26 Febbraio 2020
di Interviste, Recensioni
Condividi su:
26 Febbraio 2020

Intervista a Massimo Luca: 25 anni di “Destinazione paradiso” e non solo…

Il 24 febbraio 1995 "Destinazione paradiso" arrivava nei negozi di dischi per vendere oltre 1 milione e mezzo di copie...

Condividi su:

Destinazione Paradiso è una pietra miliare del pop/rock cantautorale anni 90!

Inizio con questa frase a mo’ di arringa per giustificare perché sono qui a festeggiare con questa intervista il 25isimo compleanno di tale album, uscito il 24 febbraio del 1995,  che è valso un debutto fulminante, quello del cantautore milanese Gianluca Grignani.

E Destinazione Paradiso non è stato semplicemente un disco; arrivava nel 1995 a piazzarsi esattamente nel mezzo come stile tra tre correnti differenti: chi amava il rock dominato per i nostri lidi dal sempre più eterno Vasco Rossi, dall’arrembante Ligabue e dalla variante blues di Pino Daniele, chi invece il bel cantato all’italiana che stava sfornando nuovi idoli come Andrea Bocelli, Neri Per Caso, Giorgia e la variante più pepata Irene Grandi e chi infine amava i cantautori puri come Fabrizio de Andrè, Ivano Fossati, Lucio Dalla.

Ecco, con Destinazione Paradiso, Gianluca Grignani andò ad abbracciare trasversalmente tutte e tre le esigenze, grazie all’intelligenza di arrangiamenti mai troppo patinati per essere definiti pop, gran spazio alla melodia e chitarre mai troppo tirate per essere definiti rock, testi non banali e con concetti ampi da interpretare per piacere agevolmente a chi amava l’impegno.

Il risultato furono circa 800.000 copie vendute nell’immediato, un record per un disco di debutto, che diventarono poi svariati milioni considerando le vendite all’estero e soprattutto la continuità delle stesse; si, Destinazione Paradiso è un album che muove copie ancor oggi, ed ancora ne muoverà, visto che è attesa per i festeggiamenti la pubblicazione in vinile.

Per parlare di questo lavoro, così iconico per la carriera di Grignani, raggiungo il suo produttore d’allora, nonché arrangiatore, autore, e non da ultimo grandissimo chitarrista al fianco dei migliori: Massimo Luca. E non solo! Approfitto di avere a disposizione cotanto signore delle sette note per farmi raccontare anche un po’ di curiosità sulla sua carriera che ha passato il mezzo secolo di vita senza alcuna interruzione.

25 anni di destinazione paradiso – Intervista a Massimo Luca

Benvenuto Massimo: ma come succede che un musicista come te incontra un talento acerbo come quello di Gianluca e decide di lavorarci assieme?

E’ stata davvero pura casualità. Siamo nel 1993: mi chiamò una mia amica, all’epoca impiegata nella discografia e mi chiese se mi andasse a tempo perso di ascoltare il figlio del suo vicino di casa.

Me lo descrive come un ragazzotto che suona la chitarra e canticchia accompagnandosi, ma, cosa interessante, ha avuto modo di ascoltare alcune cose che ha scritto e seppur non lo trovi un cantante eccelso, lo trova però pieno di pathos. Poiché non nego favori agli amici le dissi semplicemente: “perché no”? Il giorno dopo era da me in studio.

Come andò quel primo incontro?

Mi trovai di fronte un ragazzotto intimidito. Gianluca era davvero timidissimo, cosa che chi ricorda era visibile anche durante le prime interviste. Era giovanissimo, carino, una bella faccia, un tipo, ma andava cercando tutti gli angoli ed anfratti nello studio per nascondersi.

Provai a metterlo a suo agio offrendogli dell’acqua, ma mi resi conto che restava sulle sue. Allora presi una delle mie chitarre e gli dissi di suonarmi qualcosa di suo.

Per decidere di lavorarci suppongo rimanesti colpito dalla sua scrittura?

Ma nemmeno un po’! Dopo 15 minuti di queste cose sue, lo bloccai dicendogli: “Caro Gian, con questa roba qua non andiamo da nessuna parte proprio”. Però ci fu una cosa che mi aveva colpito al di là di ciò che aveva scritto.

Cosa fu?

Aveva un enorme pathos, non so come spiegare. Non siamo di fronte ad un cantante eccelso tecnicamente, eppure la sua comunicazione arrivava prepotente.

Di suo poi mi colpì anche il fatto che non se la prese per esser stato bocciato dalle mie parole, anzi, mi ringraziò perché temeva un giudizio non vero, di quelli dati per circostanza. Mi chiese cosa potesse fare ed io ricordai…

Ricordasti?

… di avere da tempo chiuso nel cassetto un progetto musicale in cui credevo molto, una sorta di… lo chiamerei album mediterraneo, cioè come il pop di Battisti, che suonasse assolutamente nostro. In questo la sua voce e quello che sapeva raccontare mi sembrò assolutamente adatta.

Così gli intimai di tornarsene a casa ma di scrivere; non canzoni complete, ma semplici frasi, due, tre, quel che gli veniva. Gli dissi: ”raccontati a me Gian, fatti conoscere, scrivi ciò che ti passa per la mente”.

E lui si è fidato e per oltre un anno e mezzo è andato e venuto con moltissimi pensieri scritti, annotati. Parte di essi, con la mia supervisione e più che correzione direi aggiustatina, sono diventati gran parte dei testi di Destinazione Paradiso.

Un anno e mezzo di lavoro per registrare dei provini oggi sarebbero ritenuti tempi biblici…

E lo so, ma io avevo moltissime cose a cui stavo lavorando, quindi a lui chiesi di non aver fretta e fu paziente e soprattutto ispirato.

Una volta terminati i provini?

Avevamo diverse cose ultimate ma, un po’ come si faceva all’epoca, presi i due che mi sembravano i migliori e sto parlando di La Mia Storia Tra Le Dita e Destinazione Paradiso ed inizia il classico giro delle allora 7 sorelle, le 7 case discografiche per capire se fossero interessate. Il risultato? Nessuna lo era!

Ma come è possibile? Si tratta di due canzoni che arrivano abbastanza immediate…

Non sto qui a descriverti i tizi che dirigevano le suddette in quegli anni! Poi un amico che non finirò mai di ricordare e ringraziare, Leo De Luca, mi consigliò di rivolgermi alla Polygram, oggi inglobata in Universal, dicendomi che forse loro erano gli unici che potevano essere interessati ad un progetto del genere.

Gianluca ha inciso con Polygram, quindi andò bene?

Macchè! Non erano interessati granché. Riuscimmo a strappare solo il contratto per un singolo, per vedere come andava. Incidemmo La mia Storia Tra le Dita.

Poi si presentò la possibilità di fare Sanremo, grazie ad un’intuizione del grandissimo Pippo Baudo che in quegli anni si era inventato una sorta di bolgia dantesca in cui far esibire una serie di giovani artisti, Sanremo Giovani, che poi se classificati prendevano parte al festivalone di Febbraio.

Beh sappiamo come è andata: Gianluca passa con La Mia Storia Tra Le Dita…

No, non proprio. Presentiamo Destinazione Paradiso, per conservarci l’altra che hai citato come brano per Sanremo, se passiamo. Pippo, che è davvero un profondo conoscitore della musica e delle sue dinamiche, ascoltò la canzone in religioso silenzio, per poi dire: “Interessante, ma non avreste un altro brano”?

Glielo facemmo ascoltare e dopo appena 15 secondi stoppò tutto. “Perfetto, vi prendo per i giovani ma con questo pezzo che secondo me sarà un successo mondiale. Giocatevelo adesso che con l’altro correte il rischio di non passare e vi bruciate”. Adesso poi c’è la storia che si conosce.

Gianluca passa le selezioni di Sanremo Giovani ed approda al Sanremo ufficiale del 1995 tra le nuove proposte…

Si, ma sull’onda del successo di oltre 100.000 copie vendute di un singolo lanciato semplicemente per passare un’eliminatoria, che oltretutto passammo per il rotto delle cuffia. Invece fu chiaro da subito che La mia Storia Tra Le Dita era un successo.

A Sanremo poi arrivaste sesti se non ricordo male?

Gianluca mi volle con sé sul palco. Diceva che gli davo sicurezza. Effettivamente in quegli anni lì lui è stato davvero un mio figlio adottivo, come si definiva lui. C’era un rapporto davvero come quello tra padre e figlio. Io lo incoraggiavo tanto e lui si fidava di me in maniera totale. C’era una magia, un’alchimia speciale.

Riguardo al sesto posto ci interessò relativamente; sin dalla prima apparizione di Gianluca ci trovammo l’albergo lì a Sanremo assediato di fans. Era chiaro che qualcosa era successo, anche se trovarsi a vendere 25.000 copie alla settimana, come è successo a noi per mesi e mesi, credo nessuno lo potesse immaginare… forse tranne me!

Il successo è proseguito con Falco A Metà come terzo estratto dall’album, con cui Gianluca ha presenziato stabilmente nell’airplay estivo ed al Festivalbar da assoluto protagonista; ma come è possibile però che un simil successo non abbia avuto a corredo un video promozionale?

Colpa di quel genio dei discografici. Si sono trovati spiazzati dal successo, erano convinti che dopo Sanremo si sarebbe sgonfiato. Così limitarono il budget per la promozione sia di Falco A Metà che di Primo Treno Su Marte.

Se ci pensi sono stati due successi perché il pubblico lo ha deciso ma che non sono stati così pubblicizzati dall’etichetta.

Cosa accade poi all’improvviso perché un tale connubio si spezzasse? Se preferisci non raccontarlo puoi glissare la domanda…

Non ci siamo lasciati benissimo io e Gianluca anche se non abbiamo mai litigato. Si è cascati in un silenzio consenziente in cui lui aveva semplicemente pianificato un lavoro che io non appoggiavo.

Ho comunque lavorato con lui al successivo La Fabbrica Di Plastica del 1996, ma consigliandogli, come un padre che ha più esperienza, di metterlo nel cassetto, di consolidare il successo ottenuto con un album più vicino nel gusto e nel genere a Destinazione Paradiso, per non tradire il pubblico.

Direi che non sei stato ascoltato?

Lui ha trovato l’appoggio dei discografici che definirono La Fabbrica Di Plastica un grande album, e lo è, senza dubbio. Mi vennero contro non capendo che io parlavo di non tradire il pubblico.

Non avrebbe potuto capire dopo un solo anno chi fosse il vero Gianluca, cambiando così tanto stile. Quello era un disco a cui si doveva arrivare gradualmente, magari un quarto album.

Così vi siete artisticamente separati…

Si, alla fine del progetto de’ La Fabbrica Di Plastica mi disse che aveva bisogno di camminare con le sue gambe, poi però mi richiamò anni dopo per Il Re Del Niente.

Quasi dieci anni dopo… come era cambiato l’artista e l’uomo?

L’uomo era sicuramente più maturo ma anche disilluso. L’artista invece era quello che ci tenne a precisare che le decisioni finali sarebbero però state solo sue, che era un discorso di responsabilità sul progetto tutto.

Gianluca passa per un caratterino non facile comunque e tu lo ha tenuto tutto sommato a bada per il lavoro su tre dischi. Come ci sei riuscito?

Ma figurati! Io ero il suo papà adottivo e lo trattavo come un padre tratta il suo cucciolo. La sua difficoltà caratteriale è semmai il fatto che Gianluca è un po’ vittima di se stesso e delle sue aspettative e su questa cosa gli dicevo sempre di non pensare a come lo avrebbero visto gli altri, ma di concentrarsi sulle cose che doveva fare per renderle al meglio.

Pensa che una volta, e ci rido ancora quando ci penso, mi chiese se sarebbe mai passato alla storia, capisci? ( ride ndr )

E tu?

Gli risposi che la storia si misura nei secoli e che le nostre vite sono un po’ troppo brevi al cospetto.

Clicca su continua per andare avanti a leggere la nostra intervista a Massimo Luca.


In Copertina

Top e Flop Aprile 2021: Laura Pausini e Franco126 al top... incerterzze su Achille Lauro ed Emanuele Aloia mentre per Federico Rossi è un crollo

Aprile dolce dormire! Così dice un famoso proverbio! Nel mese simbolo della primavera chi l'avrà spuntata? Ecco i nostri top e flop!.

Nella semifinale di Amici di Maria De Filippi Tancredi presenta "Balla alla luna" (testo)

Il brano sarà contenuto nel primo EP dell'artista, "Iride", in uscita il 14 maggio.

Eurovision 2021: la guida e i video delle 39 canzoni in gara. Parte 2 di 4

Seconda parte della guida ai brani in gara con le valutazioni del nostro esperto in Eurovision, Davide Maistrello.

La classifica aggiornata delle vendite di artisti lanciati da un talent show parte II - Gli album

Gli artisti del talent show di Maria De Filippi battono di gran lunga in fatto di vendite album quelli del programma concorrente .

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #18: per Rkomi... l'en-plein è servito!

Le classifiche di vendita Fimi premiano Rkomi primo dappertutto. L'album Taxi Driver è in testa tra album e vinili e Nuovo Range nei singoli.

X Factor 2021 uno dei possibili nomi smentisce... chi rimane in lizza per il dopo Cattelan?

Manca poco più di due mesi all'inizio delle registrazioni delle audizioni. Chi guiderà lo show di punta di Sky?.

PAGELLE NUOVI SINGOLI IN USCITA IL 30 APRILE 2021: Malika in piena forma, Povia.... lasciamo stare!

Baby K, Malika Ayane, Fasma, Sal Da Vinci e tanti artisti emergenti. Ecco le mini recensioni di Fabio Fiume.

Classifica Radio EarOne settimana #18: Purple Disco Machine si confermano in testa. Caparezza sul podio

La classifica radio premia Fireworks di Purple Disco Machine feat. Moss Kena & The Knocks. Caparezza sale sul podio.

Release date 2021: l’elenco, mese per mese, di tutti i singoli italiani in uscita

Un articolo in costante aggiornamento per scoprire giorno per giorno, tutte le nuove uscite italiane del 2021.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale

ALBUM IN USCITA 2021

Articolo in continuo aggiornamento...

Interviste

Videointervista a Tricarico: “Il tempo ribalta ogni cosa, basta non esserne vittime!”

E' uscito il nuovo album di Tricarico Amore dillo senza ridere ma non troppo seriamente, prodotto da Vittorio Corbisiero.

Videointervista a Iva Zanicchi: “In autunno un nuovo disco e uno one woman show in tv”

E' uscito lo scorso 30 aprile il nuovo singolo di Iva Zanicchi Amore Mio Malgrado. Ne abbiamo parlato in una divertente videointervista.

Videointervista a Vasco Brondi: “Dopo la battaglia c’è una pace incerta, piena di ferite o piena di sollievo”

Il 7 maggio è il giorno dell'uscita del nuovo progetto discografico di Vasco Brondi Paesaggio Dopo La Battaglia. Annunciate anche le prime date del tour.

Videointervista a TY1: “L'hip hop nel tempo si è riscattato, uscendo dell'underground”

Il 7 maggio è il giorno dell'uscita in formato fisico e digitale del nuovo album di TY1 Djungle. Ne abbiamo parlato in una videointervista.

Videointervista a GionnyScandal: “Sono diverso? No sono anti!”

Il 7 maggio è il giorno dell'uscita per Virgin Records del nuovo album di GionnyScandal Anti. Un progetto che arriva a due anni da Black Mood. .

Videointervista a Rkomi: “Vorrei sempre sorprendere chi mi segue!”

E' uscito il nuovo album di Rkomi Taxi Driver, progetto in cui si avverte un forte sapore cinematografico. Ne abbiamo parlato in una videointervista.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Primo Maggio Roma 2021: la musica che veicola messaggi importanti... Fedez, Michele Bravi (e Pio & Amedeo)

Primo Maggio Roma Michele Bravi, Fedez e lo scivolone di Pio & Amedeo. Ieri la musica dal vivo ha provato a ripartire e per farlo ha scelto il "Concertone". Su quel palco, da sempre portavoce dei diritti dei lavoratori, hanno trovato spazio, giustamente, anche alcuni messaggi su quanto sta avvenendo a livello sociale nel nostro paese. In...

News

Marco Masini in concerto: “Ci siamo accorti di quanto è importante la felicità e avere accanto qualcuno” (Scaletta)

Marco Masini in concerto in streaming dal Teatro della Pergola di Firenze a sostegno della Fondazione dell'Ospedale Pediatrico Meyer.

Cannella: fuori “Ore Piccole”, il nuovo album del cantautore romano

E' uscito lo scorso 7 maggio il nuovo album di Cannella Ore Piccole, secondo disco del giovane cantautore romano pupillo dell'etichetta Honiro Records.

Jack Jaselli pubblica il libro "Torno a casa a piedi" insieme ad un nuovo Ep

L'Ep si intitola "Torno a casa a piedi sessions" e racchiude alcune canzoni citate nel libro.

In attesa dell'arrivo di "Nudo", fuori un mixtape di Villabanks, "Filtri"

Nel progetto presenti anche Ketama126, Taxi B , Random e molti altri ancora.

Meduza: il tour americano e alcune novità che certificano il successo

Meduza, trio di producer italiani di musica house, sono pronti per una nuova avventura americana. Ecco tutti i dettagli.

Senhit: sesto posto nell'OGAE International Poll e un premio speciale per #FreakyTripToRotterdam

Prosegue l'avvicinamento di Senhit all'Eurovision Song Contest 2021. Per l'artista un premio speciale e il sesto posto all'OGAE International Poll.

Federico Martello vince il Road To Yalta Festival in Russia

Federico Martello è stato anche nominato Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente Sergio Mattarella.

In attesa del nuovo singolo Simonetta Spiri, nel giorno della festa della Mamma, lancia una nuova versione de "Il viaggio dei pensieri"

Questa canzone riprende il dolore per la scomparsa della mamma e, tramite un nuovo testo, si apre di nuovo alla vita.

I Jalisse ricevono una lettera di stima dal Presidente Mattarella... in attesa di poter ritornare, 25 anni dopo, a Sanremo

Il duo vuole far pervenire a Mattarella un brano, "Speranza in un fiore", dedicato a tutti i nonni scomparsi a causa della pandemia.

Nella semifinale di Amici di Maria De Filippi Tancredi presenta "Balla alla luna" (testo)

Il brano sarà contenuto nel primo EP dell'artista, "Iride", in uscita il 14 maggio.

Top e Flop Aprile 2021: Laura Pausini e Franco126 al top... incerterzze su Achille Lauro ed Emanuele Aloia mentre per Federico Rossi è un crollo

Aprile dolce dormire! Così dice un famoso proverbio! Nel mese simbolo della primavera chi l'avrà spuntata? Ecco i nostri top e flop!.

In arrivo il nuovo album di Angelica, "Storie di un appuntamento"

Il disco uscirà in versione cd e in vinile deluxe.

Terzo singolo da solista per Mobrici. Ecco testo e audio di "La fine"

"La Fine è un brano scritto lo scorso autunno... con questa canzone ho affrontato il tramonto della mia band, i Canova.

Giuseppina Torre è Cavaliere dell'Ordine "Al merito della Repubblica Italiana"

La pianista e compositrice ha ricevuto l'onorificenza per essersi contraddistinta grazie alla sua musica e alle sue composizioni.

Giaime "Soli" è il nuovo singolo in duetto con Rose Villain (testo e audio)

Il brano arriva dopo le certificazioni oro e platino conquistate dall'artista negli scorsi mesi.

News
dalla discografia

Rubriche

Pagelle Nuovi singoli

PAGELLE NUOVI SINGOLI IN USCITA IL 30 APRILE 2021: Malika in piena forma, Povia.... lasciamo stare!

radio date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 7 maggio

W la Mamma

Caro Povia, in merito al tuo post sul ddl zan, facciamo due riflessioni? io, te e mio figlio...

La mosca Tzè Tzè

Buon compleanno al Maestro Franco Battiato, colonna sonora della mia infanzia

Testo&Contesto

Testo & ConTesto: Laura Pausini Io sì. Il Prof di latino analizza il testo della canzone italiana candidata agli Oscar 2021

A tutto pop

A TUTTO POP #47: TONY MAIELLO, GIUNI RUSSO e TAGLIA 42. Aneddoti e curiosità sulle canzoni

A-V Indie

IL TEATRO DEGLI ORRORI (V di Venezia)

Emergenti

Esce per Visory il nuovo singolo di Giordie "Crystal white"

Gli Iside pubblicano il loro primo album Anatomia Cristallo

Il cantautore e Producer Matteo Costanzo fuori con l'album "Deserto"

Not Good lancia il trascinante singolo "Mai più" feat. Emis Killa e Rizzo

Lameba e Joyello rivisitano Franco Battiato degli anni '70 ne Il rumore del Silenzio

Ciao sono Vale racconta le forme dell'amore in “Tutto ciò che Vuoi”

Anice ha lanciato il nuovo singolo "Carillon"

Maggio: "Ora vorrei" è estratto dal primo album "Nel mentre (Lato A)"

Matteo Brento: "Ritornerò" è il profetico nuovo singolo

Classifica Spotify Settimana #18: Rkomi conquista la Top 50, ma continua la sfida tra Aka 7even e Sangiovanni

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #18: per Rkomi... l'en-plein è servito!

Classifica Radio EarOne settimana #18: Purple Disco Machine si confermano in testa. Caparezza sul podio

Certificazioni FIMI #17: Tiziano Ferro e Ultimo multiplatino. Nei singoli nuova certificazione per Sangiovanni

Classifica Spotify Settimana #17: Aka 7even e sangiovanni al top. Nella Viral entra Milva

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #17: colpaccio di Franco126! Molto bene i Nomadi

Recensioni

Coma_Cose – Nostralgia… perché anche la nostalgia nel loro mondo cambia aspetto.

Annalisa: "Nuda Dieci"... una riedizione che riscalda l'atmosfera?

Malika Ayane: “Malifesto” il racconto perfetto di come la vita

Maneskin – Il Teatro dell'Ira... da cui fuoriesce tutta l'ira ma non solo

Ermal Meta - Tribù Urbana - Recensione del nuovo album del cantautore

La Rappresentante di lista - My Mamma - Recensione

Video

Tricarico Intervista Amore dillo senza ridere ma non troppo seriamente

Vasco Brondi Paesaggio Dopo La Battaglia

GionnyScandal Intervista Anti

Iva Zanicchi Intervista Amore Mio Malgrado

TY1 Intervista Djungle

Chadia Rodriguez Intervista Concerto Primo Maggio

Ginevra Intervista Concerto Primo Maggio

Rkomi Intervista Taxi Driver

Ermal Meta in versione... ologramma!!!

Motta Intervista Semplice

Extraliscio Intervista Concerto Primo Maggio 2021

Emanuele Aloia Intervista Sindrome di Stendhal