TIZIANO FERRO: ecco le canzoni, gli autori e l’anima de “Il Mestiere della vita”

tiziano ferro

Oggi si è svolta la conferenza stampa de nuovo disco di Tiziano Ferro, Il mestiere della vita, in uscita domani. Ed è iniziata con una bella notizia: il raddoppio della data di Roma diventata SOLD OUT (a quella del 27 si aggiunge la data del 30 giugno). Sono oltre 200.000 i biglietti del tour già venduti.

Nell’attesa di leggere il resoconto della conferenza stampa ecco come sarà questo IL MESTIERE DELLA VITA.

Tiziano, nella sua carriera, ci ha abituati ai cambiamenti della sua musica e, sopratutto, alla sincerità dei suoi testi. È stato introverso, schivo, malinconico senza aver mai paura di mostrare i lati più cupi.

Con Il Mestiere della vita cambia la vita di Tiziano e, di conseguenza, cambia qualcosa anche nella sua musica.

Il disco, registrato tra Milano e Los Angeles con la produzione del fidato Michele Canova, rappresenta per il cantautore un nuovo punto di inizio. Tredici brani contraddistinti da una freschezza e una vivacità che ha già caratterizzato i primi album della sua carriera.

Quello di questo nuovo album è un Tiziano Ferro che sembra aver definitivamente fatto pace con i suoi demoni interiori, risolto e in pace con se stesso. Il tutto senza dimenticare da dove è partito e cosa ha affrontato. A dimostrarlo è Epic, l’introduzione al disco, che ci riporta indietro di quindici anni con le sonorità tipiche di Rosso relativo. È di quel disco che Tiziano va a recuperare lo spirito e le sonorità in questo nuovo progetto discografico dove elettronica e programmazione ritmica sono le protagoniste.

Il mestiere della vita è un disco che si muove tra soul, r’n’b e hip hop, ma non nasconde anche altri stati d’animo più rabbiosi. Come in Solo è solo una parola o in Casa è vuota. O ancora stati d’animo filessivi, come ha dimostrato il primo singolo del progetto, nella title track o in Il Valore assoluto.

Il Mestiere della vita uscirà domani in diverse versioni:

Cd standard
Box edition (Esclusiva Media World) contiene in una scatola regalo natalizia il cd, il vinile deluxe da 180 gr e, in esclusiva, la musicassetta da collezione. Presenti anche cartoline fotografiche.
Lp vinile nero 180 gr
Lp vinile blu 180 gr – edizione limitata da 1000 copie per Amazon.it contiene tutti i testi

Per questo disco Tiziano Ferro si è aperto come non mai alle collaborazioni, sia con gli autori, sia nei duetti.

Emanuele Dabbono, per esempio, è un autore che ha conquistato Ferro al punto da metterlo sotto contratto. Ha co-firmato Valore assoluto, Lento/veloce e Il Conforto cantata in duetto con Carmen Consoli. Baby  K ha scritto con Ferro Epic. C’è poi Tormento con cui il cantautore di Latina mosse i primi passi nella musica come corista dei Sottotono che ha partecipato alla stesura del testo del My steelo.

Raige e Davide Simonetta sono gli autori della title track, Il Mestiere della vita, mentre Michael Tenisci è co-autore del singolo Potremmo ritornare.
In questo disco ci sono anche autori internazionali.

La spagnola Silvina Magari ha scritto Quasi quasi. James Morales, Matthew Morales, Julio David Rodriguez e Melanie Joy Fontana hanno invece scritto Casa è vuota il cui testo è stato poi riadattato in italiano dallo stesso Tiziano Ferro.

Ecco le canzoni che compongono questo album.

EPIC (Tiziano Ferro – Claudia Nahum/Tiziano Ferro – Michele Canova Iorfida)

Introduzione del disco che mette in chiaro da subito con una batteria che detta un ritmo quasi militare che questa è la fine di un primo capitolo.

“SOLO” È SOLO UNA PAROLA (Tiziano Ferro – Alex Vella/Tiziano Ferro – Alex Vella – Davide Simonetta)

Prima ballad del disco dalle sonorità morbide e acustiche. Un brano in pieno stile Tiziano.

VALORE ASSOLUTO (Tiziano Ferro – Emanuele Dabbono)

È una dichiarazione d’amore (“Se piovessero dal cielo tutti i cuori del mondo, io raccoglierei il tuo soltanto”). Destinata a diventare un classico di Tiziano.

IL CONFORTO feat Carmen Consoli (Tiziano Ferro – Emanuele Dabbono/Emanuele Dabbono)

Carmen è la cantante preferita di Ferro, per lui la nuova Mina in un certo senso. In questa canzone cantano un dialogo tra due persone distanti.

LENTO/VELOCE (Tiziano Ferro – Emanuele Dabbono)

Un brano quasi futurista. Strofa estrema r’n’b nu soul con voce al centro e beat aggressivo che sfocia in un inciso elettro-pop.

TROPPO BENE (PER STARE MALE) (Tiziano Ferro)

Brano dalle sonorità trap e hip hop con presenza di programmazioni e drum machine.

MY STEELO feat Tomento (Tiziano Ferro – Massimiliano Cellamaro/Tiziano Ferro)

Questo brano sarà sicuramente la colonna sonora del tour negli stadi del 2017. Un brano che ci riporta indietro nel tempo fino al 1999 quando il cantante andò in tour con i Sottotono.

POTREMMO RITORNARE (Tiziano Ferro/Tiziano Ferro – Michael Tenisci)

Il primo singolo estratto dal disco che tutti ormai conosciamo.

ORA PERDONA (Tiziano Ferro)

Canzone riflessiva, tra le più personali del disco. Una riflessione su un amore finito ma il cui ricordo è ancora lì, vivo.

CASA È VUOTA (James Morales, Matthew Morales, Julio David Rodriguez, Melanie Joy Fontana/Testo italiano di Tiziano Ferro)

Il brano più incazzato di tutto il disco rafforzato da un arrangiamento totalmente elettronico.

LA TUA VITA INTERA (Tiziano Ferro/Michele Canova Iorfida – Elise Legrow)

Una ballad con elementi di elettronica che rappresenta un grido di dolore e allo stesso tempo di speranza quasi al rallenty.

QUASI QUASI (Silvina Magari – Tiziano Ferro/Silvina Magari)

Ideale conclusione del disco ne tira il bilancio finale…
“Le tre della mattina, girandomi nel letto. Quasi accendo la luce, quasi vado allo specchio, quasi mi riconosco”.

  La Musica si può averla dentro anche senza saper suonare uno strumento o cantare e a volte diventa parte di te al punto da influenzare la tua intera vita. Ho cominciato a camminare da fan gestendo due Fan Club, ho avuto l’occasione di imparare di più diventando Personal Assistant (di Gianluca Grignani, Niccolò Agliardi e Syria). Ho voluto anche provare l’esperienza on the road del Tour Manager (Barley Arts).Tutto questo per conoscere l’ambiente musicale sotto ogni aspetto e per saper affrontare una nuova sfida: portare avanti interamente un progetto discografico in qualità di produttore ed editore (Eleonora Crupi, Voyeur, Kianka). Recentemente ho voluto anche cimentarmi nella scrittura dando alle stampe per Chinaski Edizioni la biografia non autorizzata "Rockstar (a metà) - Gianluca Grignani". Anni fa, con la chiusura della rivista “Tutto musica”, mi sono sentito orfano di un’oasi in cui la musica veniva raccontata, recensita e approfondita con passione, così mi sono ripromesso che un giorno avrei ricreato un oasi simile per la musica italiana. Da quest’idea nasce All Music Italia.
segui su: