“Annie Lamour” segna il ritorno di MARIO CASTELNUOVO

mario castelnuovo

A 9 anni dall’ultimo album “Com’erano venute buone le ciliegie nella primavera del ’42“, ritorna il cantautore romano Mario Castelnuovo con il nuovo singolo “Annie Lamour“, primo estratto dal nuovo progetto “Musica per un incendio“, prodotto da Lilli Greco. Questo nuovo lavoro discografico assume un’importanza ancora più grande in quanto il produttore è purtroppo scomparso durante la registrazione dell’album.

Annie Lamour“, sarà in rotazione dal 16 giugno ed è un a sorta di “Bocca di rosa” del nuovo millennio (“un miocardio piantato sulle scale il tuo tacco alla francese“), che ci restituisce l’autore in un autentico stato di grazia.

Carattere schivo, poetica non allineata seppur figlia di quella scuola cantautorale romana figlia del Folkstudio, Mario Castelnuovo riparte da dove aveva lasciato, ovvero dal suo stile inconfondibile che mescola alto e basso, corpo ed anima in un unicum che ammalia come e forse più di quel 1982 che lo vide esordire a Sanremo con “Sette fili di canapa“, una delle più estreme suggestioni di 64 anni di Festival e di musica italiana tout court.
Appuntamento in radio quindi a partire dal prossimo 16 giugno per ascoltare questa nuova fatica discografica di Mario Castelnuovo artista di spessore del panorama musicale italiano che, come sempre, speriamo venga supportato adeguatamente dalle radio italiane.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: