. In corso accertamenti

Ermal Meta & Fabrizio Moro

Ieri sera il sito AltroSpettacolo, riprendendo la notizia da un gruppo Facebook, l’Italian Music Official, ha reso noto che il brano presentato in gara al Festival di Sanremo da Ermal Meta & Fabrizio Moro, non ci avete fatto nulla, ha una parte di testo in comune con un’altra canzone, Silenzi, presentata a Sanremo giovani qualche anno fa e finita nei 60 finalisti senza accedere alla manifestazione ma finendo comunque sul sito Rai in ascolto.

L’ombra dell’esclusione si è quindi abbattuta sui due artisti che, questo va detto, in alcune interviste realizzate ieri pomeriggio, prima che il caso scoppiasse, avevano già fatto comunicato questa cosa. Ma cosa è successo realmente andando a guardare i semplici fatti?

Co-autore del brano Sanremese della coppia Meta-Moro è il cantautore Andrea Febo che ha composto il brano Silenzi, presentato da Ambra Calvani e Gabriele De Pascali a Sanremo giovani come dicevamo qui sopra.

Il brano non arrivo sul palco dell’Ariston e il cantautore chiese, come suo diritto (diritto all’oblio), che il brano fosse eliminato dal sito della Rai, cosa non avvenuta infatti in quanto la canzone fino a ieri risultava ancora online.

A questo punto, come spesso succede, Febo ha deciso di portare la canzone in altre direzioni e ne ha parlato con il suo amico Fabrizio Moro che a sua volta, conquistato dall’inciso, ha contatto Ermal Meta chiedendo di lavorare insieme al brano. Così dalle ceneri di Silenzi è nata Non mi avete fatto niente.

Ma cosa hanno in comune esattamente i due brani. Nessuna parte delle strofe, completamente riscritte cambiando il tema (Silenzi parlava di Mafia, il nuovo brano di terrorismo), ma rimane uguale l’inciso, per l’esattezza questa parte:

Leggi anche:  VIDEO INTERVISTA a ELIO E LE STORIE TESE: "Vogliamo arrivare ultimi, ma ci sono troppi aspiranti per quel posto"

Non mi avete tolto niente
non avete avuto niente
questa è la mia vita che va avanti
oltre tutto ed oltre alla gente
non mi avete tolto niente
non mi avete fatto niente…

Contattato lo staff dei due artisti ha confermato inoltre che la Rai era stata informata sulla genesi della canzone e che erano state poste domande al riguardo. La risposta era stata che il regolamento prevede che un massimo di 1/3 della canzone presentata in gara può essere campionato/ripreso da un brano edito, ma che non deve essere superata per l’appunto superata la percentuale del 33%. Ed infatti questa regola è riportata sul regolamento del Festival di Sanremo.

Ora non è chiaro da una prima occhiata al regolamento se questi terzo conta una volta sola o, se ripetuto nel brano, conta nel totale della sua durata.
Di sicuro quello che non sussiste è il plagio. Infatti lo stesso autore del brano originale, Andrea Febo, risulta co-autore della canzone, quindi la sua è quella che in gergo viene definita un autocitazione, qualcosa che, come ha fatto notare in conferenza stampa Baglioni era successo già qualche anno fa con un brano degli Avion Travel.

Il regolamento Rai, come hanno fatto notare in sala stampa i giornalisti, è duttile in queste situazioni valutando a seconda della gravità della situazione (e dei direttori artistici/Direttori di rete in carica). Nel passato recente per esempio ci sono stati casi come quello di Loredana Bertè squalificata o di Chiara Civello, presente con un brano già online sul sito Rai di Sanremo giovani presentato da Daniele Magro, rimasta in gara.

Leggi anche:  Alcune delle più belle canzoni di MILVA con rarità e brani in giapponese raccolte in un triplo cd

Va comunque detto che in questi ultimi due casi però si parla di intere canzoni non inedite, mentre nel caso Ermal Meta & Fabrizio Moro si parla del solo ritornello.

COSA HA DICHIARATO LA RAI?

Nella conferenza stampa di stamattina la Rai ha sottolineato come per la regola della percentuale del 33% di brano edito a tutti gli effetti la canzone per loro ha i requisiti di brano inedito e che quindi gli artisti restano in gara. Sono in corso comunque ulteriori accertamenti.

LE DICHIARAZIONI DI BAGLIONI

A chi ha fatto notare a Baglioni che il ritornello è una parte molto importante di una canzone, il Direttore artistico ha risposto così:

…in ogni a caso a prescindere da questa situazione, nella musica non viene più considerato così rilevante il ritornello nella forma canzone come accadeva un tempo.

Nella nuova forma canzone le cose sono diverse. Voi mi fate l’esempio di Piccolo grande amore, vedete quel brano ha quattro parti che si ripetono nello stesso modo, è difficile quasi riconoscere il ritornello…

C’è tutta una giurisprudenza che va molto cauta sulle questioni di plagio anche perché attualmente siamo rovinati dal punto di vista della musica popolare visto che tutto è già stato scritto… in ogni canzone, del festival e non, troverete dei riferimenti perché ahime, son 12 le note da poter giostrare, e si rimane influenzati da quello che ci arriva alle orecchie… persino Morricone ritiene ridicola l’accusa di plagio in generale. Io personalmente ho una posizione molto prudente e lascio che siano fatti i dovuti accertamenti.

Anzi, vi prego solo di non improntare tanto delle vostre energie su questa cosa che è importante ma meno centrale di tante altre cose.
Io personalmente sono preoccupato solo di avere un giudizio corretto e di essere informato dei fatti.

 

Leggi anche:  CARMEN CONSOLI & Friends live per aiutare i bambini di Namastè

In conclusione quindi da una parte c’è il fatto che la parte della canzone è un auto citazione dell’autore stesso del brano, che la Rai era stata informata e che il regolamento indica che un terzo della canzone può essere edito.

D’altro canto c’è il fatto che i brani per essere ritenuti inediti non dovrebbero generare introiti (la canzone caricata sul sito Rai e non prontamente rimossa come richiesto dall’autore, ha generato 12 euro di ricavi secondo la Siae) e che pare che la canzone sia stata eseguita pubblicamente in due occasioni.

Oggi la Rai andrà a fondo alla questione e si pronuncerà in merito, per il momento, salvo casi di rotta i due artisti restano in gara e si esibiranno questa sera sul palco dell’Ariston.

 

  
segui su: