PREMIO ANDREA PARODI: in gara le lingue di tutto il mondo

Premio Andrea Parodi

Andrea Parodi, indimenticato artista sardo scomparso nel 2006 e già voce dei Tazenda, offre il suo nome ad un concorso musicale che fa della contaminazione linguistica e della sperimentazione il suo mantra, il Premio Andrea Parodi.

A Cagliari presso il Teatro Auditorium Comunale, con anteprima l’11 ottobre al Jazzino, dal 12 al 14 ottobre si svolgerà la fase finale e saranno numerose le lingue che si potranno ascoltare. Dal sabir (l’antica lingua franca mediterranea) all’hemşince e al turco, dall’arabo al portoghese, dal siciliano al calabrese, dal toscano al gallurese sino all’italiano. Ciò rende il Premio Andrea Parodi l’unico concorso italiano dedicato alla world music.

Ecco i finalisti con i rispettivi brani in gara:

Aksak Project con “Agouamala” (in sabir),
Davide Campisi con “Piglialu” (in siciliano),
Entu con “Haba” (in hemşince e turco),
Daniella Firpo con “Destino” (in portoghese),
Musaica con “Inferno V”, (in calabrese),
Frida Neri con “Aida” (in italiano),
Daniela Pes con “Ca Milla Dia Dì” (in gallurese),
Rebis con “Cercami nel mare ابحثي عني في البحر” (in arabo),
Il Santo con “Magarìa” (in calabrese),
Giuditta Scorcelletti con “Se tu sapessi…” (in italiano e toscano).

La manifestazione si avvale della direzione artistica di Elena Ledda, e vedrà in scena anche importanti ospiti che saranno comunicati prossimamente. La conduzione sarà a cura di Ottavio Nieddu con la collaborazione e gli interventi di Gianmaurizio Foderaro.

Partner della manifestazione sono: European Jazz Expo (Sardegna), Premio Bianca d’Aponte (Campania), Negro Festival (Campania, Grotte Di Pertosa), Folkest (Spilimbergo, Friuli), Mare e Miniere (Sardegna), Consorzio Cagliari Centro Storico, Jazzino di Cagliari, Boxoffice Sardegna.

Media partner sono Radio Rai, Radio Popolare, Radio Sintony, Unica Radio, Sardegna 1 Tv, Tiscali, Il Giornale della musica, Blogfoolk, Mundofonias (Spagna), Doruzka (Rep. Ceca), Concertzender (Olanda).

Il Premio Andrea Parodi è realizzato dall’omonima Fondazione grazie a: Regione autonoma della Sardegna (Fondatore), Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e Assessorato del turismo, artigianato e commercio; Fondazione di Sardegna, Comune di Cagliari (patrocinio e contributo), Nuovo Imaie, Siae, Federazione degli Autori.

 

Articolo di Simone Zani per All Music Italia

 

  
segui su: