COCA COLA SUMMER FESTIVAL e il caso ANNALISA… l’importante è davvero partecipare.

annalisa

Ieri sera si è conclusa la quarta edizione del Coca Cola Summer Festival che, come ormai tutti sanno, è stato registrato dal 23 al 26 giugno in piazza del Popolo a Roma e trasmesso in diretta da Rtl 102.5 per poi andare in onda in quattro prime serate programmate per luglio su Canale 5.
L’evento quindi non è ancora approdato in televisione in rete è già scoppiata una polemica che riguarderebbe una mancata vittoria di Annalisa con la sua Se avessi un cuore (vittoria che, per chi non lo sapesse è andata al dj Kungs).

Ma cerchiamo di riassumere la situazione…

Il regolamento del Coca Cola Summer Festival nell’edizione 2016 è rimasto totalmente invariato rispetto allo scorso anno. Alcuni artisti si sono esibiti fuori gara in qualità di ospiti mentre altri hanno partecipato alla gara per eleggere la canzone dell’estate.
Ad ogni puntata è stata proclamato un brano che si è aggiudicato la singola puntata usando due metodologie di “voto”: il primo ha dato la possibilità al pubblico di votare attraverso il sito di Rtl 102.5 l’artista e la canzone preferita a questo risultato è stato poi aggiunti il numero di passaggi in radio dei brani attraverso i dati rilevati da Earone. Entrambi i dati hanno avuto un peso del 50% e sommati hanno decretato la classifica finale e, nella serata conclusiva, la canzone dell’estate.

Nella finale di ieri sera Annalisa è risultata prima in classifica per tutta la durata della serata fino a che, proprio all’ultimo momento, il risultato è stato stravolto e la vittoria è andata a Kungs.
La cantante attraverso il suo profilo Twitter ha lanciato un tweet che in molti hanno interpretato come una chiara polemica inerente questo risultato: “Mi sono rotta delle bibite gasate che fanno solo ruttare #Seavessiuncuore“, il tutto accompagnato come potete vedere nello screenshot qui sotto dalla faccina di una scimmietta che si tappa la bocca.

annalisa

Nella giornata di oggi le nostre pagine social sono state invase da messaggi privati, post e tweet da parte dei fan di Annalisa che gridavano al complotto e chiedevano spiegazioni sull’accaduto, risposte che noi sinceramente non siamo in grado di darvi infatti anche se io ero presente al Coca Cola Summer Festival in tutte le quattro puntate, il mio ruolo era semplicemente quello di giudice per la gara dei giovani, per il resto ho solo assistito alla serata da uno schermo come un qualsiasi spettatore.

Però diciamo che qualche supposizione usando la logica posso arrivare a farla nel cercare di dare una risposta a questa ondate di critiche, e non credo sia nemmeno tanto difficile arrivarci.
Allora come dicevamo il 50% della classifica è determinata dai passaggi radio giornalieri e mi sembra abbastanza chiaro che dati alla mano (basta consultare anche il sito di EaroneAnnalisa nella classifica finale sia stata semplicemente svantaggiata da un minor numero di passaggi rispetto a Kungs. Del resto stiamo parlando di un artista internazionale la cui canzone, This girl, è tra i dieci brani più passati dalle radio (Se avessi un cuore non rientra nemmeno tra le prime venti posizioni) oltre ad essere presente nella Top 10 dei brani più venduti in italia e al numero 1 su Shazam sia nel nostro paese che nel resto del mondo; una canzone che è in Top 1o in 33 paesi con oltre 20 milioni di visualizzazioni del video e oltre 50 milioni di streaming. Ecco questi dati non lasciano molti dubbi sul perché alla fine a spuntarla sia stato Kungs e non la nostra Annalisa.

Per carità All Music Italia essendo il sito della musica italiana sarebbe stato più che felice della vittoria della Scarrone (anche perché Se avessi un cuore è veramente un bel pezzo) ma del resto che nel nostro paese le canzoni internazionali siano decisamente più trasmesse nelle radio rispetto a quelle italiane ci sembra un problema non certo di oggi o legato al Coca Cola Summer Festival (noi in prima persona su questo argomento in particolare abbiamo lanciato una petizione che ha quasi raggiunto le 6.500 firme e che trovate qui). Non è un caso che anche le precedenti edizioni della manifestazione siano state vinte da artisti non italiani,  Cris Cab e Alvaro Soler per la precisione.

Il mio pensiero al riguardo è che, capisco la delusione dei fan di Annalisa, ma l’importante in manifestazioni come queste non è certo vincere il titolo di “canzone dell’estate” ma avere la possibilità di presenti e godere così di un’ottima promozione televisiva in prima serata sulla rete ammiraglia Mediaset. Il vero problema resta di chi, purtroppo, per un motivo o l’altro non può avere questo tipo di esposizione.

 

 

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: