ANDREA FEBO: “Basta” è il brano contro la violenza sulle donne in omaggio a Federica Mangiapelo (TESTO e VIDEO)

andrea_febo_basta

Sarà disponibile da oggi, venerdì 8 maggio, in tutti gli store di musica digitale e in rotazione radiofonica Basta, il nuovo singolo di Andrea Febo.
Un brano che tratta il delicato tema della violenza sulle donne. Questo nuovo brano precede la pubblicazione del nuovo album dell’artista, ed è stato patrocinato dal Telefono Rosa, associazione alla quale verranno devoluti gli introiti della vendita della canzone.

11203065_431854433658608_4157913798757077526_n

Andrea Febo in questa nuova canzone fonde abilmente il rap al cantautorato, il tutto supportato da sonorità acustiche ed elettroniche allo stesso tempo.
Basta sarà accompagnato da un videoclip dedicato a tutte le donne che hanno subito violenza, con all’interno delle immagini molto forti di Federica Mangiapelo, la ragazza trovata senza vita il 1° novembre del 2012 sulla spiaggia di Vigna di Valle, località situata sul lago di Bracciano.
Le immagine di Federica nel video sono completamente inedite e sono state donate all’artista direttamente dalla famiglia della ragazza. Nel video si intervallano con scene girate dall’attrice Vanessa Gravina. Il tutto con la produzione della WeDo video factory.

L’idea di coinvolgere Andrea Febo in questo progetto è partita da Massimo Mangiapelo, lo zio giornalista di Federica Mangiapelo, autore per altro del libro: Federica, la ragazza del lago in uscita a fine di aprile in tutte le librerie per Bonfirraro Editore.

Massimo Mangiapelo ha pensato subito di accompagnare il suo progetto letterario con un brano musicale, motivando la sua scelta con le seguenti parole…

 “…quando ho scritto il libro ho sentito la necessità di avere una canzone che riuscisse a sottolineare e dare ancora più forza a tutto. Ho pensato subito ad Andrea Febo, mi piace il suo modo di scrivere e la sua voce, lo conobbi tempo fa anche personalmente in una occasione lavorativa, e mi piacque subito anche come ragazzo, non solo come artista. Lo contattai e dopo un pò mi richiamò dicendomi che forse poteva far qualcosa, e che forse aveva una canzone che poteva essere giusta. Mi mandò Basta, l’ascoltai e con me anche tutta la famiglia, ci entusiasmò da subito e non esitammo a richiamarlo per dirgli che questa era la canzone che volevamo”.

Andrea Febo in proposito ha raccontato…

“…quando Massimo mi contattò per questo suo progetto rimasi subito colpito, conoscevo questa storia, dalla tv. Mi presi qualche giorno, ricordo benissimo che l’indecisione di accettare era molto evidente. Ero assalito da mille pensieri, dalla paura di essere giudicato male, di essere frainteso, mi sentivo come se avevo un mattone sullo stomaco, sentivo il peso di questa responsabilità. Però il discorso di poter affrontare questo tema e nel modo giusto mi alleggeriva tutti questi timori, poi un giorno guardando gli occhi dei due genitori ho deciso di accettare, la risposta era lì, ogni dubbio era andato via.”

Di seguito vi proponiamo il testo e il video del singolo che è stato ufficialmente presentato al pubblico dal cantautore con tutta la sua band, il 1° maggio presso il Teatro Olimpico di Roma nell’ambito della manifestazione Roma è… Arte.

BASTA – ANDREA FEBO – TESTO

Le donne hanno voglia di cambiare il mondo
hanno enormi desideri da realizzare
e tanti altri da dimenticare
le donne sono figlie, madri e nonne
sempre attente
perché le donne sono tutte quante belle
con i pantaloni e con le minigonne
le donne
le donne fanno finta di star bene
anche quando non hanno un vero motivo
per star bene
lavare, stirare e metter tutto nei cassetti
a volte nascondigli per i sogni mai espressi
le donne sono forti
contro affanni, rabbia, pregiudizi
come madri coraggio nella Plaza de Mayo
sotto un cielo di fango e nelle mani un ricordo

le donne sono storie scritte sulla nostra pelle
storie a volte complicate ma sempre con un lieto fine
hanno fatto grandi passi contro religioni e pazzi
senza mai abbassar la testa e senza mai dire basta

le donne sono nuvole che portano la pioggia
quando c’è bisogno di purificare l’aria
che sporchiamo con il fumo e con la noia
le donne sono praterie nate sull’asfalto
alla faccia di chi ha detto 
“non andranno mai nello spazio”
ma le donne sono il nostro universo
le donne fanno finta di dimenticare
come quando quella notte chiuse nel portone
sono state derubate della dignità 
e della voglia di seguire la serenità
i grandi affetti e le speranze
cancellate da un bastardo
che non ha capito che le donne
sanno fare anche l’amore con lo sguardo

le donne sono storie scritte sulla nostra pelle
storie a volte complicate ma sempre con un lieto fine
hanno fatto grandi passi contro religioni e pazzi
senza mai abbassar la testa e senza mai dire basta

le donne sanno costruire anche il futuro
perché hanno il grande dono di far nascere
anche un bambino
le donne sanno mettersi da parte per l’amore
perché l’amore è fondamentalmente tutto in questo mondo
dove ne abbiamo veramente un gran bisogno

le donne sono storie scritte sulla nostra pelle
storie a volte complicate ma sempre con un lieto fine
hanno fatto grandi passi contro religioni e pazzi
senza mai abbassar la testa e senza mai dire basta

le donne sono storie scritte sulla nostra pelle
storie a volte complicate ma sempre con un lieto fine
hanno fatto grandi passi contro religioni e pazzi
senza mai abbassar la testa e senza mai dire basta
Dire basta

 

  Nato a Napoli nel 198X (dopo i 22 va bene questa informazione!). Ho un diploma come designer di moda e ultimamente faccio il make up artist free lance, le mie passioni sono l'arte, la scrittura e senza dubbio la musica! Amo tutto ciò che riguarda il mondo degli “addetti ai lavori”, una delle cose che faccio quando compro un cd è vedere chi lo produce, la casa discografica, i collaboratori e mi piacerebbe entrare sempre più in contatto con questa realtà. Sono un discepolo della cultura POP in generale, non guardo più la televisione da un po' (in compenso leggo di più) ma non mi dispiacerebbe in futuro ideare un programma, saltuariamente scrivo testi di canzoni, sono uno di quelli che vorrebbe vedere un suo testo in un disco di Mina o Patty Pravo per dire...siamo in tanti lo so.
segui su: