Classifica italiana: debutto amaro per SISTER CRISTINA

sistercristina

Solo dei giganti potevano togliere lo scettro ad un altro gigante. Scambio di posizioni al vertice questa settimana con i Pink Floyd che agguantano la numero #1 grazie a The endless river, dopo aver debuttato in seconda posizione una manciata di giorni fa, e Vasco Rossi scende alla #2 con Sono innocente spianando la strada alla band iconica, tornata con un album di inediti dopo 20 anni di assenza.

Alla #3 rispunta un’altra band dei record, sebbene più recenti. Si tratta dei Modà che fanno debuttare nei piani alti la loro nuova raccolta Modà 2004 – 2014 L’originale, dieci anni di successi raccolti in un solo progetto, per tutti i fan della prima ora e per i nuovi acquisiti.

Si scende alla #4 e si fa ancora la storia. Sì, perché in quarta piazza si posiziona Francesco De Gregori con il nuovo Vivavoce, altro progetto antologico, che riesce a tenere alle spalle i Queen e la compilation Queen Forever.

Alla #6 c’è la prima donna della classifica settimanale, Emma, con il cd+dvd E live, appena pubblicato, alla #7 irrompono i Foo Fighters con Sonic highways mentre alla #8 (-5) ritroviamo Fiorella Mannoia con l’altra raccolta della top ten (l’ennesima?).

Chiudono la prima parte della chart gli U2, alla #9 (-5) con Songs of innocence, e Fedez, alla #10 (-4) con Pop-hoolista.

Debutto al di sotto delle aspettative per l’ultima vincitrice di Amici Deborah Iurato che con l’album Libere entra fermandosi alla #11. D’altronde il singolo di lancio, L’amore vero, è passato piuttosto inosservato, relegandola nelle retrovie della classifica.

Alla #12 (-5) ancora un progetto antologico (non saranno un po’ troppi?) Eros 30 di Eros Ramazzotti seguito alla #13 (-8) dalla riedizione de A’ verità di Rocco Hunt e alla #14 (-3) da Il padrone della festa di Fabi-Silvestri-Gazzè.

Alla #15 ritroviamo Tempo reale di Francesco Renga. Se la memoria non ci inganna è la prima volta, dopo 36 settimane dal debutto, che il cantante bresciano d’adozione finisce nella seconda parte della classifica. Senza dubbio è l’unico reale (ça va sans dire) successo sfornato dall’ultimo Festival di Sanremo, almeno per quel che riguarda i Big.

Alla #16 (-8) c’è Paolo Conte con Snob mentre possiamo finalmente salutare il debutto di un album post-The Voice of Italy in top 100. Ovviamente è il disco omonimo di Sister Cristina, contenente il controverso singolo di lancio Like a virgin, ed altre cover in inglese e portoghese, oltre a due inediti (Fallin free e L’amore vincerà), che debutta alla #17.

Un ingresso davvero amaro se si pensa a tutta la pubblicità ottenuta dalla suora canterina nel nostro paese (e non solo, ma questo conta poco ai fini della classifica italiana). Un risultato che si poteva comunque immaginare visto che, nonostante l’ampio consenso di pubblico (= televoto) durante la finale del talent di Rai Due, l’andamento del singolo Lungo la riva su iTunes fu catastrofico.

Quale sarà ora il futuro per la sorella? L’Italia sembra molto francamente disinteressata a questa operazione commerciale e con molta probabilità l’exploit di Sister Cristina nella discografia mondiale rimarrà relegato a questo singolo progetto.

Chiudono la top 20 Ligabue, alla #18 (-6) con Mondovisione, l’ennesima new entry Alice, alla #19 con Weekend, e i Subsonica, alla #20 con Una nave in una foresta.

Si segnala poi il debutto di Renzo Arbore alla #22 con il suo ultimo doppio cd E pensare che dovevo fare il dentista.

Nella classifica dei singoli più scaricati in digitale e ascoltati sulle piattaforme streaming podio invariato: alla #1 c’è Bailando di Enrique Iglesias, alla #2 Magnifico della coppia Fedez-Francesca Michielin e alla #3 Chandelier di Sia.

Da segnalare la risalita vertiginosa di Hozier che dopo aver cantato Take me to church ad X Factor entra in top ten alla #7, guadagnando ben 44 posizioni!

Pochi altri singoli italiani in top 20: alla #9 (-4) Parole di cristallo di Valerio Scanu, alla #17 (-1) Greygoose di Cesare Cremonini, alla #18 (-3) Generazione boh di Fedez.

Dov’è finito Tiziano Ferro?

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su:

  • Conte Max

    Chiudo la discussione con delle precisazioni perché mi sembra che forse il punto non è chiaro!
    Le mie critiche non sono rivolte al commento che qui si fa della classifica… ma all’operato della casa discografica… ovviamente il mio stato di fan mi pone secondo logica “automaticamente” come non obiettivo… ma basta fare un computo quantitativo e oggettivo (non soggettivo) delle risorse investite in promozione per trarne delle conclusioni e parlo di investimenti reali… soldi spesi… che penso sia un dato molto oggettivo!
    Che poi la classifica sia questa non ci piove… e se da un punto statistico il 17esimo posto può sembrare un debutto amaro per una qualsiasi popstar… personalmente penso che sia già molto (ripeto… non avrei mai pensato che il CD di Suor Cris potesse arrivare fra i primi 20)…
    PS: chiudo con una nota… come ho detto prima non ho potuto ancora comprare il CD perché al mio Trony di fiducia sono arrivati solo mercoledì 19 e le loro 30 copie sono volate in 2 giorni! Giusto 4 ore fa sono andato da Euronics deciso a comprare il CD… ma non l’ho trovato… pensavo fosse esaurito vedendo gli scaffali pieni zeppi delle ultime uscite…della Iurato c’erano almeno 40 copie ad occhio, del CD di Emma e di Vasco Rossi una quindicina di copie a testa… chiedo al commesso… “scusi ma il CD di suor Cristina?”… e la sua risposta mi ha sorpreso e confermato quanto penso “mi spiace ma ancora non ci è arrivata… ci sono dei ritardi”… naturalmente questi sono solo due asi limite… sarò stato molto sfortunato… però magari la Universal… se invece di un 17esimo posto aspirava che so… al quinto… avrebbe potuto quanto meno assicurarsi che per giorno 11 tutti i principali distributori fossero riforniti… ma si sa… gli esperti della promozione e dei lanci sono loro… per fortuna esiste Amazon per le copie digitali… e considerando l’andazzo… forse avrei dovuto ordinare pure la copia fisica da loro!
    Saluti!

    PS: Condivido… Ordinary world è molto bella… suor Cris canta molto bene in portoghese (su internet può trovare un video di quando canta Sem Voz di Rosa de Saron che è bellissimo al netto dell’amatorialità del filmato)… personalmente adoro Fallin’ Free ma questo perché preferisco il genere… se non sapessi che fosse scritta da lei non penserei mai che quel brano possa stato essere scritto da una cantante italiana… sia per ritmo che per la difficoltà stessa del brano!
    Fare una classifica è difficile… anche Try è molto bella… forse quello su cui potremmo concordare è il pezzo meno riuscito… per quanto Price Tag sia cantata bene non aggiunge nulla di nuovo alla versione originale e sinceramente il featuring non è dei più riusciti! Personalmente pongo come obiettivo per questo album 120.000 copie vendute in tutto il mondo (che magari a voi potranno sembrare poche)… per una suorina al debutto non sarebbe male e sarebbe una buona base per un disco stavolta veramente tale composto interamente da brani inediti… considerando Fallin’ Free e le scelte musicali di questo primo disco il risultato sarebbe sicuramente migliore (sia qualitativamente che commercialmente… anche se questo secondo… all’artista interessata non interessa molto)!

  • concordo con conte max e comunque non volevo davvero dare del poco professionale a scarpone e che irruento come sono mi è scappata qualche parola di troppo. Staremo a vedere per me cmq suor cris rimane fantastica

  • Conte Max

    Io sarò ingenuo e lei si occupa di classifiche… ma io seguo l’artista in questione… e le ridico quanto segue:
    1) la promozione fatta dalla casa si è limitata a quanto detto… lei parla di servizi… quali? Forse quelli infamanti e beceri andati in onda sulla Rai dove persone del calibro della Pettinelli ne hanno dette di cotte e di crude? Oppure la Maionchi? Se questo per lei è la pubblicità che fa vendere dischi… se vuole le cito tutti i giornalisti che hanno inveito contro Sr Cris scrivendo e facendo campagna contro di lei… vabbè direi di sorvolare su questo… per promozione si intende magari fare almeno 3 esibizioni live prima del lancio del disco magari una in prima serata… o cmq dare una prima serata come ad altri artisti della stessa casa è stato dato e che hanno avuto un debutto più generoso… vabbè sorvoliamo anche su questo!
    Considerando che la classifica si riferisce alla settimana che va dal 10 al 16 e che il disco è uscito giorno 11 (1 giorno in meno) con notevoli problemi di distribuzione… le faccio un esempio che non fa statistica ma che rende l’idea… ad esempio il gruppo Trony di mio riferimento che conta 20 negozi aveva ordinato 1000 CD consegnati solo mercoledì 19… e in quello vicino casa mia son volati 30 CD in 2 giorni e ho trovato un bel cartello SOLD OUT… già io che sono un fan ancora non ho comprato il CD visto che gli arriveranno la prossima settimana…. e altri miei amici mi hanno informato che al debutto giorno 11 ad esempio non erano ancora disponibili alla Feltrinelli o alla Mondadori (sono arrivati successivamente)… naturalmente questi sono solo esempi…
    Inoltre riguardo la proposta artistica… non capisco perché si sia diffusa l’idea che Sr Cris debba essere in testa alle classifiche… solo perché i media hanno parlato di lei?
    Non è diversa da nessun altro artista… ha un suo pubblico che non è limitato all’Italia ma che non è certo di massa… personalmente ritengo il 17esimo posto un buon esordio per una cantante uscita da un talent show al suo primo disco… un disco che, per quanto bellissimo e di qualità (sia per merito della sua voce che del lavoro di Elvezio Fortunato con gli arrangiamenti) è composto principalmente da cover e solo 2 inediti (di cui uno bellissimo scritto dalla stessa Sr Cristina… Fallin’ Free)…
    Lei è un professionista del settore… un album di debutto composto di cover non è al primo posto in classifica? Ma dai? Sinceramente non capisco lo stupore… il pensavo ate le premesse che non sarebbe entrata nemmeno nella TOP 20 e voi vi stupite del 17esimo posto? Forse vediamo la questione da due punti di vista differenti!
    Suor Cristina non arriverà mai in testa alle classifiche con questo disco… (forse in futuro con il prossimo di soli inediti potrebbe)… ma considerando che cmq il disco è entrato in classifica in molti stati nel mondo… cmq alla fine il numero di copie vendute per una debuttante sarà più che soddisfacente… (magari non per la casa discografica che voleva lucrarci sopra) ma per lei sicuramente!

    Che la Universal abbia fatto una promozione misera è fuori di dubbio (in Italia non sono nemmeno stati diffusi i trailer del disco che invece girano in Corea… e per vederli noi fan abbiamo dovuto prendere il video sottotitolato in coreano…. ci rendiamo conto??? Ma questo non si verifica certo solo con Sr Cris… la Universal ha con diversi artisti toppato alla grande nella promozione e questo è un dato di fatto… non so chi siano i loro responsabili marketing ma farebbero meglio a svegliarsi perché altre Major come Sony e Warner lavorano molto ma molto meglio!

    • Cristian Scarpone (Caporedattore)

      Decisamente vediamo la questione da punti di vista molto differenti. Cito solo due frasi del suo lungo discorso: “Ritengo il 17esimo posto un buon esordio per una cantante uscita da un talent show al suo primo disco” – “Un album di debutto composto di cover non è al primo posto in classifica? Ma dai? Sinceramente non capisco lo stupore”.

      Beh, potrei farle molteplici esempi di dischi d’esordio di cantanti usciti da un talent show (alcuni anche di cover) con debutti decisamente migliori, addirittura primi posti in classifica, permanenza in top 10 per diverse settimane ecc. Che poi Sister Cristina abbia un pubblico differente è palese, ma non bisogna negare l’evidenza: soprattutto in questo periodo di crisi discografica in cui basta un numero risicatissimo di copie vendute rispetto al passato il dato di debutto è deludente.

      Quindi la mia disamina sul debutto di quest’album non ha alcuna falla, e lo ribadisco.

      La differenza è che io vedo la questione da semplice analista di classifiche (in questo caso) e non da detrattore di Sister Cristina come mi è stato detto, lei invece è un fan molto appassionato della stessa e me ne compiaccio, ma purtroppo in questi casi non si riesce a vedere la questione in maniera obiettiva, me lo permetta.

      Le dico inoltre che ho ascoltato il disco appena disponibile su Spotify e ho trovato molto gradevoli diverse reinterpretazioni, la mia preferita è la versione in portoghese di Ordinary world dei Duran Duran.

  • Un ingresso davvero amaro se si pensa a tutta la pubblicità ottenuta dalla suora canterina nel nostro paese (e non solo, ma questo conta poco ai fini della classifica italiana). Un risultato che si poteva comunque immaginare visto che, nonostante l’ampio consenso di pubblico (= televoto) durante la finale del talent di Rai Due, l’andamento del singolo Lungo la riva su iTunes fu catastrofico.

    Quale sarà ora il futuro per la sorella? L’Italia sembra molto francamente disinteressata a questa operazione commerciale e con molta probabilità l’exploit di Sister Cristina nella discografia mondiale rimarrà relegato a questo singolo progetto.

    questa parte è un aggiunta assolutamente arbitraria………lei conosce le classifiche negli altri paesi? come fa a dire che la sua carriera finisce qui? Quello che vorrei dirle e che questa sorella è apprezzata in tutto il mondo quindi ci andrei con i piedi di piombo a definire finito il percorso di suor cristina dal punto di vista canoro.

    • Cristian Scarpone (Caporedattore)

      Sig. Vincenzo, lei dimentica due cose fondamentali:

      1) Questo articolo, come tutti gli altri legati all’andamento della classifica italiana pubblicati su questo sito, sono degli articoli da me commentati. Non mi limito a pubblicare le posizioni (basterebbe andare sul sito ufficiale FIMI) ma, di comune accordo con il direttore, dico anche la mia, ove ritengo necessario, per interpretare al meglio il successo o l’insuccesso di un lavoro discografico. Quindi quella che lei ritiene “un’aggiunta assolutamente arbitraria” trattasi del mio commento che in questo articolo non è assolutamente fuori luogo, vista la natura dello stesso. Con questo non voglio dire che bisogna essere per forza d’accordo con il mio pensiero, sia chiaro, ma sottolineo che non è un’aggiunta fatta tanto per, legga anche gli altri articoli precedenti e troverà lo stesso peso e le stesse misure.

      2) Ho scritto “con molta probabilità” e non “con assoluta certezza”. L’utilizzo delle parole è ben ponderato. E ho scritto quell’espressione non perché la sorella non meriti di pubblicare dischi e/o di cantare, figuriamoci, canta davvero chiunque al giorno d’oggi, semplicemente conoscendo l’andazzo della discografia italiana so che un risultato del genere difficilmente potrà soddisfare i “datori di lavoro” tenendo conto dell’investimento che c’è dietro il progetto. Poi indubbiamente si tratta di una posizione di debutto, magari salirà la prossima settimana (glielo auguro, a me in tasca non entra nulla in ogni caso) e non mi sottrarrò dal sottolineare la positività dell’accaduto, magari scenderà, chissà, lo scopriremo.

      Aggiungo inoltre che sì, conosco le classifiche degli altri paesi. Per lavoro e passione ho sotto controllo le classifiche europee e mondiali e, si fidi, se non ne è ancora a conoscenza, l’album di Sister Cristina è passato piuttosto inosservato un po’ il tutto il mondo, con posizioni di picco (le cosiddette “peak position”) molto modeste.

      Ci ritroveremo di nuovo qui a commentare il percorso discografico della suora, ne sono certo. Alla prossima!

  • non ho volutamente messo 2 commenti ma pensavo che nn l’avesse pubblicato quindi mi scuso di questo. Diciamo che contesto il modo viene detto e non quello che viene detto. Insomma il suo commento mi sembra più una presa di posizione contro già a priori, che un articolo obiettivo. Questo volevo dire. Al di là di ogni offesa che non era mia intenzione. Insomma 17esima la prima settimana in italia per me non è una brutta posizione. vabbe la saluto

  • diamo tempo a suor cristina…parlare di debutto amaro è alquanto ridicolo. E’ comunque tra le top 20. Ti pare poco? Ma cambiare mestiere no? Rif. caporedattore

    • Cristian Scarpone (Caporedattore)

      Innanzitutto non comprendo l´utilitá di mandare due commenti diversi facendo finta che provengano da due utenti differenti ma in realtá, come l´IP certifica, é sempre lei, signor Vincenzo De Martino, a scriverli.

      Leggo e rileggo il mio commento e non trovo nulla di poco professionale. Se sottolineare la realtá delle cose significa essere poco professionali, lo saró sempre. Dall´altra parte, ahimé, leggo invece i soliti commenti denigratori da fan club imbufalito che pur di difendere il proprio idolo passa sopra la dignitá e il lavoro altrui come un carro armato.

      E tenga conto che, nonostante lei infanghi il mio nome e la mia professionalitá, sono altamente democratico, tanto da decidere di pubblicare entrambi i commenti offensivi, perché non ho nulla da nascondere.

      Un ultimo appunto: faccia in modo che la passione per un cantante non la porti mai oltre i limiti.

      La saluto.

  • vincenzo

    che articolo becero è ovvio che il signor caporedattore è un detrattore di suor cristina se no non si esprimerebbe con toni poco professionali. Cominciamo: in una settimana essere alla posizione 17 è un risultato straordinario se consideriamo che come novità artisti molto più famosi o quotati sono addirittura oltre la 50esima posizione. Diamole tempo non si può parlare di debutto amaro dopo solo una settimana dall’uscita. Caro caporedattore credo che la professionalità è altro…..

  • Conte Max

    Ehm… a proposito di Suor Cristina… di quale pubblicità parlate?
    Ricapitoliamo… 1 sola intervista da Fazio prima del lancio del disco dove non si è nemmeno esibita Live… poi tre interviste rilasciate a settimanali (Famiglia cristina, Vanity Fair e Donna Moderna) usciti a fine settimana dopo il lancio del disco… e 1 sola esibizione live la domenica pomeriggio ad una settimana dall’uscita del disco…
    E questa voi la chiamate pubblicità??? Promozione??? Non semini nulla e vorresti poi raccogliere qualcosa???
    Suor Cristina ha una stupenda voce… il disco prodotto da Elvezio Fortunato è musicalmente di alto livello… ma se la Universal non è capace di fare promozione… come posso dire… Suor Cristina canta da Dio ma i miracoli non li può fare nemmeno lei di fronte all’incompetenza!!!

    • Cristian Scarpone (Caporedattore)

      Mi sembra un tantino ingenuo da parte sua omettere i molteplici servizi televisivi nei vari telegiornali, nelle trasmissioni del pomeriggio (e non solo) di Rai e Mediaset. Il tam tam mediatico riscontrato sul web.

      Siamo chiari ed onesti, il debutto in quella posizione è preoccupante e sintomo di un disinteresse generale verso la proposta artistica, tanto più che solitamente altri album che non hanno mezzo passaggio televisivo di alcun tipo riescono a debuttare in top 10 (e nel mio pensiero ometto volutamente i grandi Big che hanno bisogno solo del nome).