BENEDETTA PARAVIA alias PRINCESS BEE: con “Emaraat” porta un tributo a scopo benefico agli Emirati Arabi Uniti 

beee

Benedetta Paravia è un nome forse poco noto al grande pubblico italiano, ma con lo pseudonimo di Princess Bee è diventata una realtà musicale molto nota in Medio Oriente, dove da anni è riuscita ad abbinare la propria attività musicale a progetti di natura umanitaria. L’ultimo progetto dell’artista è il brano Emaraat, la prima canzone dedicata agli Emirati Arabi Uniti realizzata da musicisti internazionali, prodotta in memoria  Shaikh Zayed, sultano e Presidente degli Emirati fino al 2004, anno della sua morte. Un brano legato ad un nobile progetto di solidarietà al quale verranno destinati i proventi delle vendite.   

Per realizzare questo brano, la cantautrice italiana ha scritto la parte di testo in inglese, mentre le strofe in arabo sono state scritte dal paroliere Ali Al Khawar. Una canzone  che  prende forma in un duetto con il cantante Harbi Al Amri, ottenendo un suggestivo intreccio musicale capace di fondere la lingua araba a quella inglese. Un sogno realizzato per Benedetta alias Princess Bee,che commenta entusiasta il lancio della canzone: 

“Ho finalmente realizzato il mio tributo personale agli Emirati Arabi Uniti, un paese che ho sempre considerato come la mia seconda casa. Ho avuto il privilegio di incontrare Sheikh Zayed nel 2002 e ho dedicato questa canzone alla sua memoria “

Il brano è accompagnato da un video, che celebra le bellezze degli Emirati, tracciandone la storia e raccontandone l’attuale realtà, attraverso la figura di Benedetta che contamina il racconto con la propria identità italiana, mentre per gli abiti di scena,sceglie un forte richiamo alla bandiera degli Emirati Arabi uniti, dove ai colori comuni alla nostra bandiera si aggiunge il nero, simbolo della ricchezza petrolifera di queste terre.  Immagini mozzafiato che sottolineano l’unicità di un territorio che abbina scenari naturali incontaminati a arredi urbani futuristici, dove si è sviluppata una società multietnica e moderna. Un tributo che porta in musica il punto di vista occidentale, facendolo  incontrare con la tradizione musicale araba grazie al contributo di Harbi Al Amri.

 

Una dichiarazione d’amore nei confronti di questo paese, disponibile su iTunes. Tutti i proventi andranno al Centro di Formazione Al Noor per bambini in difficoltà e a Angels, un’organizzazione che aiuta i bambini in paesi in guerra e le aree che mancano di un’adeguata assistenza sanitari. Princess Bee, all’anagrafe Benedetta Paravia, figlia di un’importante imprenditore italiano, è una cantautrice che spazia con la propria voce da soprano, tra il pop e il R&B. Un talento messo al servizio della filantropia, che emerge nel 2006 in Medio Oriente, quando realizza  la canzone Angels, che parla di due giovani ragazze, l’israeliana Rachel Levy e la palestinese Ayat Al Akras , morte  nel 2002 durante un attacco kamikaze in un supermercato. Angels è il primo e l’unico brano che ha ricevuto il patrocinio dell’UNESCO, che ha riconosciuto la fondamentale importanza della composizione musicale a supporto del tema della pace e la solidarietà tra i popoli. Lo stesso brano ha anche ricevuto il patrocinio della Santa Sede e la Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano.

Benedetta Paravia è anche fondatrice e ambasciatrice  di Angels Onlus, un’organizzazione umanitaria No Profit che si prende cura dei bambini malati che vivono nelle zone colpite dalla guerra o dove non ci sono adeguate strutture sanitarie. Il presidente onorario di Angels onlus è la Principessa Al Johara Al Saud . Dal 2013 è stata nominata ambasciatrice internazionale del Training Center Al Noor.

Se siete incuriositi dall’attività musicale e umanitaria di Princess Bee, potete collegarvi alla sua pagina ufficiale Facebook (QUI).

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: