ANTO PAGA feat. Tormento: l’attacco al sistema discografico senza filtri in “Mainstream” (VIDEO)

anto-paga

Il 2015 si è rivelato un anno intenso per il giovane rapper Anto Paga. Dopo aver pubblicato il suo fortunato EP d’esordio Rap Is Dead, il rapper di Como si ripresenta al pubblico con un nuovo singolo, scritto questa volta a due mani con l’ex frontman dei Sottotono Tormento.

Mainstream, questo il titolo del pezzo lanciato dalla Great Tree Records, denuncia con molta forza ed energia il tormento interiore dell’artista e sfoga la sua rabbia contro il sistema discografico italiano, colpevole a suo dire di mancare di spontaneità e di non seguire il cuore, il talento e la meritocrazia, ma piuttosto di costruire a tavolino carriere e successi.

Il testo della canzone è molto diretto e non lascia spazio a parafrasi o dubbi e Anto Paga, nonostante la giovane età dimostra di non avere timori reverenziali e muove le sue accuse con disarmante sincerità, con uno stile che lo contraddistingue e che era già emerso nel pezzo Non Aver Paura, contenuto nell’EP Rap Is Dead e incentrato sul tema della violenza sulle donne.

Anche il video di Mainstream, diretto da Maurizio Ghiotti, non si nasconde dietro a falsi buonismi e tramite una quasi irreale sfida tra l’artista e una setta esoterica di volti incappucciati grida la sua ribellione e la sua fermezza nel non scendere a compromessi.

ANTO PAGA feat. TORMENTO – MAINSTREAM – VIDEO

Un nuovo tassello che mette ulteriormente a fuoco il mondo musicale di questo artista ribelle e dall’animo irrequieto. Anto Paga in pochi anni ha visto la sua fama aumentare in modo importante e oggi, all’alba dei vent’anni e anche grazie al passaggio sul reality di Odeon TV Rappers On The Road, viene considerato come una delle più apprezzate voci del nuovo panorama hip hop italiano.

Per conoscere meglio Anto Paga, potete collegarvi alla sua pagina Facebook (QUI), dove è molto attivo e potrete trovare aggiornamenti sulla sua attività musicale.

  Inizio a scrivere circa 10 anni fa cimentandomi in racconti brevi, prevalentemente in stile thriller/horror perchè è ciò che leggo ed è ciò che mi piace leggere (Stephen King, Dean Koontz, Donato Carrisi, Giorgio Faletti...) Nel 2010 nasce così "Il Gatto", pubblicato dalla casa editrice Albatros. Seguono altri racconti brevi e nel 2010/2011 un secondo romanzo, "La Nebbia Di Pontevecchio", che è tutt'ora inedito. Negli ultimi due anni decido invece di cimentarmi in poesie, per lo più ispirate e contaminate dalla musica che ascolto.