MIRTA: il potere curativo della musica vive attraverso le canzoni dell’album “Trovo te”

mirta

La musica che cura l’anima. Forse il valore più antico e al tempo stesso più autentico dell’arte è proprio questo. La musica c’è sempre, nei momenti di entusiasmo come in quelli di difficoltà, e Mirta lo sa bene, visto che la cantautrice sciamana usa l’arte del canto proprio per comunicare e curare.

Sono una donna esploratrice, amo esprimermi attraverso la musica, il teatro, la danza e amo viaggiare. Da due anni vivo tra Milano e Recife, in Brasile, e nella vita ho solo una certezza: sono in continua trasformazione e non posso fare a meno di essere creativa. L’ignoto e l’avventura mi attraggono, e quando la vita mi offre un’opportunità, la colgo al volo senza troppo pensare alle conseguenze

Parla così alla stampa, Mirta, prima dell’uscita del suo disco d’esordio. Da venerdì 31 marzo, infatti, sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital store e su tutte le piattaforme streaming Trovo Te il suo primo progetto discografico. L’album sarà presentato dal vivo lunedì 3 aprile al John Berleycorn di Milano (Via Aristotele 14) e giovedì 6 aprile alla Tevere Art Gallery di Roma (via di Santa Passera, 25).

Il canto come cura, dicevamo. Ebbene, Mirta Jacober, nata a Milano il 12 gennaio 1976, di professione fa esattamente questo. La cantautrice concepisce infatti le note come veicolo per comunicare ed entrare in contatto con l’altro. Finora ha declinato questa propensione attraverso il suo progetto Voce Autentica grazie al quale aiuta le persone a raggiungere il benessere attraverso lo strumento prezioso della voce e quello delle meditazioni cantate.

Ma Voce Autentica non è certo un percorso che si arresta con l’uscita dell’album Trovo Te. Anzi, potremmo dire che quest’ultimo ne è la naturale prosecuzione, e il ruolo di sciamana ricoperto dalla cantautrice continua attraverso le canzoni del suo disco d’esordio: Camminiamo Insieme, Un Sole che balla, Aquile di Sabbia, Arianna, Trovo Te, Acqua, Lupo, Angoli, Sei Libera e Senza Permesso.

Ricordiamo che il disco è stato registrato, mixato e prodotto al QG Studio di Massimo Zoara ed hanno preso parte alle registrazione: Mirta, voce e cori, Saverio Dattoma, alla batteria, Alessandro Porri, al basso, Francesco Bifano, al pianoforte, Giovanni Risitano, alle chitarre acustiche e ukulele, Antonello Petroziello, alle chitarre elettriche, e Massimo Zoara, sinth e programmazioni.

Per la cantautrice milanese cresciuta passando le ore in camera a suonare e a cantare le canzoni di Celentano, De Gregori, De Andrè, Battiato, Bob Dylan, Paolo Conte e Tracy Chapman, arriva quindi una nuova importante esperienza. Dal 31 marzo tutti potranno ascoltare Trovo Te, apprezzando magari ancora una volta lo straordinario potere curativo della musica.

Nel frattempo il 15 marzo esce il video di Aquile di sabbia che potete vedere qui di seguito

Mirta presenterà dal vivo l’album 3 aprile al John Barleycorn di Milano e il 6 aprile all Tevere Art Gallery di Roma.

 

Articolo di Luca Aveta per All Music Italia

 

  
segui su: