L’attesa è finita… pronto l’album d’esordio di AIRT’O

Airt'O

Spesso si afferma che troppi cantautori si sono racchiusi in uno standard creativo che lascia poco spazio all’immaginazione e alla sperimentazione. Ascoltando Airt’O e il suo album d’esordio Genus, invece, si ha l’impressione di ritornare indietro nel tempo.

Airt’O è lo pseudonimo di Airto Pozzato, originario di Rovigo, in passato chitarrista nei Marmaja, gruppo vincitore di Arezzo Wave ’94. La passione per Santana, Hendrix, Jimmy Page, Battisti e De Gregori lo spingono a staccarsi dal gruppo per creare una propria identità musicale che ora è ben definita e nell’album Genus trova il suo compimento.

Il 24 novembre tutti potranno ascoltare l’album d’esordio di Airt’O, cantautore ben poco convenzionale la cui musica affonda le radici negli anni ’70. Alcuni addetti ai lavori hanno paragonato questo album ad Anima Latina di Lucio Battisti; comparazione un po’ difficile, ma di certo al giovane artista veneto non manca il coraggio di osare.

Airt'O

Genus è un esordio personale e tutto da scoprire; un album nel quale sono racchiusi riferimenti al cantautorato tradizionale e acustico, oltre ad arrangiamenti imprevedibili realizzati mediante l’utilizzo di strumenti etnici di origine sudamericana.

La musica in questo caso è un ottimo supporto per dei testi profondi e a tratti onirici. Da questo punto vista è stato fondamentale il lavoro del produttore Alberto Nemo, che ha composto gli arrangiamenti e suonato la maggior parte degli strumenti. Il disco è stato registrato presso lo studio di Dimora Records, senza far ricorso a nessun apporto digitale.

 

  Musicista, speaker e direttore artistico di Radio Due Laghi e collaboratore di diverse testate nazionali e internazionali