DANIELA PEDALI: da Sanremo a La Voz México

daniela_pedali_2012

Ad inizio settembre è partita la quarta stagione de La Voz México, tra i coach la formidabile Laura Pausini, che ad oggi non è più l’unica italiana nel cast della famoso talent show. Tra i concorrenti, infatti, è approdata un’altra delle nostre interpreti femminili: Daniela Pedali.

La cantante pugliese si è presentata alle Blind Audition cantando Sola otra vez, la versione spagnola di All by myself, un vero trionfo. La prima a girarsi è stata proprio la nostra Laura, seguita poi da tutti i restanti capi squadra. Laura Pausini non l’ha riconosciuta nemmeno una volta giratasi e quando la cantante esordisce con “Soy italiana“, la Pausini sprizza di gioia; ma la scelta cade sul Team di Ricky Martin.

Daniela Pedali La voz

Il debutto discografico di Daniela Pedali arriva nel 2001 con la cover R&B de La voce del silenzio, singolo apripista del primo album Libera. Nel 2003 partecipa al Festival di Sanremo con la romantica ballata Vorrei. Nel 2005 pubblica Amore, album in spagnolo per il mercato latino americano, che raggiunge le 300.000 copie vendute, vincendo tre dischi di platino (fonte Wikipedia). Nel 2010 viene premiata ai Wind Music Awards come Miglior Artista emergente.

Con ben sei dischi all’attivo, l’ultimo Pop in Jazz del 2012, Daniela Pedali non ha mai raggiunto il grande successo in patria ed ora, grazie ad una vocalità di rispetto e ad una interpretazione impeccabile e ricca di pathos, guadagna la sua grande occasione a The Voice, versione messicana.

Noi di All Music Italia le facciamo un grande in bocca al lupo, seguiremo la sua avventura musicale oltreoceano e vi terremo aggiornati.

  Laureato in “Arti e Scienze dello spettacolo”, attualmente frequento il Corso di Laurea Magistrale “Professioni dell’Editoria e del Giornalismo“. Grande appassionato di TV e Musica non mi perderei un Festival di Sanremo per niente al mondo. Prediligo il pop italiano e mi appassionano gli artisti emergenti. Domani vorrei essere un giudice di X-Factor. Scrivere è quello che mi riesce meglio. Segretamente aspirante paroliere.
segui su:

  • Alessandro

    È pugliese non calabrese…orgoglio salentino..