ALICE, con il nuovo album verso Sanremo

alice

Alice è da poco ritornata sulle scene con la pubblicazione del nuovo album Weekend, che arriva a due anni di distanza dal precedente, Samsara. L’artista tra l’altro, sempre impegnata negli ultimi anni più che sul fronte discografico che con l’intensa attività live, nelle interviste rilasciate per la promozione del disco non esclude una sua nuova partecipazione al prossimo Festival di Sanremo.

Il nuovo album Weekend nelle intenzioni della cantante servirà a mettere in luce nuovi aspetti della sua natura d’interprete, che ricordiamo essere sin dai tempi del tormentone sanremese Per Elisa (brano incentrato sul delicato tema della dipendenza dalla droga), una delle più caratteristiche e sfaccettate del panorama musicale italiano.

La cantante, che quasi subito ha abbracciato delle scelte di repertorio più ricercate e particolari, si è trovata spesse volte in contro tendenza con le esigenze della discografia italiana degli anni ’80 e ’90, riuscendo solo nel tempo a distinguersi da altre acclamate colleghe ricordate oggi principalmente per i successi di quel periodo, portando con sé una buona fetta di fedeli fans che non hanno mai smesso di seguire e sostenere la sua evoluzione artistica, a piccoli passi sempre più rivalutata nel tempo.

Anche per questo nuovo Weekend (autoprodotto dalla stessa Alice) l’impostazione artistica resta legata a scelte musicali sofisticate come dimostra la tracklist del progetto, formata da 10 tracce tra le quali spiccano La realtà non esiste di Claudio Rocchi e cantata con Franco Battiato, Aspettando mezzanotte che la vede anche autrice, e Christmas scritta da Paul Buchanan dei The Blue Nile.

La produzione artistica del disco è di Francesco Messina, Marco Guarniero e Franco Battiato per quanto riguarda i brani Veleni e La realtà non esiste.

Tornando all’eventuale coinvolgimento di Alice nel cast del prossimo Festival, potrebbe forse essere l’occasione giusta per riportare all’attenzione del grande pubblico un nome che per gusto e qualità riuscirebbe ad adeguarsi perfettamente sia in una kermesse più ricercata come hanno dimostrato essere quelle di Fabio Fazio, che in uno spettacolo che seguendo le anticipazioni della produzione di Carlo Conti sembrerebbe essere un evento pensato con un criterio nazional popolare, per incontrare quanto meglio il gusto delle famiglie italiane.

  Nato a Napoli nel 198X (dopo i 22 va bene questa informazione!). Ho un diploma come designer di moda e ultimamente faccio il make up artist free lance, le mie passioni sono l'arte, la scrittura e senza dubbio la musica! Amo tutto ciò che riguarda il mondo degli “addetti ai lavori”, una delle cose che faccio quando compro un cd è vedere chi lo produce, la casa discografica, i collaboratori e mi piacerebbe entrare sempre più in contatto con questa realtà. Sono un discepolo della cultura POP in generale, non guardo più la televisione da un po' (in compenso leggo di più) ma non mi dispiacerebbe in futuro ideare un programma, saltuariamente scrivo testi di canzoni, sono uno di quelli che vorrebbe vedere un suo testo in un disco di Mina o Patty Pravo per dire...siamo in tanti lo so.
segui su: