Intervista SOGNANDO SANREMO: CAPITAN AMERICA

sognando_sanremo_capitan_america

Si arricchisce di un nuovo ospite la serie di interviste lampo di All Music Italia, con alcuni dei cantanti che si giocano un posto nella sezione giovani del Festival di Sanremo scelti tra i 40 finalisti di Area Sanremo e i 60 finalisti del regolamento Rai.
Sei degli otto posti saranno assegnati dalla Commissione Rai entro il 3 dicembre (le selezioni si svolgeranno il 1° dicembre), i restanti due verranno selezioni il 4 dicembre tra gli otto vincitori di Area Sanremo.
Sei domande dirette, le stesse per tutti i candidati per scoprire qualcosa di più sul loro mondo e sui loro sogni.

È la volta di un giovane artista marchigiano, finalista di Area Sanremo: il suo nome è Andrea Chiarini, ma tutti hanno imparato a conoscerlo con lo pseudonimo Capitan America!

CAPITANAMERICA

Andrea Chiarini, classe 1987, musicista eclettico e produttore discografico, è diplomato al conservatorio in chitarra classica: la sua attività ha inizio sette anni fa, quando un suo singolo dal titolo Agnese tratto dal suo primo album, balzò alla posizione #8 della classifica nazionale. Questo successo che lo ha poi portato a girare sia l’Italia che l’estero per numerosi concerti; numerose anche le apparizioni tv e radio. (Rai 3, Italia 1, Sky e Radio 105)

Già due anni dopo, quindi nel 2009, fonda una sua etichetta discografica indipendente e inizia subito, grazie a questo, anche ad auto-prodursi. Con il successivo trasferimento a Milano, entra come discografico in Sony Music e annovera fra le sue collaborazioni quella con grossi nomi della musica italiana come Antonello Venditti, Luca Carboni, Giovanni Allevi, ma anche J-Ax, Entics, Grido, Two Fingerz. In questo periodo pubblica per la Top Records/Edel, il suo secondo album: Cielo nero.

L’evoluzione più significativa avviene nel 2013 con l’uscita dell’album Capitan America. Se precedentemente aveva lavorato su sonorità pop/rock infatti, ora si avvicina con questo lavoro a sonorità rap/pop. Ottiene anche stavolta significativi risultati di classifica e visibilità, oltre 200.000 visite sul suo canale Youtube. Sulla scia di questo riscontro avviene anche il cambiamento artistico, adottando come nome d’arte appunto quello di Capitan America, come il titolo dell’album.

Collabora con Matteo Becucci (vincitore di X Factor 2009, ora a Tale e Quale Show) per L’Onda Del Destino, singolo estivo prodotto da Gaetano Pellino, fratello di Neffa. È uscito da poco il nuovo singolo da solista dal titolo La Gente in freedownload, sul canale ufficiale Youtube, che anticipa il 4° lavoro Supernova presto in uscita.

Ciao Andrea! Con quale spirito affronti queste ultime selezioni che ti separano dal palco di Sanremo? Cosa potrebbe darti quel palco?

Ciao, affronto il tutto con positività, una sana dose di ansia che non guasta mai, molta determinazione e perfezionismo nel preparare e curare nei minimi dettagli il mio “progetto musicale” proposto ad Area Sanremo.

Quel palco per me sarebbe un punto di partenza reale, un traguardo che ripagherebbe 10 anni di gavetta, sacrifici, soldi investiti; un sogno che si realizza, una vetrina per portare la mia musica.

Come si chiama e di cosa parla il tuo brano di Sanremo? Chi lo ha scritto? 

Non posso rivelarlo ancora… Sono scaramantico. Posso dirvi però che ho scritto interamente parole e musica, curato tutto l’arrangiamento, suonato tutti gli strumenti, mixato e masterizzato da solo… Anche il video l’ho montato e ideato da solo.

Posso dire solo che al momento tra i pezzi che ho scritto nel corso del tempo, è quello più maturo e che mi rappresenta di più. Secondo me è un pezzo diverso da quello che si sente oggi… Ma questo non spetta a me dirlo ;-) ahahahah

Se anche per i Giovani ci fosse la possibilità di duettare con qualcuno come avviene il venerdì per i big, chi porteresti con te su quel palco?

Vorrei portare con me Fabri Fibra, ma non penso che anche se ci fosse l’occasione accetterebbe… ahahahahah

Conosci qualcuno degli altri candidati? se sì, chi ritroveresti con piacere sul palco dell’Ariston?

Sì sì, conosco i Turkish Cafè, anche loro sono marchigiani: facciamo uno stile diametralmente opposto e quindi andiamo d’accordo! ahahahah Scherzi a parte ci conosciamo in effetti, abbiamo condiviso in altre occasioni impegni musicali e c’è stima reciproca.

Tra i giovani che sono passati negli ultimi 10 anni al Festival chi ti è rimasto nel cuore?

Onestamente non mi ricordo… Non è colpa della musica, ma ho una pessima memoria!

Come passerai la sera prima dell’audizione?

La passerò nell’appartamento che ho preso, guardando la tv in relax… Ripasserò i testi…

Soffro un po’ d’ansia e se devo salire su un palco, cerco sempre di rilassarmi e di distrarmi la sera prima per non pensarci troppo.

Certo! Andrea, grazie della disponibilità e un grosso in bocca al lupo da parte nostra!

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: