DANIELE SILVESTRI torna in radio con “Quale alibi” prima del nuovo disco e del tour in partenza a febbraio

daniele-silvestri

L’attesa per i fan di uno dei cantautori della scuola romana più amati in Italia è quasi terminata. Da questo venerdì 15 gennaio infatti Daniele Silvestri tornerà in radio con il primo singolo estratto dal suo nuovo album in uscita il prossimo febbraio.

Quale alibi, questo il titolo della nuova canzone del cantautore, è un singolo che arriva a cinque anni dall’ultimo album di inediti, S.C.O.T.C.H., a due anni dall’ultima partecipazione al Festival di Sanremo (e dall’Ep digitale, Dalla parte di Mennea) e subito dopo il grande riscontro di pubblico e critica ottenuto con il disco Il Padrone della festa realizzato con i colleghi e amici Niccolò Fabi e Max Gazzè. Un progetto che ha dato via ad un tour strepitoso che ha coperto tutta Italia e alla successiva pubblicazione di un disco live.

Ora, dopo l’avventura con i suoi amici di sempre, per Daniele è arrivato il momento di tornare alla sua musica da solista

Mi sono ritrovato sommerso da un entusiasmo e da una voglia di fare musica che non sentivo da tanto – aveva raccontato Daniele annunciando l’uscita del disco – forse dai tempi de “Il dado”, la stessa energia e la stessa urgenza creativa. In questo nuovo lavoro da una parte c’è il suono, il “sound” si direbbe, che è quello della band “inventata dal nulla” la scorsa estate e con cui ho registrato la maggior parte delle tracce di questo corposissimo disco che sto finendo proprio in questi giorni… dall’altra la mia personale infatuazione per il gioco quasi enigmistico nell’uso delle parole, le assonanze, le allitterazioni…
E infine il tema, più o meno sotteraneo: la politica dell’emergenza, perfetto alibi per le peggiori malefatte perpetrate nel nostro paese (e non solo). Dalle truppe russe sul suolo ucraino, al nostro terzo governo consecutivo senza passare per il voto. E in questo scenario tanti personaggi di chiarissima fama e scarsissimi scrupoli che sembrano svolazzare lieti e intoccabili, leggeri e rapidi come colibrì che succhiano il nettare ovunque ne trovino, tanto hanno sempre un alibi pronto da esibire all’occorrenza.

quale alibi

Zitto Zitto fa…
si scusa ma mi era sembrato di vedere qualcosa di strano, tipo un esercito nemico in uno stato sovrano
tipo un’aperta violazione degli accordi che abbiamo, io te lo dico e tu mi dici di parlare piano…

canta senza peli sulla lingua Silvestri nelle strofe di Quale alibi, componendo un testo centrato e radicato nella realtà che stiamo vivendo in questi anni.

All’uscita dell’album seguirà il primo tour teatrale della carriera di Daniele, che toccherà tutte le regioni italiane.
Di seguito le date confermate:

27 febbraio Auditorium San Domenico – Foligno (data zero)
10 marzo Teatro Splendor Saison Culturelle – Aosta
12 marzo Teatro La Fenica – Senigallia
18 marzo Auditorium Unità D’Italia – Isernia
19 marzo teatro Massimo – Pescara
21 marzo Teatro Petruzzelli – Bari
22 marzo Teatro Augusteo – Napoli
23 marzo Teatro Duni – Matera
1 aprile Gram Teatro Geox – Padova
2 aprile Teatro Arcimboldi – Milano
3 aprile Teatro Arcimboldi – Milano
5 aprile Teatro Valli – Reggio Emilia
7 aprile Auditorium Conciliazione – Roma
8 aprile Auditorium Conciliazione – Roma
9 aprile Auditorium Conciliazione – Roma
14 aprile Teatro Nuovo Giovanni da Udine – Udine
15 aprile Auditorium Santa Chiara – Trento
16 aprile Nuovo Teatro Carisport – Cesena
18 aprile Teatro Colosseo – Torino
19 aprile Teatro Verdi – Firenze
6 maggio Auditorium del Conservatorio – Cagliari
7 maggio Teatro Comunale – Sassari
12 maggio Teatro Rendano – Cosenza
13 maggio teatro Metropolitan – Catania
14 maggio Teatro Golden – Palermo

ACQUISTA ORA IL TUO BIGLIETTO

Il videoclip di Quali alibi, diretto da Fernando Luceri, è stato girato nello stabilimento Colacem di Galatina e nel Castello di Corigliano d’Otranto, e vede Silvestri sdoppiarsi per interpretare entrambi i protagonisti della clip, un vero e proprio micro-film, ambientato a metà tra il passato e il futuro.

Ecco le parole del regista: “Il video non racconta in modo didascalico ciò che dice la canzone. Abbiamo piuttosto cercato di dare vita ad una “realtà ucronica” in cui si usa una società che non esiste per raccontare le deviazioni politiche e sociali della società reale. L’immaginario a cui ci siamo riferiti è anch’esso figlio di epoche diverse: ci sono Blade Runner e Marlene Dietrich, la computer grafica e una vera fabbrica, vecchi giornali quotidiani e schermi al plasma“.

DANIELE SILVESTRI – QUALI ALIBI – VIDEO UFFICIALE

  
segui su: