waNTed: tra union e reunion, dove sono i DHAMM di ALESSIO VENTURA?

dhamm

A molti di voi non diranno niente, ma a noi giovani degli anni ’90 i DHAMM dicono eccome.

Dicono soprattutto i loro capelli, al punto che wikipedia li definisce proprio un gruppo musicale hair metal… definizione che, fino ad ora, non avevevo mai sentito, ma vi assicuro che in questo caso era perfetta.

Alessio il frontman era un vero capellone e, come lui, tutto il resto della formazione. Ma non capellone come… che ne so… come Grignani, ma con i capelli lunghi lunghi lunghi fino al culo!!! Che io così lunghi non sono ma riuscita mica a farmeli crescere!!!

dhamm-capelli

In quel periodo ebbero un discreto successo, partecipando due volte a Sanremo: vinsero Sanremo Giovani nel 1994, guadagnandosi l’accesso al Festival di Sanremo del 1995, dove tornarono anche nel 1996, questa volta tra i big, con la mia canzone preferita tra quelle del loro repertorio, Ama.

Oggi il cielo ha pianto, ha pianto insieme a te
a te che dici sempre che non troverai
nessuno che potrà capirti potrà amarti come sei
Ci si sente vuoti è capitato a me
avere il mondo in mano e poi perderlo
ma lo sai, l’amore è questo puoi toccarlo un giorno e poi
ti ritrovi solo come siamo nooooi
ma se tu sei come me
non lasciare mai che lui ti cambi noooo
non perdertiiiii
guarda in faccia chi verrà
non aver paura mai di piangereeeee
non perdertiiii
AMA AMA AMA

Se ho fatto qualche errore nel testo, perdonatemi… sono andata a memoria e, soprattutto, avevo intenzione di farvi un bel video mentre cantavo… ma poi ho cambiato idea e, se mi aveste mai sentito, mi ringraziereste!

Nel 1999, giusto per scombinare un po’ le carte, cambiano nome e iniziano a farsi chiamare Sautiva. Secondo me il cambio di nome dovrebbe essere vietato, oppure dovrebbe essere concesso solo quando il tuo nome di battesimo è ridicolo o offensivo, non perché una mattina ti svegli e dici Cià che oggi cambio nome! E no! Mica si fa così… Comunque durano solo due o tre anni e pure si Sautiva si sciolgono.

Nel frattempo, creiamo un po’ di scompiglio ai loro già scompigliati capelli, Alessio Ventura, il capellone con lo sguardo languido che, in foto, è appoggiato su quello accasciato a terra, si unisce ai DB Boulevard (2003) che, dopo aver avuto successo con Point of view e Believe ed aver scalato le classifiche inglesi, australiane e anche negli Stati Uniti, accolgono Alessio e gli fanno cantare Hard Frequency che finisce per diventare la colonna sonora di un noto shampoo…

15

Genere decisamente dance, quel genere che ha spesso permesso ai talentuosi artisti italiani di scalare le classifiche internazionali, come fecero Spagna, Robert Miles, Alexia, Moony… e la lista potrebbe continuare ancora a lungo.

Nemmeno loro vogliono annoiarci, ma non cambiano nome. In perfetto stile squadra che vince non si cambia, non cambiano neanche squadra. Cambiano genere. Abbandonano la musica dance che è sempre stato il loro marchio di fabbrica e il loro successo, si buttano sul pop d’autore e vanno a Sanremo con Basterà.

Non so a che punto della sua vita, Alessio Ventura dà una svolta… alla sua capigliatura e in questo video di Basterà ce lo troviamo tosato di tutto punto…

Con questo pezzo finisce la sua avventura coi DB Boulevard che, nell’ultima formazione, schiera anche l’ex gieffino Tommy Vee e, nel 2007, si riuniscono di Dhamm e, proprio con Tommy Vee, pubblicano Un attimo. Ma la loro durata è breve… nel 2008 si sciolgono di nuovo.

Nel 2013 i Dhamm si riuniscono di nuovo e nel gennaio 2014 hanno pubblicato l’album Considerata l’ora ed il singolo Mediamente rapiti dal cuore.

Ed ora sono alla Fiera Internazionale della Musica di Genova (15/16/17 maggio, leggi qui) a ritirare il premio come best reunion del 2014.

Sarà la volta buona?

Vostra…
Mosca Tze Tze

  Sono una mosca. Sono una mosca che ronza sulla musica e sono qui per disturbare. Perché nella musica mica si possono fare solo complimenti… e perché l’ironia ci sta un po’ su tutto. Vivo a Milano da sempre, ma volo ronzando per tutto lo stivale… e pungo! Tze Tze
segui su: