ALEX BARONI, il nostro ricordo a 13 anni dalla scomparsa

alex-baroni-ricordo

Il 13 aprile 2002, a causa di un tragico incidente ci lasciava Alex Baroni, cantautore nato a Milano ma trapiantato a Roma. Un talento raro, vocalmente dotato di un’agilità e di un’attitudine tecnica che nel panorama delle voci maschili è stato una vera innovazione e forse proprio per questo incapace di esplodere in un successo proporzionato al merito. 

Gli inizi come vocalist di grandi nomi come Eros Ramazzotti, che sceglierà anche di produrre il suo disco di esordio, il primo di una carriera che lo vede raggiungere il grande pubblico partecipando a Sanremo Giovani nel 1997 con il brano Cambiare, che negli anni diventerà il suo pezzo simbolo e rappresentativo dell’anima di un artista che fu protagonista anche della colonna sonora del film Disney Hercules, per poi tornare tra i big a Sanremo l’anno successivo, con il brano Sei tu o lei (Quello che voglio), in un progetto discografico che colpisce anche all’estero ma senza regalare ad Alex una consacrazione in grande stile.

Una produzione musicale che seppur troncata resta ricca e significativa, che lo vedrà protagonista diretto solo fino al disco Ultimamente del 1999, al quale seguirà nel 2004 C’è di più, pubblicato postumo e che con un filo di amarezza regala finalmente ad Alex Baroni un degno debutto in classifica.

Un talento vero il suo, capace di fondere mondi musicali diversi, in una contaminazione che il tempo avrebbe potuto rendere uno stile valido e di primo livello. Un tempo che purtroppo gli è stato negato dal destino, che al tempo stesso però ci consegna una produzione musicale da ascoltare e riscoprire, come ci consiglia di fare Giorgia, in passato sua compagna storica e sostenitrice del talento di Alex ben oltre il legame affettivo, che proprio oggi invita a riflettere sul fatto che:

” Le parole con le loro emozioni sono dentro ed è lì che devono stare,oggi lasciamo parlare la musica, la voce di Alex Baroni -13 aprile 2002-“

Ed è proprio quello che vogliamo fare, condividendo con i lettori di All Music Italia Onde, pezzo che nel 1998 ci accompagnò per un’intera estate grazie alla sua partecipazione al Festivalbar di quell’anno; un’estate come quella che tra pochi mesi arriverà, dopo un’attesa che ci piace ingannare ricordando a dovere il talento di Alex Baroni e lasciando che i ricordi e le emozioni arrivino senza ulteriori commenti dalla sua voce…

ONDE – ALEX BARONI – VIDEO

ONDE – ALEX BARONI – TESTO

Eh si, che cosa vuoi,
tu nei pensieri miei
lo so ma come fai ancora un po’
vorrei che fossi sempre qui
qui con me
non posso farti a meno mai
e sta salendo su il sentimento qui
e poi pericolo, aspettami
sei tu che come sabbia sei qui con me
io sono il mare su di te.

Onde, sulle sponde dei tuoi fianchi
abbronzati vicino a me
onde piu’ profonde, se ti guardo
davvero, che cosa non farei
onde, piu’ rotonde, di quell’onda
che arriva e non torna mai
onde, sulle sponde.

Eh si, adesso si, diventa piu’ facile
lo so, che tu lo sai, come fa
sei tu che non ti fermi mai, qui con me,
io sono il mare su di te.

Onde, sulle sponde dei tuoi fianchi
abbronzati attaccati a me
onde, piu’ profonde, se ti guardo
davvero, che cosa non farei
onde, piu’ rotonde, di quell’onda
che arriva e non torna mai
onde, sulle sponde
sei tu che come sabbia sei qui con me
io sono il mare su di te, dentro te.

Onde, sulle sponde dei tuoi fianchi
abbronzati attaccati a me
onde, piu’ profonde, se ti guardo
davvero, che cosa non farei
onde, più rotonde.

Onde, sulle sponde dei tuoi fianchi
abbronzati attaccati a me
onde, piu’ profonde, se ti guardo
davvero, che cosa non farei
onde, piu’ rotonde, di quell’onda
che arriva e non torna mai
onde, sulle sponde
come fai, come fai

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su:

  • la sua mancanza ha lasciato un vuoto incolmabile nella musica italiana…difficile trovare una voce come la sua…R.I.P