Conferenza stampa GIANNI MORANDI D’amore d’autore : “L’amore è il motore di tutte le cose. Senza amore si sta male a tutte le età…”

Gianni Morandi

Il Teatro Gerolamo, spazio recentemente ristrutturato nel cuore di Milano, è la cornice scelta per la presentazione del nuovo disco di un grande artista della musica italiana, Gianni Morandi D’amore d’autore è il suo nuovo album.

I primi minuti sono particolarmente emozionanti con l’eterno ragazzo che si abbandona ai ricordi per omaggiare la memoria del compositore Luis Bacalov scomparso mercoledì 15 novembre a Roma. Gianni ricorda che Bacalov era con Ennio Morricone in RCA e per lui ha scritto 5 brani: Se non avessi più te, La fisarmonica, Ho chiuso le finestre, Notte di Ferragosto e l’immortale Fatti mandare dalla mamma recentemente ripresa anche da Fiorello.

E’ un disco nuovo in tutti in sensi e probabilmente l’unico legame con il passato è l’amore, da sempre il filo conduttore che ha reso l’artista bolognese un’icona immortale. “Questo è il mio quarantesimo album a 55 anni di distanza dal primo. Ho sempre cantato d’amore e di questo parlano le 600 canzoni che ho inciso.

Il disco è nato al termine del fortunato tour Capitani Coraggiosi in cui Gianni ha girato la penisola insieme a Claudio Baglioni.

Ferdinando Salzano, Amministratore Delegato di F&P Group, mi ha proposto un tour da solo, anche se lì per lì non ero convinto. Avevo bisogno di un’idea. Ne abbiamo parlato e si è pensato a un disco dove avrei potuto cantare canzoni scritte da autori con i quali non avevo mai collaborato. Così ci è venuto in mente il nome di Ligabue e questo ci ha portato a incontrare il suo manager Claudio Maioli. Davanti a un piatto di tortelli alla zucca abbiamo capito quella che sarebbe stata la strada. Ligabue era fermo a causa dei suoi problemi alle corde vocali e ci ha proposto due brani. Quello è stato l’incipit e da lì ho iniziato a chiamare altri autori che potessero raccontare a modo loro l’amore e in pochi mesi l’album ha visto la luce.

Vista l’indisponibilità fisica di Luciano, lo studio di Correggio era vuoto e Morandi ha approfittato per utilizzarlo e per affidare la produzione artistica a Luciano Luis Luisi da anni a fianco del Liga.

Esperienza fantastica e divertente. – racconta LuisUna serie di eventi concomitanti ci hanno portato a collaborare e tutto si è svolto in maniera semplice e automatico. Il mondo musicale di Ligabue è diverso rispetto a quello di Gianni. L’approccio non è stato di tipo stilistico, ma su ogni singolo brano. Ho seguito l’onda e mi sono affidato anche al modo in cui arrivavano le canzoni. Io ho iniziato a lavorare con Zucchero e nel brano Se ti sembra poco scritto da Elisa ci sono blues e gospel e mi sono sentito a mio agio. Non era semplice dare carattere e identità a canzoni di autori che a volte sono distanti dal pop, ma credo di essere riuscito a rendere il lavoro leggero.

Gianni Morandi - foto1

Ivano Fossati, l’unico autore dell’album con cui Gianni Morandi aveva lavorato in passato, ha firmato Ultraleggero, il brano che apre il disco.

Fossati ha scritto un brano sul suo stile e ho fatto fatica a cantare con queste metriche strane. Non è stato facile metterci del mio, ma il risultato è più che soddisfacente.

Tommaso Paradiso dei TheGiornalisti è l’autore di E’ una vita che ti sogno.

Ho incontrato Tommaso a Roma mentre era a cena con Federico Russo. Mi fu presentato come il leader di una band emergente e come un autore talentuoso. Dopo aver sentito in radio Sold Out l’ho chiamato chiedendogli di scrivere un brano per me. Mi ha mandato Amore Indiano, una canzone che parlava di un ragazzo indiano che lavorava nei call center. Era un brano troppo distante da me e che non mi rappresentava. L’ho richiamato chiedendo un altro brano e mi ha accontentato proponendomi E’ una vita che ti sogno che penso sia la canzone più bella che abbia mai scritto.

Gianni fa notare come anche Paradiso abbia utilizzato la parola “correre” nel testo. “Lo hanno fatto anche Fossati ed Elisa. Si vede che mi vedono sempre come un maratoneta.”

Se ti sembra poco è il pezzo scritto da Elisa. “Lei ci aveva mandato un brano che però non ci sembrava adatto. A un certo punto sembrava che la collaborazione non si concretizzasse a causa dei suoi tanti impegni. Alla fine ha mandato un provino cantato da lei. Ci è talmente piaciuto che da quel file abbiamo addirittura conservato i cori e li abbiamo inseriti nel pezzo cantato da me.”

Altra firma è quella di Giuliano Sangiorgi che, racconta Morandi: “Inizialmente ci mandò un brano troppo Negramaro. Gliel’ho detto e poi è arrivato Che meraviglia sei che è una canzone melodica, bella, una tradizionale canzone italiana.”

Lettera è la canzone che più si distanzia dalle altre e che risente della scrittura di Paolo Simoni e che ricorda Lucio Dalla.Parla di una lettera scritta a mano. Ciò mi ha fatto ricordare la mia terra, la Romagna e le sue tradizioni. Per questo ho pensato che una fisarmonica sarebbe stata perfetta.” Il brano ha un inciso in cui la parola “innamorato” apre su una melodia davvero particolare, retro e allo stesso tempo moderna.

Collaborazione che colpisce è anche quella con Levante. “Quando l’ho incontrata le ho detto che è una donna bella, del sud, mediterranea e da queste mie parole lei ha scritto un pezzo. Ci ho messo due giorni a cantarla. Ci sono alcuni pezzi che sono scioglilingua e non sono abituato, ma non vedo l’ora di proporla anche dal vivo.

Un solo abbraccio è il pezzo scritto da Ermal Meta. “Il titolo di questo brano mi ha fatto capire che ogni artista ha davvero composto pensando a me. Io quando saluto su Facebook lo faccio scrivendo ‘un abbraccio’!

Con Fiorella Mannoia, invece, interpretano Onda su Onda di Paolo Conte al quale hanno chiesto il permesso di modificare alcune parti per renderla più personale. “E’ un brano che abbiamo cantato nel programma televisivo di Fiorella perchè anche se tutti la conoscono, è un po’ che non la si sentiva cantare.

Gianni Morandi ha parlato del momento che sta vivendo la musica italiana. “I dischi ormai non si vendono più e i concerti sono un’occasione per presentare i nuovi brani. Sono contento che ora si sta sviluppando una generazione di cantautori che non arrivano dal talent o da Sanremo. Mi sembra di essere tornato negli anni ’70. E’ una bella ventata per la musica italiana.

Gianni ha poi parlato dell’ospitata a X Factor ribadendo di non sentirsi in grado di giudicare o di eliminare qualcuno.

E dal 22 febbraio inizierà un tour che porterà Morandi nei palasport di tutta Italia. “Nella mia vita ho tenuto più di 4’000 concerti di cui 400 all’estero. Quella è la mia dimensione. Lo studio mi piace, ma la mia dimensione ideale è il palco e il contatto con il pubblico.

Qualcuno gli chiede se si è dato un termine, una data in cui deciderà di chiudere la sua carriera. “Mi sento giovane e poi ci sono artisti molto più anziani di me che continuano a cantare e sono tuttora credibili, come Mick Jagger o Paul McCartney. Vorrei, però, ritirarmi 5 minuti prima di risultare patetico.

Concludendo D’amore d’autore è un album che sorprende per la freschezza. Gianni Morandi negli anni ha dimostrato di sapersi adattare e generi e artisti di ogni tipo (e il featuring con Fabio Rovazzi di questa estate ne è la dimostrazione), ma ciò che colpisce ancora è la capacità di Morandi di essere sempre al passo con i tempi e non a caso viene sottolineata la sua curiosità e la sua presenza costante a concerti di altri artisti. “Ogni volta che ascolto un concerto di un collega, quando esco so di avere imparato e conosciuto qualcosa che non conoscevo.” Ma la migliore conclusione è di sicuro la frase: “Amo la musica” e dopo 40 album e 55 anni di carriera è bello vedere che il rapporto tra Gianni e la musica italiana continua e gode di ottima salute!

Ecco la tracklist dell’album:

Gianni Morandi copertina

1. Ultraleggero (Ivano Fossati)
2. Dobbiamo fare luce (Ligabue)
3. E’ una vita che ti sogno (Tommaso Paradiso – Dario Faini)
4. Mediterraneo (Levante – Dario Faini)
5. Che meraviglia si (Giuliano Sangiorgi)
6. Se ti sembra poco (Elisa)
7. Lettera (Paolo Simoni)
8. Un solo abbraccio (Ermal Meta – Matteo Buzzanca)
9. Onda su Onda (Paolo Conte) con Fiorella Mannoia

 

Gianni Morandi tour 2018 “d’amore d’autore”

22/02 JESOLO (VE) Pala Arrex – DATA ZERO
24/02 RIMINI RDS Stadium
26/02 MONTICHIARI (BS) Pala George
28/02 CONEGLIANO (TV) Zoppas Arena
02/03 GENOVA RDS Stadium
03/03 TORINO Pala Alpitour
05/03 FIRENZE Mandela Forum
07/03 LIVORNO Modigliani Forum
09/03 PERUGIA Pala Evangelisti
10/03 ROMA Pala Lottomatica
12/03 EBOLI (SA) Pala Sele
13/03 NAPOLI Pala Partenope
15/03 REGGIO CALABRIA Palasport
17/03 ACIREALE (CT) Pal’Art Hotel
19/03 BARI Pala Florio
21/03 ANCONA Pala Prometeo
22/03 PADOVA Kioene Arena
24/03 BOLOGNA Unipol Arena
28/03 MILANO Mediolanum Forum

ACQUISTA ORA IL TUO BIGLIETTO

Foto di Julian Hargraves

  Musicista, speaker e direttore artistico di Radio Due Laghi e collaboratore di diverse testate nazionali e internazionali