CRISTINA D’AVENA a SANREMO 2016: quando una nostra idea diventa un sogno che si realizza grazie al web (VIDEO)

cristinadavena-sanremo

Cristina D’Avena ce l’ha fatta, il suo sogno di cantare sul palco dell’Ariston durante il Festival di Sanremo è diventato realtà e di conseguenza anche quello di centinaia di migliaia di fan della cantante che da tempo accarezzavano l’idea di poterla veder cantare sul palco musicale più prestigioso d’Italia.
Tutto è partito da un’idea nata per caso e con spontaneità e poi diventata proposta concreta attraverso una petizione che, anche grazie al supporto del popolo del web e della radio, oltre che di Carlo Conti si è tramutata in un attimo di magia sul palco di Sanremo 2016.

Era il 12 gennaio del 2015 dopo aver assistito ad uno spettacolare concerto di Cristina all’Alcatraz di Milano (location che la cantante ha riempito per ben sette volte), in cui il pubblico presente, assolutamente vario per genere ed età anagrafica, era letteralmente tornato all’infanzia cantando all’unisono le sigle dei cartoni animati di cui la D’Avena è l’incontrastata regina.

Dopo lo show incontrai Cristina per un saluto e, senza che lei ne sapesse nulla, lanciai direttamente a Conti la proposta di vederla al Festival di Sanremo (potete vedere qui il video). Una proposta diventata subito una petizione sul web nata per durare nel tempo, fino a che il sogno non fosse diventato concreto.
Queste furono le motivazioni che diedi nel mio articolo:

7 sono i milioni di copie che ha venduto nei suo 30 anni di carriera. Un numero che le permette di collocarsi tra i 50 artisti che più hanno venduto in tutta la storia della musica italiana. Decine di dischi d’oro e di platino conquistati in periodi in cui per vincerli bisognava vendere oltre 500.000 copie.
Ha inciso oltre 750 sigle di cartoni animati, pubblicato 83 album ufficiali e un totale 307 pubblicazioni.
Suo è l’album ad aver stabilito il record su Ebay Italia come album venduto al maggior prezzo (oltre 3.000 euro).
Ma soprattutto…

Sua è la voce che ha cresciuto 3 decadi di bambini e ragazzi.
I suoi concerti ancora oggi riescono a ricreare una magia unica che non riesce a nessun’altra artista: riunire Adulti, ragazzi e bambini in un sogno fatto di entusiasmo, sorrisi e una punta di nostalgia.
Per questi motivi, e non solo, crediamo che Cristina D’Avena meriti il riconoscimento di calcare il Festival di Sanremo 2015 in qualità di “Super Ospite” al pari di altri cantanti pop.
Perché le sigle dei cartoni animati sono la prima forma di musica che ascoltiamo da piccoli e sono parte del patrimonio culturale musicale italiano e meritano di essere celebrati nella manifestazione musicale più importante del nostro paese.

13 mesi dopo, Sabato 13 febbraio, Cristina D’Avena è stata ospite della finale del Festival di Sanremo 2016 dove ha cantato Il Valzer del moscerino, Kiss me Licia, Occhi di gatto e si è infine cimentata in un brano di Gigliola Cinquetti; la sua esibizione è stata la seconda più vista della serata con oltre 13.500.000 spettatori. La magia è scesa sul palco del festival e per un attimo tutta la platea, quella del teatro e quella a casa, è tornata con la mente alla sua infanzia.

Questo è tutto quello che conta. Non importa che Carlo Conti abbia deciso di “ignorare” le oltre 1.600 persone che hanno firmato la nostra petizione e che abbia glissato sul fatto che tutto è partito da qui, non importa nemmeno che su quel palco siano stati chiamati ad accompagnarla Pelizzari e Brigante, i presentatori di Radio 105 che avevano fatto loro qualche mese fa il nostro appello chiamando Conti al telefono…

Quello che davvero importa è che Cristina, il suo staff e il popolo del web si siano ricordati di noi manifestando la propria riconoscenza e ricordando da dove tutto è partito.
Quello che davvero importa è che abbiamo dimostrato che un’idea se convincente può unire le persone, il popolo del web e diventare realtà.

Grazie Cristina! Ora aspettiamo di vederti su quel palco con una tua canzone e, ne siamo certi, anche questo sogno prima o poi si concretizzerà.

VIDEO RINGRAZIAMENTO CRISTINA D’AVENA

 

  La Musica si può averla dentro anche senza saper suonare uno strumento o cantare e a volte diventa parte di te al punto da influenzare la tua intera vita. Ho cominciato a camminare da fan gestendo due Fan Club, ho avuto l’occasione di imparare di più diventando Personal Assistant (di Gianluca Grignani, Niccolò Agliardi e Syria). Ho voluto anche provare l’esperienza on the road del Tour Manager (Barley Arts).Tutto questo per conoscere l’ambiente musicale sotto ogni aspetto e per saper affrontare una nuova sfida: portare avanti interamente un progetto discografico in qualità di produttore ed editore (Eleonora Crupi, Voyeur, Kianka). Recentemente ho voluto anche cimentarmi nella scrittura dando alle stampe per Chinaski Edizioni la biografia non autorizzata "Rockstar (a metà) - Gianluca Grignani". Anni fa, con la chiusura della rivista “Tutto musica”, mi sono sentito orfano di un’oasi in cui la musica veniva raccontata, recensita e approfondita con passione, così mi sono ripromesso che un giorno avrei ricreato un oasi simile per la musica italiana. Da quest’idea nasce All Music Italia.
segui su: