21 Luglio 2015
di News, Interviste
Condividi su:
21 Luglio 2015

INTERVISTA a CARMEN CONSOLI: “Non ci sono più spazi per la musica emergente. Una «Carmen Consoli» di oggi non può fare niente” (PARTE II)

Pubblichiamo la 2a parte dell'intervista a Carmen Consoli in cui, oltre a parlarci dell'ultimo album, si sofferma sulle problematiche della musica emergente

Condividi su:

Ieri abbiamo avuto il piacere di proporvi la prima parte di una lunga intervista che All Music Italia ha realizzato con Carmen Consoli.
Una chiacchierata in cui la cantantessa d’Italia ci ha parlato del nuovo tour estivo, del suo ultimo disco L’Abitudine di tornare e del progetto a favore del Telefono Rosa, che l’ha vista riproporre con alcune amiche il brano La Signora del quinto piano.

Oggi potete leggere la seconda parte dell’intervista, in cui Carmen parla di un argomento che le sta molto a cuore: la musica emergente e il progressivo sparire di molte realtà live della musica italiana tra locali e Festival. Ma non solo, si torna anche ad approfondire alcuni temi dell’ultimo album.
Buona lettura.

Clicca QUI per scoprire la prima parte dell’intervista.

Le nuove generazioni di artisti fanno molta fatica a emergere, se non seguendo, quando ci riescono, le due vie maestre del talent show in TV o dell’autopromozione via web. A tal proposito, Carmen, quale può essere secondo te, il ruolo delle radio, un tempo il primo mezzo di diffusione della musica?

Il discorso è molto complesso. Il problema è che non ci sono più radio che puntano su emergenti; gli emergenti di oggi e, in particolare, gli artisti indie rock non hanno più spazio per costruirsi un pubblico, come accadeva per AfterhoursMarlene KuntzSubsonica… Così, bisogna passare dall’imbuto del talent, il che non è una cosa negativa, perché è bene che i talent show ci siano; ma è bene anche che ci sia quello che c’era prima. Così come le case discografiche, le radio non sono disposte a diffondere una musica scomoda, te ne accorgi dalle playlist.

Ora sto ripensando agli anni ’90, quando in TV passava Non è la Rai: ricordo che quando sono uscita io, in classifica c’erano SubsonicaCSIMax GazzèSamuele BersaniBattiato con La cura. Era veramente un altro momento… Grignani usciva con un disco che si chiamava La fabbrica di plastica: c’era proprio una ribellione all’impacchetamento, alle convenzioni. E c’era questa rivendicazione della libertà, anche intesa come libertà artistica. C’erano le classifiche e i numeri, anche per un certo tipo di musica.

Oggi c’è questo orientamento verso il super commerciale con testi che non devono fare riflettere, con progetti usa e getta… Ma da premettere che io non ho nulla contro questo tipo di progetti! C’è chi come Robbie Williams, ad esempio, arriva dai Take That e ha sfruttato il lancio di quel gruppo per costruirsi una carriera, dimostrando nel tempo di avere talento e di meritarsi il suo grande seguito. Quindi non è tutto negativo: il problema è che con questo meccanismo i ragazzi vengono maciullati. Io mi auguro che riescano a sopravvivere, ecco.

Ce lo auguriamo anche noi, ma allo stesso tempo, siamo molto preoccupati, non per nulla All Music Italia ha da poco lanciato una petizione alle radio tutte, e in particolare a quelle di punta nel nostro Paese, perché facciano qualcosa. Pensa che, secondo la classifica di Airplay.fm, tra i primi 200 brani solo italiani più passati nel 2014, solo 2 erano di ragazzi emergenti: Rocco Hunt e Zibba, entrambi provenienti da Sanremo!

Credo che adesso, con lo stesso repertorio che mi ha dato fortuna nella mia carriera, io non sarei uscita, non ci sarei riuscita, avrei dovuto cambiare lavoro. Io oggi con Confusa e felice non avrei trovato spazio, per niente. Un altro mio singolo, Fiori d’arancio, arrivò primo in radio: oggi sarebbe stato considerato indie rock… Cioè, non sarebbe stato passato assolutamente. Sono cambiati proprio i tempi… Poi c’è anche un’altra questione: le case discografiche non hanno più quel pugno fermo che avevano con le radio negli anni ’90.

Onestamente, credi che sia cambiato anche il gusto della gente?

È cambiato anche il gusto, certo… Ricordiamoci però, che non abbiamo avuto circa un ventennio di cultura in Italia: ci hanno detto che non si poteva vivere di pane e Divina Commedia, e han fatto tutte le politiche in questo senso. Quando avevo 15 anni, scappavo di casa per andare a vedere i Nirvana e frequentavo comitive, si discuteva di libri: volevamo la rottura, volevamo creare questi gruppi, volevamo dire qualcosa per irrompere… Oggi questa urgenza francamente non la vedo, non la sento… Però noi avevamo davvero altri mezzi, siamo stati fortunati. Mi ricordo i numerosi festival presenti in tutta la penisola: di duecento ne saran rimasti quattro, è veramente mortificante. Alla musica, all’arte, allo spettacolo sono stati tolti i sogni e questo qua è il risultato!

Non ci sono più spazi per la musica emergente. Agli inizi io ho fatto quello che ho voluto, non stavo e non sono mai stata alle dinamiche discografiche, questa è la mia storia. Io avevo la possibilità di suonare nei club, dove sono riuscita a crescere con il pubblico. Adesso questi club li hanno chiusi e quelli che son rimasti aperti, ospitano o sale bingo, oppure gruppi di cover. Una Carmen Consoli di oggi non può fare niente.

Capisco… Ti dico, è appena uscita un’altra classifica, quella dei KeepOn Best Live che ha premiato i talentuosi Bud Spencer Blues Explosion come miglior gruppo dal vivo nel circuito indipendente, secondo le segnalazioni raccolte nei più importanti live club italiani, aderenti al circuito KeepOn. Tuttavia, è assurdo pensare che realtà musicali valide, come ad esempio i Bud, debbano essere note a un pubblico di nicchia e non trovino spazio in altri contesti.

Già… Ai miei tempi il gruppo alternativo passava da questi festival che ti dicevo; così cominciava a fare il primo giro in Italia, andava a suonare al Fillmore, al Sonny Boy, a tutta una serie di locali, faceva una ventina di date e suonava per 300.000 lire. Dopodiché tornava nello stesso locale a Roma, per dire, e questa volta suonava per 600.000 lire, e così di nuovo da capo: intanto il pubblico raddoppiava ogni volta, fino a quando si consolidava il successo della band, arrivando a realtà quali gli Afterhours o i Marlene Kuntz… Oggi questo non è possibile. Vedi Vinicio Capossela: lui non è mai andato in radio, eppure è un artista che ha un successo impressionante, di pubblico e di vendite! Oggi Vinicio Capossela non potrebbe sviluppare ciò che ha sviluppato anni fa, perché oggi Vinicio Capossela non avrebbe più la possibilità di farlo, con tutto il talento che ha. E nemmeno io. Bisognerebbe passare dall’imbuto dei talent: forse noi ci saremmo passati, o forse no, chi lo sa.

Ovviamente la situazione in Francia e in America è completamente diversa. Io da artista italiana in generale, lì ho uno spazio, che diventa quasi come quello italiano adesso. In Francia c’è uno spazio sulla world music, ce n’è uno sulla indie music… Non c’è solo X Factor o The Voice, per dire. 

E chissà quanti giovani artisti di talento non ce l’han fatta a causa di questa mancanza di spazi per loro…

Sai, la generazione cui appartengo io, credeva davvero di poter cambiare il mondo: noi esprimevano il nostro disagio esistenziale, avevamo delle cose da conquistare e sapevamo che, se lottavamo, le conquistavamo. Oggi, pur lottando, non si sa se le conquisti… Cioè, sembra che non ci sia più speranza: o ti appiattisci e diventi cretino, oppure se hai un minimo di intelligenza e cultura, nel nostro Paese sei destinato a fare molta fatica nella tua strada, che sia quella della musica o un’altra. E non è un caso che in questi anni l’unica luce nel panorama musicale sia diventato il rap: se tu leggi i testi di Marracash o di altri, ti rendi conto che stanno denunciando delle cose e che vogliono realmente esprimere dei contenuti… Per questo il pubblico che prima ascoltava i Nirvana, adesso ascolta i rapper!

Io credo che questa tua testimonianza, Carmen, sia stata davvero interessante, esaustiva e senza filtri, ti ringrazio molto perché ancora una volta hai dato conferma della tua profonda onestà intellettuale!
Abbiamo ancora tempo per spendere qualche altra parola su L’abitudine di tornare?

Certo, dimmi pure!

Va bene. Dunque, tra i pezzi più lirici presenti nel disco, Esercito silente reca una frase molto intensa, che ripeti più volte: “Chissà se il buon Dio perdonerà il silenzio”. Me la commenteresti?

Allora, cominciamo subito col pensare che, siccome dalle nostre parti si vive di aspettativa, a volte quest’aspettativa si traduce nell’aspettarsi che le cose cambino da sole, o che siano gli altri a cambiarle per noi… Senza fare niente. Si dice: “Speriamo che Dio ce la mandi buona!”, oppure “Speriamo che questo nuovo presidente faccia qualcosa per l’Italia”. In realtà, pur non essendo cattolica o cristiana, rispetto moltissimo Dio e chi crede in lui, ma mi pare gli stiamo affidando un po’ troppe responsabilità: dobbiamo essere noi a spenderci, con le nostre azioni, per cambiare la nostra realtà, è inutile che aspettiamo l’intervento dall’alto. E poi c’è anche da dire: cos’ha fatto di male questa città perché Dio l’abbia abbandonata così?! Allora forse non è Dio che l’ha dimenticata, forse siamo stati noi a dimenticarci della città e, in definitiva, di noi stessi.

Oceani Deserti è una ballata amara sulla fine di una storia. Esordisci con: “Quale puerile fragilità la convinzione di averti”.
Pensi che l’amore sia una follia? Soprattutto per come ci è stato insegnato: devi trovare un partner, devi sposarti e restare insieme a lui finché morte non vi separi…

Partiamo dal fatto che l’altro, la persona con la quale vogliamo condividere la nostra vita, non è mai un nostro possesso. Ma io credo molto nella famiglia: è bello quando si costruisce qualcosa al di là degli slanci di gioventù, degli ormoni, come si dice. Soprattutto a una certa età, hai voglia di mettere su famiglia, avere dei bambini, scegliere una casa e un posto dove vivere e dove poter tornare sempre. Ma te sei molto giovane, lascia perdere ciò che ti ho appena detto! (ride, ndr) Aggiungo che ovviamente io per famiglia, non intendo solo la famiglia tradizionale, formata da un uomo e una donna, ma anche quella costituita da due donne, o da due uomini, o ancora da persone che si vogliono bene e che scelgono l’amicizia, senza per forza sessualizzare. Quello che mi piace del concetto di famiglia, è l’aggregazione, il gruppo, la comunità.

Secondo me, l’amore è bello quando c’è costruzione, in tutti i casi, perché è un sentimento che nasce libero da vincoli: l’amore abbraccia tutto. Con questo, non è una follia formare una famiglia tradizionale, semmai è una follia fare qualcosa che ti rende infelice per accontentare qualcun altro, ecco. Se io mi sposo, ho dieci figli, ma non amo la persona con cui mi sposo, lì ho fatto una follia. Lo scopo della nostra vita è la felicità e dobbiamo perseguirla, sottinteso senza nuocere a nessuno: per far questo dobbiamo fare un percorso necessario ed è folle chi sceglie di inficiare questo percorso per uniformarsi alle convenzioni, oppure all’idea e alle aspettative che gli altri – tuo padre, tua madre, tua moglie… – hanno su di te.

Qual è il peccato più grave per un artista?

Svendere la propria arte, sottovalutarla a tal punto da usarla come strumento di successo e non per esprimere un sentimento autentico. 

Se avessi la facoltà di scegliere, in quale Paese ti piacerebbe rinascere? Ce n’è uno che ti affascina per motivi culturali, artistici o più squisitamente musicali?

Forse… Mi piacerebbe rinascere in Italia. Devo dire che alla fine mi piacerebbe rinascere qui, non c’è nessun Paese come l’Italia: io sono molto felice quando torno nel mio Paese, dappertutto, da Roma, a Milano, a Genova, a Catania, a Palermo, a Lecce… Cioè, è proprio un Paese che mi rende felice, amo andare in tour a riscoprire i vari posti… È bello.

Non hai mai pubblicato un tuo libro. Arriverà prima o poi?

In realtà non è successo perché non credo sia una mia vocazione: a me piace la parola accompagnata dalla musica, penso che sia questo il talento che possiedo. Per adesso no, non credo che arriverà un mio libro, non ho ispirazione in tal senso.

Ci salutiamo così. Qualche tempo fa è uscito un tuo singolo dal titolo AAA Cercasi: ecco, ad oggi hai avuto una vita piena e hai ottenuto grandi risultati professionali, ma… C’è ancora qualcosa che Carmen Consoli cerca e intende raggiungere in futuro?

Spero di essere una buona mamma per mio figlio. Dopo il tour voglio tornare a casa e riorganizzare la mia vita per quest’invernata. Ho tanti anni davanti a me e l’amore di mamma è forte e molto complesso.

Lo immagino… Carmen, che dire, ti ringrazio nuovamente per la tua grande disponibilità e per il modo autentico con cui hai risposto a ogni quesito. È stata una chiacchierata bellissima. Torna presto a trovarci e buona estate! In bocca al lupo per la tournée!


Si ringrazia Elena Guerriero.
Si ringraziano Emanuela De Zinis e Paola Corradini di Universal Music per quest’intervista.


In Copertina

Marco Carta Bagagli leggeri tracklist "Questo è un disco libero..."

Marco Carta svela la tracklist di "Bagagli leggeri" e le date instore. Il 20 giugno arriva anche il libro "Libero di amare".

Laura e Biagio scaletta raduno e resoconto dell'evento che anticipa il tour

A dieci giorni dalla partenza del tour Laura e Biagio hanno incontrato i loro fan in un raduno congiunto. Ecco quanto accaduto e la scaletta dei live.

Festival Show cast - Ecco tutte le informazioni sulla 20esima edizione

Festival Show cast. Da Emis Killa a Benji & Fede, da Arisa a Nek e ancora Loredana Berté, Lo Stato Sociale ecco i nomi degli artisti della ventesima edizione.

Da oggi in radio - Le pagelle dei nuovi singoli in uscita il 14 giugno 2019

Nuovo appuntamento con Da oggi in radio, la rubrica con le pagelle dei nuovi singoli in uscita, redatte dal nostro critico musicale.

Marco Mengoni a quota 50 dischi di platino. La classifica di vendita degli artisti ex talent

Marco Mengoni raggiunge il 50esimo disco di platino in dieci anni di carriera. Ecco la classifica degli ex talent che hanno venduto più copie.

Romina Falconi feat Taffo - Da Mentana a Dagospia tutti pazzi per il tormentone estivo "Magari muori" - Testo e video

Il tormentone dell'estate 2019 è indipendente e dissacrante. Da Enrico Mentana a Dagospia, tutti pazzi per "Magari muori" di Romina Falconi feat Taffo.

Seat Music Awards - in arrivo un terzo appuntamento con Cristina D'Avena, Anastasio, Biondo e...

Anticipazione esclusiva. I Seat Music Awards avranno una terza puntata in onda a giugno con Emis Killa, Cristina D'Avena, Biondo e diversi altri ospiti.

Tiziano Ferro - 12 appuntamenti negli stadi per il TZN 2020. Date e biglietti

Uscito il nuovo singolo, "Buona (cattiva) sorte" Tiziano Ferro annuncia le date del tour negli stadi... il Tzn 2020.

Da oggi in radio

Le pagelle settimanali del nostro critico musicale ai nuovi singoli in uscita

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2019

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Merk & Kremont Videointervista: “Siamo in un momento di caos generale...”

Videointervista a Merk & Kremont, il duo di Dj e Producer che, dopo il successo di "Hands Up" feat. Dnce, hanno pubblicato il nuovo singolo "Kids". .

Elodie Videointervista: “Ho focalizzato quello che voglio comunicare di me”

Videointervista a Elodie, che il 12 giugno ha pubblicato "Margarita", singolo tra pop e reggae in cui duetta con Marracash.

Finley Videointervista: “Ora viviamo il palco con maggior leggerezza”

Videointervista a Pedro, il cantante dei Finley, che racconta la band in occasione dell'uscita dell'album live "We Are Finley".

In Arte Gibilterra Videointervista: “Porno & Rancori? Un cocktail di esperienze!”

Videointervista al cantautore In Arte Gibilterra, che ha pubblicato per Limonata Dischi l'album d'esordio "Porno & Rancori", il cui filo conduttore è l'inquietudine.

Tredici Pietro Videointervista: “Assurdo? Un salto verso un modo sempre più personale di fare musica”

Videointervista a Tredici Pietro, il giovane figlio di Gianni Morandi che ha pubblicato l'Ep "Assurdo", caratterizzato da un flow molto personale.

Giordana Angi Videointervista: “Mi sento grata... quando feci Sanremo non ero ancora pronta!”

Videointervista a Giordana Angi, la cantautrice seconda classificata ad "Amici", che in questi giorni sta girando l'Italia con una ricca serie di date instore.

J Ax torna in tour con gli Articolo 31 e riconquista le classifiche di vendita (Videointervista)

Al via da Treviso il tour di J Ax e Articolo 31, 10 date imperdibili tra energia e... nostalgia degli anni '90. Ecco una videointervista a J Ax realizzata ai Seat Music Awards. .

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Enrico Nascimbeni, buon viaggio maestro! Grazie per averci lasciato uno scrigno di amare verità

É venuto a mancare ieri Enrico Nascimbeni. Le pagine web lo definiscono scrittore, giornalista, cantautore e poeta. Per noi di All Music Italia, per me, Enrico era sopratutto un maestro. Era aprile del 2015, All Music Italia esisteva da poco più di un anno, quando Enrico mi contattò su Facebook per complimentarsi con me del lavoro...

News

Marco Carta Bagagli leggeri tracklist "Questo è un disco libero..."

Marco Carta svela la tracklist di "Bagagli leggeri" e le date instore. Il 20 giugno arriva anche il libro "Libero di amare".

Laura e Biagio scaletta raduno e resoconto dell'evento che anticipa il tour

A dieci giorni dalla partenza del tour Laura e Biagio hanno incontrato i loro fan in un raduno congiunto. Ecco quanto accaduto e la scaletta dei live.

Nerone Gemini è il nuovo album con una copertina... da immaginare e disegnare

"Gemini" è il titolo del nuovo album del rapper milanese Nerone. Al disegno della copertina del disco è abbinato un contest.

Enrico Ruggeri: mentre prosegue il tour, fuori il singolo “Il Treno Va” L.A. Version

E' uscito "Il Treno Va" L.A. Version, il nuovo singolo di Enrico Ruggeri, proposto con un arrangiamento curato dal producer Sage.

Mameli: a Milano e Roma le prime date dell'Universo Tour (Biglietti)

Il cantautore siciliano Mameli, attualmente impegnato in una serie di date instore, ha annunciato che a dicembre terrà i suoi primi due concerti.

Rock in Roma 2019: un video teaser contro i commenti degli hater (Biglietti)

L'Ippodromo delle Capannelle, l'Auditorium Parco della Musica, il Teatro Romano di Ostia Antica e il Circo Massimo sono le location dell'11° edizione di Rock in Roma, la cui line up è stata pesantemente criticata.

Caterina Caselli lancia il remix di Nessuno Mi Può Giudicare

"Nessuno Mi Può Giudicare" di Caterina Caselli si dimostra ancora attuale e di forte impatto. Una delle canzoni “transgenerazionali” per eccellenza.

Gigi D’Alessio e Nino D’Angelo: rinviato a settembre “Figli di un Re Minore”

Si svolgerà il 20, 21 e 22 settembre all'Arena Flegrea di Napoli “Figli di un Re Minore”, il concerto evento di Gigi D'Alessio e Nino D'Angelo inizialmente previsto il 21, 22 e 23 giugno.

Classifiche di Vendita Fimi Settimana 24: Jovanotti conquista la vetta davanti ad Alberto Urso e Giordana Angi

Le classifiche di vendita Fimi di questa settimana premiano Jovanotti (album), Gemitaiz e Madman (singoli) e i Pink Floyd (vinili).

Festival Show cast - Ecco tutte le informazioni sulla 20esima edizione

Festival Show cast. Da Emis Killa a Benji & Fede, da Arisa a Nek e ancora Loredana Berté, Lo Stato Sociale ecco i nomi degli artisti della ventesima edizione.

Anteprima Video: Celeste Gaia racconta il sentirsi fuori posto con “Io mi sento a disagio”

Anteprima esclusiva su All Music Italia Celeste Gaia Io mi sento a disagio. Il video del singolo che ha segnato l'attesto ritorno della cantautrice.

Classifica Radio Earone Settimana 24: Jovanotti subito in testa. Tiziano Ferro ancora secondo

La classifica radio Earone di questa settimana premia a sorpresa Jovanotti, che guida un podio composto solo da artisti italiani.

Gué Pequeno Gelida estate Ep è il nuovo progetto discografico

Dopo il lancio del singolo "Montenapo" feat. Lazza, è in arrivo per Gué Pequeno Gelida estate, un EP di inediti.

Giordana Angi Tour - La cantautrice prosegue con gli instore e annuncia nuove date live

Sono state annunciate le prime date del tour estivo di Giordana Angi, ma nel frattempo prosegue senza sosta il lungo instore tour.

Supereroe Bat-Edition - Nuovi brani, duetti e instore per Emis Killa

Dopo aver lanciato per l'estate il singolo "Tijuana" Emis Killa pubblicherà Supereroe Bat-Edition.

Flash News

Rancore - Aggiornamenti nel calendario di Musica per Bambini Tour in estate

Subsonica - Nuove date nel calendario estivo della band (Biglietti)

Einar rinviati a data da definirsi i due concerti previsti per questo mese

Gazzelle - Si aggiungono due nuove date al Punk Tour Estate 19

Martina Attili - Cancellato il concerto del 9 maggio a Torino

Fil Bo Riva: special guest dell'unica data europea degli Imagine Dragons

Raf-Tozzi: debutto del tour rinviato. Il nuovo calendario.

Jack Savoretti: annunciata l'unica tappa italiana del suo tour estivo (Biglietti)

Rubriche

Da oggi in radio

Da oggi in radio - Le pagelle dei nuovi singoli in uscita il 14 giugno 2019

La mosca Tzè Tzè

La Settimana della Mosca: Cuba Libre, Tequila e altri cocktail per l'estate italiana

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita il 7 giugno

Sondaggi

Amici 18 - I risultati del sondaggio. Per i nostri lettori merita la vittoria...

L'ANALISI

Eurovision 2019: i risultati di Mahmood e l'analisi delle classifiche europee di vendita!

Emergenti

Laura Ciriaco lancia il nuovo singolo "Estate Nucleare"

Giulia Penna fuori il nuovo singolo per la cantante youtuber, Shake

Klari Non vuole te è il nuovo singolo in cui parla alle ragazze che fanno le s*****e

Francesco Morrone: fuori il singolo “San Salvario” prima del tour... in bicicletta!

Elisa Sapienza lancia l'Ep elettropop “Il Tempo Vola”, un inno al coraggio

NERATERRÆ nell'album The Substance Of Perception collaborazioni da tutto il mondo

Classifiche di Vendita Fimi Settimana 24: Jovanotti conquista la vetta davanti ad Alberto Urso e Giordana Angi

Classifica Radio Earone Settimana 24: Jovanotti subito in testa. Tiziano Ferro ancora secondo

CERTIFICAZIONI FIMI – SETTIMANA 23: Dischi di platino per Coez, Gemitaiz, Mengoni e Irama

CLASSIFICHE STREAMING SPOTIFY – SETTIMANA 23: la Top Viral nel mirino dei nostri lettori

CLASSIFICHE DI VENDITA FIMI – SETTIMANA 23: Alberto ancora primo ma il re, tra singoli e vinili, è J-Ax

Classifica Radio Earone Settimana 23: irrompe il ciclone Tiziano Ferro, ma non conquista la vetta

Recensioni

Africa Unite & Architorti In tempo reale - recensione

Achille Lauro 1969 - Recensione

Fiorella Mannoia Personale - Recensione

Fil Bo Riva Beautiful sadness - Recensione

Enrico Nigiotti Cenerentola e le altre storie - Recensione

Romina Falconi Biondologia - Recensione

Video

Elodie Intervista Margarita

Merk & Kremont Intervista Kids

Finley Intervista We Are Finley

Ligabue Tour Stadi 2019 Prove generali, incontro con la stampa

In Arte Gibilterra Intervista Porno & Rancori

Tredici Pietro Intervista Assurdo

Ermal Meta Intervista Seat Music Awards

Laura Pausini e Biagio Antonacci Intervista Seat Music Awards

J Ax Intervista Seat Music Awards

Emis Killa Intervista Seat Music Awards

Gigi D'Alessio Intervista Seat Music Awards

Irama Intervista Seat Music Awards