27 Febbraio 2019
di Direttore Editoriale
Condividi su:
27 Febbraio 2019

Proposta legge Radio. Siamo arrivati troppo tardi? Gli emergenti sono la priorità!

Nelle ultime settimane si sta discutendo molto della proposta legge radio dell'Onorevole Alessandro Morelli. Una proposta forse arrivata troppo tardi, emergenti a parte...

Condividi su:

Negli ultimi giorni si sta parlando molto della proposta di legge radio dell’Onorevole Alessandro Morelli, Presidente della commissione trasporti e telecomunicazioni della Camera, al fine di stabilire per legge una quota di almeno un brano italiano su tre in radio.

La proposta sta dividendo un pò tutti, più che altro tra addetti ai lavori. Il problema principale è che questa proposta arriva troppo tardi e, pertanto, appare decisamente arcaica.

Il nostro sito lanciò qualcosa di simile nel 2015 attraverso una petizione su Change.org che in meno di un anno raccolse più di 7.100 firme (la trovate qui).

Tutte quelle firme furono ignorate ai tempi dalle istituzioni e dai network stessi ma, forse, in quel momento, avevano un loro senso. Oggi tante cose, troppe, sono cambiate.

Innanzitutto negli ultimi anni la musica italiana è tornata a regnare in radio. Prendiamo i dati della classifica radio Earone del 2018 in esame (la trovate qui).

Nella Top 100 dei brani più trasmessi in radio nel 2018 la musica italiana perde soltanto 49 a 51 sulla musica internazionale. Il divario cresce se prendiamo in esame la Top 50 dove le canzoni italiane sono 21 contro 29 mentre nella Top 10 troviamo quattro brani italiani contro sei internazionali.

A livello di numeri quindi ci siamo quasi, la quota del 50%, una canzone italiana su due, è realtà in questo momento. Certo bisogna tenere a mente che il dato è sicuramente un pò viziato da alcune radio che hanno una programmazione esclusiva di musica italiana come Radio Italia, Zeta l’Italiana e Radio Latte & Miele e che vanno così a compensare altri newtwork in cui la nostra musica è una rarità nei palinsesti.

Il problema più che altro è il seguente: ha ancora senso oggi nell’epoca dello streaming imporre alle radio, private e non, una quota di musica nazionale? Certo la stessa cosa è stata fatta in Francia ma si parla di venticinque anni fa, di un momento storico in cui in quella nazione, come nella nostra, era diventato necessario fare qualcosa al riguardo. Noi siamo arrivati in ritardo di vent’anni e la legge delle quote è diventata automaticamente arcaica.

AGGIORNAMENTO – ROCKOL SVELA I VERI DATI PERCENTUALI DEI BRANI ITALIANI

Un importante articolo pubblicato da Franco Zanetti di Rockol qui dimostra quanto in realtà le percentuali sugli effettivi passaggi di brani italiani siano fuorvianti e che, attraverso un analisi più dettagliata di dati forniti in esclusiva a Rockol da Enzo Mazza, Presidente di SCF, si può andare a capire quanto in realtà molte radio siano ben al di sotto della percentuale del 50% di musica italiana.

Gli ultimi dati disponibili di SCF, sulla base del rendicontato dalle radio nazionali, relativi al 2017 (il 2018 è ancora in analisi) l’effettiva percentuale di trasmesso relativo al repertorio italiano è del 31,98 %, percentuale che sale al 32,4% se si prende in esame le radio locali.

Il dato, come abbiamo già sottolineato, è influenzato dalle radio, network e locali, che trasmettono solo musica italiana.

Questi i dati SCF comunicati da Rockol per quel che riguarda i singoli network:

RTL 45,2 % di brani italiani
RDS 27,2 % di brani italiani
Radio Italia 100% di brani italiani
Radio Deejay 24,6 % di brani italiani
Radio 105 27,1 % di brani italiani
Virgin Radio 1,3 % di brani italiani
Radio Capital 15,5 % di brani italiani
Radio Kiss Kiss 29% di brani italiani.

Questi dati sono stati confermati anche dall’agenzia AGI attraverso dati SIAE.

 

LA SALVAGUARDIA DELLA MUSICA EMERGENTE

Quel che di sicuro rimane invece un problema ancora oggi importante è la salvaguardia della musica emergente. Da questo punto di vista non è cambiato praticamente nulla e, scorrendo, le Top 100 dei brani più trasmessi in radio negli scorsi anni, non si trova un solo talento emergente salvo qualche nome passato attraverso la grande esposizione mediatica di Amici di Maria De Filippi, X Factor o, raramente, del Festival di Sanremo.

La musica emergente in Italia ha bisogno di trovare spazi in radio, ma non solo, anche nei locali di musica dal vivo (sempre meno e raramente disposti a pagare i musicisti, cover band a parte) e in televisione.

Mettere in pratica questo proposito che, ricordiamo, prevede che in radio passi almeno il 10% della programmazione di musica italiana dedicata agli emergenti, anche con una legge non sarà facile.

Servirà infatti stabilire esattamente la definizione di artista emergente che, in questo momento, è abbastanza fumosa. Servirà impedire che ci possano essere accordi, come in alcuni casi avviene ora, per cui le edizioni di un brano diventano la materia di scambio per la messa in programmazione.

Ecco, questo è un punto importante. Se il governo intende mettere a punto una legge a tutela degli emergenti nelle radio deve necessariamente occuparsi anche del conflitto di interessi impendendo che una radio possa essere anche editore dei brani che trasmette.

LE OPINIONI DEGLI ADDETTI AI LAVORI

Gli addetti ai lavori, come dicevamo in apertura, sono divisi su questa nuova proposta legge. Il Presidente della SIAE, Mogol, per esempio ha mandato una mail a tutti gli associati chiedendo di sostenere questa importante iniziativa. Un gesto che è stato da alcuni criticato.

Il Presidente di MIA, Musica indipendente Associata, l’Associazione di Categoria che tutela e rappresenta i produttori, le etichette ed i distributori musicali indipendenti italiani, Federico Montesanto, applaude all’impegno e all’intenzione dell’Onorevole Alessandro Morelli, ma con riserbo tornando sulla questione delle tempistiche a cui noi stessi abbiamo fatto accenno in apertura…

Al netto di tutte le polemiche che si sono innestate su un argomento che è in discussione da molti anni e che già l’Onorevole Franceschini nel 2017 aveva portato agli onori dei dibattimenti legati al ruolo dei beni culturali, la proposta è sicuramente lodevole, in particolare perché porta all’attenzione del pubblico un tema molto delicato, quello della valorizzazione degli artisti e della produzione musicale italiana, ma arriva purtroppo troppo tardi rispetto a quando avrebbe potuto avere il giusto impatto per il nostro settore.

La Francia approvò la nota “legge Toubon” sull’uso e la promozione della musica francese nelle radio nel lontano 1994. Oggi, 25 anni dopo, i luoghi ed i modi in cui la musica viene fruita, promossa e valorizzata, anche in Italia, sono cambiati e non sono più esclusivamente legati alle proposte radiofoniche ma anzi si sono prevalentemente spostati sui servizi di streaming, tra tutti YouTube e Spotify.

Allo stesso modo sono cambiate le problematiche che la produzione musicale italiana incontra quotidianamente nel suo tentativo di competere nel mercato digitale globale, dalla scarsa presenza negli spazi promozionali che generano ricavi, in particolare le playlist ufficiali, alla mancanza di agevolazioni IVA al pari di quelle già praticate in sede europea agli esportatori abituali di beni materiali, fino ad una regolamentazione, che sia attuale ed attuabile, sulle posizioni dominanti ed i fenomeni distorsivi della concorrenza, che troppo spesso penalizzano i produttori musicali indipendenti italiani.

Riteniamo quindi che questa proposta, così com’è oggi concepita, se contestualizzata nell’effettivo scenario del mercato musicale e della fruizione della musica in Italia, non solo non avrebbe un impatto positivo in termini di valorizzazione della Musica Italiana, ma rischierebbe anche di penalizzare inutilmente l’emittenza radiofonica italiana rispetto agli altri player.

Anche Marco Mori e Renato Marengo, due addetti ai lavori da anni in campo al fianco della musica emergente italiana, hanno espresso il loro punto di vista…

Siamo favorevoli a una Legge come quella proposta che tuteli e sviluppi la musica italiana in radio. Ci pare interessante ogni azione atta a tutelare e sviluppare il Made in Italy musicale, come da sempre fanno in Francia ed in altri Paesi.

In particolare l’attenzione deve andare ai giovani esordienti provenienti dal mondo delle etichette indipendenti e dalle autoproduzioni che sono quelli che faticano di più ad entrare nelle playlist delle grandi radio e tv musicali con grandi sforzi economici, di tempo e di passione, gli unici capaci di innovare la Musica del nostro paese.

Oltre che fondamentale per la visibilità che è necessaria per gli artisti esordienti, è importante segnalare che ogni passaggio in radio si traduce in diritti d’autore che restano in Italia e quindi risorse che entrano nelle casse della musica italiana invece di fuggire all’estero e che possono ripagare tutti i protagonisti della filiera creativa musicale italiana ed essere a loro volta utilizzati per reinvestire in nuova musica nostrana.

Questa invece la dichiarazione di Vincenzo Spera di Assomusica:

Sono convinto che grazie al grande fermento musicale che c’è in questo momento, già una canzone su due trasmessa nelle radio è già italiana. Lo sforzo in più che le istituzioni devono fare è quello di sostenere i giovani emergenti e aiutarli in un’ottica di internazionalizzazione.

La musica italiana infatti – ha proseguito – non ha nulla da invidiare a quella straniera. Ecco perché bisogna puntare sui nostri artisti esordienti che stanno mostrando grande creatività e dinamismo.”


In Copertina

Classifica Spotify Settimana #3: Capo Plaza ancora in testa nella Top 50, ma Mace si avvicina...

La classifica Spotify Top 50 premia per la seconda settimana Allenamento #4 di Capo Plaza. Nella Viral bene Deddy e Raffaele Renda e Sangiovanni.

Sanremo 2021, Amadeus in un'intervista: “Lo dobbiamo volere tutti: o siamo compatti oppure...”

Amadeus, in un'intervista al Corriere della Sera, parla di Sanremo 2021 e ribadisce il suo punto di vista, chiarendone alcuni aspetti. Ma Codacons e Confcommercio.

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #3: Sfera Ebbasta ancora leader tra gli album. Nei singoli in vetta Mace

Inoki sorprende piazzandosi al secondo posto tra gli album e al primo tra i vinili. Pezzo di Cuore di Emma e Alessandra Amoroso si ferma alla #2 tra i singoli.

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 22 gennaio

Radio date 22 gennaio 2021.Anche questa settimana sono oltre 50 i nuovi singoli in uscita nel solo radio date di venerdì 22 gennaio. (leggi qui.

AMI Scoop... sta tornando Bianca Atzei con un album ricco di feat con la scena rap e indie italiana

Il primo singolo arriverà tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio.

Release date 2021: l'elenco, mese per mese, di tutti i singoli italiani in uscita

Un articolo in costante aggiornamento per scoprire giorno per giorno, tutte le nuove uscite italiane del 2021.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale Fabio Fiume

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2021

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Videointervista a Leo Pari: “Il pop è quel linguaggio che può parlare a chiunque”

Il 15 gennaio è uscito il nuovo album di Leo Pari Stelle Forever. 10 tracce che si snodano in un concept, omaggio all'universo femminile.

Videointervista a Claudio Cecchetto: “Sanremo è un transatlantico, il mio è un tender di giovani talenti”

Proseguono i lavori per la prima edizione del Cecchetto Festival, il contest web organizzato dall'eclettico artista e talent scout Claudio Cecchetto.

Videointervista a Emma e Alessandra Amoroso: "Ecco Pezzo di cuore... le canzoni non si scelgono, arrivano!"

Le due artiste raccontano questa nuova canzone e ci svelano anche le canzoni preferite l'una del repertorio dell'altra .

Videointervista a Takagi e Ketra: "Volevamo sorprendere e con Mengoni e Frah Quintale... ci siamo riusciti!"

Il nuovo singolo di Takagi e Ketra Venere e Marte è una sorpresa. Un brano che permette di scoprire una sfaccettatura inedita del duo di producer.

Videointervista a Marco Filadelfia: “Un viaggio nella fantasia dove ho voluto dare sfogo alla mia creatività”

E' uscito il nuovo singolo di Marco Filadelfia Jumanji, brano che descrive con maestria l’ambiziosa vita dei giovani d’oggi.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Shalpy cameriere? ci spiace, ma il lavoro è già occupato dagli artisti emergenti

Shalpy (o Scialpi che sia) lancia un appello attraverso le pagine di Rolling Stone Italia affermando di essere in una forte situazione di difficoltà e dicendosi disposto anche a fare il cameriere. Anche...Facciamo un passo indietro, questo è quanto succede. In un'intervista uscita qualche giorno fa su Rolling Stone Italia e realizzata dal sempre ottimo...

News

Continua "Far Finta di essere sani" della Fondazione Gaber. Nuovo ospite Cimini

Continua il format legato alle canzoni del Signor G ideato da Lorenzo Luporini.

Amici di Maria De Filippi resoconto della puntata 23 gennaio 2021

Ospite della puntata Michele Bravi che ha presentato il nuovo singolo "Mantieni il bacio".

Sanremo 2021, Amadeus in un'intervista: “Lo dobbiamo volere tutti: o siamo compatti oppure...”

Amadeus, in un'intervista al Corriere della Sera, parla di Sanremo 2021 e ribadisce il suo punto di vista, chiarendone alcuni aspetti. Ma Codacons e Confcommercio.

Gotham Dischi: la realtà di Andrea Papazzoni a supporto di big e artisti emergenti

Una nuova realtà musicale e discografica sbarca a Milano. Si tratta di Gotham Dischi, che fa capo ad Andrea Papazzoni, già fondatore dell'etichetta Nuvole e Sole.

London One Radio è la radio degli Italiani a Londra

La radio trasmette in streaming e può essere ascoltata ovunque.

Amici 20 fuori i nuovi brani inediti dei ragazzi. Ecco testi, audio, autori e produttori dei brani

Quest'anno i ragazzi hanno avuto l'occasione di lavorare ai propri brani con alcuni dei migliori produttori italiani.

Febo feat Giorgio Pasotti: dal 22 gennaio in radio il nuovo singolo “Fino in Fondo”

Il 22 gennaio è il giorno dell'uscita in radio di Fino In Fondo, il nuovo singolo di Febo feat Giorgio Pasotti, brano tratto dall'album Sognonauta.

Marracash pronto a rilanciare "Persona" con "Persona Vinyl Deluxe Box"

Il disco più venduto dell'anno sta per tornare, tra passato e futuro dell'artista. Ecco come.

Matteo Romano al lavoro con Federica Abbate sul nuovo singolo

12 milioni di stream per il singolo d'esordio della giovane scoperta di Artist First.

Emanuele Aloia: in arrivo “L’urlo di Munch”, brano che descrive le difficoltà emotive del presente

Uscirà il prossimo 29 gennaio il nuovo singolo di Emanuele Aloia L’urlo di Munch, brano che arriva dopo Girasoli e Il Bacio di Klimt.

Sanremo 2021: riunione tra Rai, Comune, Prefettura e Asl per pianificare il Festival

Continuano ad arrivare informazioni riguardo il Festival di Sanremo 2021 che, secondo quanto affermato dal Prefetto, sarà senza pubblico.

Giulia Penna: "Sparisci Please", si può rinascere dopo la fine di una relazione turbolenta?

Uscirà il prossimo 5 febbraio il nuovo singolo di Giulia Penna Sparisci Please, brano pop, frizzante e fresco che arriva dopo Bacio a Distanza.

Lorenzo Ciaffi: il duetto con Biondo nel nuovo singolo "Io e Te"

Esce il 22 gennaio su tutte le piattaforme digitali, per l’etichetta BMG, “Io e Te”, il nuovo singolo di Lorenzo Ciaffi feat. Biondo, esponenti della.

The Zen Circus: dal 22 gennaio in radio “Non”, singolo estratto da “L’ultima casa accogliente” (Testo e Audio)

Sarà in radio dal 22 gennaio il nuovo singolo di The Zen Circus Non, estratto dall'album L’ultima casa accogliente, uscito lo scorso autunno.

Magazzini Musicali: gli ospiti della quarta puntata in onda il 23 gennaio

Tra gli ospiti della puntata del programma di Rai 2 Tiromancino e Ariete.

News
dalla discografia

StaGe! e Indies segnalano la situazione drammatica per il settore musica e spettacolo dal vivo

“Edizioni Curci - Una storia italiana da 160 anni” racconta la nostra musica

Soundreef: ammessa in CISAC, Confederazione Internazionale delle Società di Autori e Compositori

Nasce U.N.A. Unione Nazionale Autori: una casa per tutti gli artisti italiani

Danti e One Fingerz, firmato l'accordo con l'agenzia di management MK3

Ensi e Warner Chappell Music Italiana: rinnovata la collaborazione

Rubriche

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 22 gennaio

Pagelle Nuovi singoli

Pagelle ai Nuovi singoli italiani in uscita il 22 gennaio 2021

Testo & ConTESTO

TESTO & CONTESTO UN SORRISO DENTRO AL PIANTO

La mosca Tzè Tzè

Il cast di Sanremo tra nomi noti e campioni di streaming. Ma Ugo li conosce???

(s)cambio generazionale

Daniel Ek, CEO di Spotify: rilasciare un album ogni tre anni funziona ancora?

Sondaggi

Sondaggio: scegli tu il tormentone dell'estate 2020

W la mamma

Festa della musica, sì, ma se la facciamo #senzaMusica, chi se ne accorge?

L'ANALISI

Analisi Sanremo 2020: ecco come Diodato ha conquistato la vittoria

Emergenti

Percorsi Di-Versi: la novità musicale che mixa rock e violini in "Equilibrio"

La Ragazza Dello Sputnik: dal 26 gennaio l'album d'esodio “Kiku”

Gibilrossa: il nuovo singolo “Accettando Tutto” è... la trascrizione di un sogno

Giuseppe Salsetta: il nuovo singolo “Il Dono dell’Ubiquità” tratto dall'album “Il Meglio di Me”

YaMatt: fuori il singolo “Sulla Luna”, una canzone d'amore... non troppo convenzionale!

Bongi: fuori il singolo “Verde”, nuovo esempio di crossover pop

Classifica Spotify Settimana #3: Capo Plaza ancora in testa nella Top 50, ma Mace si avvicina...

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #3: Sfera Ebbasta ancora leader tra gli album. Nei singoli in vetta Mace

Classifica Radio Settimana #3: Vasco ancora in testa, ma Takagi & Ketra si avvicinano

Certificazioni FIMI settimana #2: doppiette per Tiziano Ferro, Mr. Rain, Tedua, Gazzelle e Chris Nolan

Classifica Spotify Settimana #2: in vetta Capo Plaza e Deddy. Bene Mace, Salmo e Blanco

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #2: in testa Sfera Ebbasta, Capo Plaza e Harry Styles

Recensioni

Ghemon: "Scritto Nelle Stelle" e con una grafia bella chiara e leggibile… anche per altre voci svogliate

Francesca Michielin: Feat e il suo stato di natura… ribelle.

Diodato – Che Vita Meravigliosa… se sai osservarla, capirla, viverla

Elodie This Is Elodie: Ante dell’armadio aperte, ecco tutto il suo guardaroba.

Marracash Persona: recensione di uno dei migliori dischi rap degli ultimi 10 anni

Tiziano Ferro Accetto Miracoli: Venti di cambiamento per un artista che si ha ancora il piacere di attendere… ancora ed ancora.

Video

Seryo Intervista Nessun Titolo

Filo Vals Intervista Album d'esordio

Leo Pari Intervista Stelle Forever

Emma Alessandra Amoroso Pezzo di cuore - Intervista video

Astol Intervista Vediamoci Stasera

Roberta Morise Pierdavide Carone Intervista A Mano a Mano

Brunori SAS Ciack D'Oro Odio L'Estate

Pinguini Tattici Nucleari Intervista Ahia

I Desideri Intervista Lo Stesso Cielo

Ligabue Presentazione 77 + 7

Loredana Errore Intervista C'è Vita

Greta Zuccoli Intervista Ogni Cosa Sa Di Te