SANREMO 2018 conferenza stampa ANNALISA “mi sono riscoperta e ne sono molto felice”

annalisa

Annalisa in gara con il brano Il mondo prima di te è presente in Sala Stampa Lucio Dalla.

Si comincia con le domande.

Ciao a tutti che bello essere qua!

Due anni con Il diluvio univesale il cambio con di scrittura, poi la crescita, il nuovo album, il futuro?

Cerco di fare cose che mi rappresetano, quello che mi viene naturale. Sono cambiata, sto crescendo, mi piace che quello che faccio rappresenti il mio essere. E’ un momento molto bello, sto bene, mi sento più forte, sicura, donna mi preoccuopo meno di quello che pensano gli altri, sono contenta così.

 

Cosa è cambiato rispetto alla tua prima volta a Sanremo, ti senti più big?

Mi sembra sempre la prima volta, è il bello di Sanremo. Un’occasione unica, il momento prima di salire sul palco è un mettersi alla prova. Sicuramente sono più grande e consapevole, l’emozione è sempre nuova e non si impara mai.

 

Canzoni di rinascita, da cosa?

Non ci sono stati drammi, ero arrivata alla fine di un ciclo, mi sono riscoperta diversa, avevo cambiato modi di pensare, di esprimermi, guardando Instagram avevo fatto un cambiamento sia visivo, esteriore sia della parole che scelgo. Il sentimento è tutto più maturo, mi sento completa, adesso. mi sono riscoperta e ne sono molto felice. Quello che sento dentro di me è che l’unica cosa che conta è provare ad essere felice e fare ogni occasione per migliorarsi.

 

Cambiamento, carriera e/o vita privata?

E’ generale, quando cambi senti l’esigenza di trovare una strada diversa. Il mio disco Bye Bye, è un saluto grato a tutte le esperienze che ho fatto prima ed è il momento di vedere cosa mi riserva il futuro.

Leggi anche:  Lene: la difficoltà del quotidiano nel nuovo singolo “Domani è un altro giorno”

 

Cosa ne pensi del cambiamento voluto da Baglioni, non ci sono più le eliminazioni dei cantanti?

Sono contenta di partecipare per tanti motivi, la prima cosa… che bello! chi lo pensa è un’artista, avevo una grandissima aspetttiva che è stata realizzata, mi sento di far parte di qualcosa di bello, il regolamento è una grande opportunità per tutti.

Ho voluto fare musica da sempre, fin da quando ero piccola. è sempre stato un impulso, io non ho un’unica caratteristica, mi piace sperimentare, approfondire, la scienza mi ha sempre appassionato, ho scelto di laurearmi anche per i miei genitori, ho sempre fatto entrambe le cose, ho imparato tantissmo dall’università.

 

Duetterai con Michele Bravi…

Sono felicisisma di cantare domani con Michele, sto bene con lui, divertirsi è fondamentale, è perfetto per questo ho sempre amato la sua voce.

Abbiamo fatto un lavoro semplice, con la sua voce impreziosirà il brano, ci dividiamo i momenti, a lui quelli intensi e pastosi nella parte basse ed io andrò su. Sarà un duetto abbastanza classico.

Bye bye è un saluto grato, voglia di partire, legato a Direzione la vita, uscito ad ottobre. Dentro il disco ci sono tanti capitoli di questo cambiamento di questa fase della mia vita, tutti legati ad un momento.

 

Hai in programma qualcosa in lingua inglese?

E’ un sogno, cerchiamo di buttare il più possibile avanti Bye Bye,

Con chi?

Ce ne sono tantissimi, con Sting mi vedrei bene

 

Cosa diresti ad Annalisa che ha partecipato ad Amici?

Pensavo ero attenta, adesso le direi buttarsi di più, di dire quello che hai da dire. Si impara tantissimo, le direi di fare qualche cavolata in più.

Leggi anche:  Classifica Radio Earone: Luca Carboni continua a festeggiare in vetta mentre Carl Brave entra in Top 30 con Francesca Michielin

 

Cosa ne pensi di escludere i ragazzi che hanno vinto i talent? Meglio preparsi e andare dopo qualche anno?

Dipende dalla maturità di ognuno, lo si sente quando si è pronti. E’ questione di tempo.

 

Come è lavorare con Davide Simonetta?

Mi sento felice e mi auguro che questa canzone lo rispecchi.

 

  Blogger qui su All Music Italia quasi per caso, ma soprattutto per passione e dedizione. Lascio dar sfogo alla mia tastiera per poter trasmettere quello che sento. Fin da piccolo, grazie ai miei genitori, ho sempre ascoltato molta musica italiana, Sanremo... un appuntamento da anni. Mi piace scrivere di musica per capire le contaminazioni, le connessioni tra i vari artisti, stili ed influenze del momento e non. Considero la New Generation come un foglio bianco su cui scrivere con fermezza musica e parole per il futuro. Buona Musica!
segui su: