24 Giugno 2019
di Direttore Editoriale
Condividi su:
24 Giugno 2019

Festival di Sanremo 2020 tra Amadeus, Mogol, Mina, Area Sanremo e le giurie. Il punto della situazione…

In rete si susseguono le indiscrezioni sul Festival di Sanremo 2020, la 70esima edizione della kermesse. Ecco il punto della situazione e qualche riflessione

Condividi su:

Festival di Sanremo 2020. Le indiscrezioni su come sarà gestito, a chi sarà affidato e sopratutto su chi ricoprirà l’importantissimo ruolo di Direttore artistico, si inseguono da diversi mesi ma quel che è certo è ad oggi, 24 giugno, ancora nessuna comunicazione ufficiale è stata diffusa.

La Rai è quindi in ritardo? Si e no.

È probabile che l’annuncio arrivi nei prossimi giorni con la presentazione dei palinsesti dell’azienda di stato, ma andiamo ugualmente a fare il punto della situazione secondi i rumors trapelati sino ad oggi.

La gestione Baglioni

Nel suo primo anno fu annunciato addirittura nel mese di ottobre quando all’inizio della kermesse mancavano soltanto quattro mesi, un lasso di tempo che può sembrare sufficiente ma ricordiamo che parliamo dell’evento musicale più importante e difficile da gestire che esiste nel nostro paese.

E infatti, come ammise il cantautore stesso, il tempo per lavorarci fu poco, nonostante gli ascolti lo abbiano comunque premiato. Per assurdo con più tempo a disposizione (Baglioni fu riconfermato il giorno dopo la finale della sua prima edizione), ma un tour da gestire in contemporanea, Claudio qualche errore lo ha fatto.

In primis i conduttori che lo hanno affiancato, Claudio Bisio e Virginia Raffaele che si sono rivelati molto al di sotto dei precedenti compagni di viaggio, Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker a livello di spettacolo televisivo.

Il secondo, probabilmente il più grave, la gestione dei giovani. Sanremo Giovani 2018 è stato accolto tiepidamente negli ascolti (nonostante la bellissima conduzione che ha visto contrapposti Pippo Baudo e Fabio Rovazzi) ma sopratutto ha tolto attenzione ai giovani.

E lo diciamo con una punta di dispiacere perché a noi la formula studiata da Baglioni, due prime serate con 18 giovani, di cui due promossi tra i big del Festival piaceva molto.

Solo che una scelta di questo tipo deve garantire una copertura mediatica da parte della stampa che possa, se non essere pari a quella della kermesse principale, almeno avvicinarcisi.

Del resto era necessario studiare eventi e occasioni per far apparire i giovani che hanno presentato su quel palco un loro brano inedito e, purtroppo, nemmeno quella c’è stata se si fa eccezione per Sanremo World Tour : sei concerti in giro per il mondo per i primi tre classificati delle due serate di Sanremo giovani, che hanno garantito una bella esperienza professionale a questi artisti ma che non hanno portato risultati discografici ne in termini di popolarità nel nostro paese.

Questo lascia presagire che la Rai dovrà probabilmente tornare alla vecchia formula o trovare un modo per rafforzare questa. Ma, e qui rispondiamo alla domanda iniziale, siamo già al tempo limite per fare un bel lavoro.
Quel che di sicuro chi farà seguito a Claudio Baglioni dovrà portare avanti è la capacità di scegliere un cast di cantanti al passo con i tempi andando a pescare nel pop, nell’indie e nel rap.

I CAMBIAMENTI DELLA RAI PER SANREMO 2020

Nel mese di maggio Fabrizio Salini, Direttore Generale della Rai, pare aver ha convocato un superteam di esperti per cercare di trovare una formula inattaccabile per il regolamento del Festival.

La questione delle giurie, del televoto, degli esperti, di qualità etc etc… sono un problema che da anni fa discutere al Festival. Trovare una quadra tra giuria di qualità e pubblico infatti non è per niente facile.

Quando si è dato troppo peso alla prima infatti, come nel secondo Sanremo di Fazio, gli Avion Travel hanno vinto a discapito della favorita del pubblico, Gerardina Trovato (era il 2000).

Quando invece ad avere più peso è stato il televoto, gli artisti forti di un pubblico giovane e proveniente dai talent show, come Emma, Valerio Scanu e Marco Carta, hanno vinto a mani basse.

Ad oggi non sono trapelate indiscrezioni sul lavoro di questo super team di esperti ma probabilmente a settembre ne sapremo di più al riguardo. Quel che auspichiamo è di vedere nelle possibili giurie di qualità gente che con la musica ci lavora davvero e non attori, presentatrice e opinionisti.

SANREMO 2020 CONDUZIONE E DIREZIONE ARTISTICA

Il Festival di Sanremo 2020 sarà un’edizione importante in quanto la manifestazione festeggerà 70 anni. Il direttore di Rai1, Teresa De Santis, alla vigilia della conclusione dell’ultima edizione aveva ipotizzato una conduzione corale tutta made in Rai, ma da allora non se ne è più parlato.

Nel frattempo tra sogni del popolo del web come Alessandro Cattelan (ancora troppo giovane probabilmente per guidare un evento così importante) e auto candidature (Barbara D’Urso ha dichiarato: “Voglio presentare Sanremo!“) l’unico nome che continua a rimanere in piedi è quello di Amadeus, uno dei volti di punta di mamma Rai.

L’ipotesi Amadeus è sostenuta da molti colleghi. Da Carlo Conti ad Antonella Clerici passando per Fiorello, in molti hanno spesso molte parole a suo favore. Eppure l’impressione è stata che qualcuno in casa Rai non fosse ancora convinto della scelta. Ma sembra che le cose siano cambiate.

Quel che ad oggi sembra certo è che Amadeus non ricoprirà in ogni caso il ruolo di Direttore artistico. Il suo manager, Lucio Presta vorrebbe, ma la Rai sembra essere orientata verso nomi più autorevoli.

Tramontata l’ipotesi Carlo Conti, che preferisce preservarsi per un suo futuro ritorno tra gli addetti ai lavori sono circolati diversi nomi come quello di Tony Renis (che ha già ricoperto questa carica nel 2004), Michele Torpedine (manager de Il Volo e Andrea Bocelli) e di Massimo Bonelli, direttore artistico e organizzatore del Concerto del Primo Maggio Roma.

Il problema del Festival di Sanremo però sta nel suo delicato equilibrio tra le parti: la Rai, le case discografiche e i cantanti.

Chi va a guidare una manifestazione di questo tipo deve necessariamente essere lontano da queste dinamiche, non tacciabile di conflitto di interessi visto anche il caos generato dalla gestione Baglioni / Salzano.

Pur non volendo assolutamente mettere in dubbio la buona fede dei nomi sopra citati, il rischio potrebbe esserci.

E allora si è arrivati al colpo di genio. L’unico nome che ha un’autorità tale unita ad una conoscenza della musica e dei suoi meccanismi da essere la scelta perfetta, semmai concretizzabile: Mina.

La cantante metterebbe d’accordo tutti in quanto donna di esperienza (e sarebbe la prima donna a ricoprire questo ruolo), con un forte carattere e poco incline a pressioni da qualsiasi tipo di potere.

Inoltre Mina rimane una delle poche artiste con una costante attenzione al mondo dei giovani. Per farvi capire è un’artista che ascolta qualsiasi demo o provino le venga mandato e che nei suoi dischi ha scelto canzoni che le piacevano e mai in base al nome di chi le avesse composte. Sopratutto parliamo di un’artista fuori da ogni possibile sospetto di conflitto di interessi.

Certo bisognerebbe riuscire a convincerla e, sopratutto stare ai suoi termini, senza imposizioni.

L’altro nome che sta girando in queste ultime ore, secondo quanto dichiarato da Tv Blog, è quello di Mogol, altro mostro sacro della musica italiana. L’unico problema del maestro potrebbe stare nella rigidità dei suoi gusti e delle sue scelte, a volte poco contemporanee.

Mogol infatti ha le idee molto chiare riguardo a quello che, secondo lui, è fatto bene e cosa no. Ma come tutti può anche sbagliare… come fa notare il sito Spetteguless il Maestro lo scorso anno giudicò Soldi di Mahmood con queste parole “La canzone è carina e lui mi sembra un ragazzo umile, forse il testo si potrebbe migliorare“.

E questo giudizio soggettivo ci potrebbe anche stare se non fosse che giusto qualche anno prima lo stesso Mogol ha osannato Luca era Gay di Povia dandole un premio e definendola testualmente con queste parole:

…una poesia che non nasce dall’ispirazione talentuosa ma dall’esposizione di una verità quotidiana. Povia ha intinto la penna in un inchiostro molto simile al sangue, abbiamo selezionato altre grandi canzoni, ma ‘Luca era gay’ è l’unica che mi ha chiuso la gola. Che mi ha commosso…“.

Non so a voi, ma pur rispettando il Maestro in quanto uno dei capisaldi della musica italiana, questi presupposti uniti ad alcune sue composizioni degli ultimi anni, mi fanno venire diversi dubbi.

IL DILEMMA AREA SANREMO

Altra questione che non può passare in secondo piano e di cui la Rai dovrà necessariamente occuparsi è quella di Area Sanremo, l’unico concorso in grado di garantire dei posti nel cast di Sanremo Giovani.

Negli anni il nome è cambiato (Accademia di Sanremo, SanremoLab…) ma nel corso degli anni spesso ci sono state polemiche riguardo alla manifestazione.

Negli ultimi due anni non sono mancate le critiche e il nostro sito in primis si è schierato contro le modalità di organizzazione del concorso (vedi qui).

Non giriamoci intorno, Area Sanremo serve al Comune di Sanremo. Parliamo di una manifestazione che in un periodo di “magra”, tra settembre e novembre, porta centinaia di ragazzi nella città dei fiori per diversi giorni, con conseguenti benefici per alberghi, ristorazione etc etc…

Su questo nulla da contestare, ma l’organizzazione va curata nel dettaglio e dopo le polemiche degli scorsi anni forse è il caso di abbandonare la formula dei casting itineranti in quanto ingestibile e incontrollabile da chi sul Festival ci mette la faccia.

Quel tipo di formula è creata non per portare Area Sanremo più vicino ai giovani talenti ma per creare gemellaggi con scuole di canto, aumenti di iscrizioni (e di conseguenza di quote di iscrizione per le diverse fasi, dalle selezioni alle eliminatorie regionali) creando una rete di interessi difficile da monitorare.

Area Sanremo si deve svolgere a Sanremo e deve essere affidata a persone che trattano la musica, che con i giovani hanno a che fare e che conoscono le esigenze e la situazione legata alla musica emergente in Italia. Magari con una giuria di sole tre persone che si prendano la responsabilità delle proprie scelte mettendoci la faccia.

Un nome perfetto ci sarebbe e noi vogliamo dirlo chiaramente senza nessuna paura che possa sembrare una sviolinata. I nostri lettori ci conoscono e sanno che ci esponiamo solo sulle cose e sulle persone in cui crediamo e per cui proviamo stima, conflitti di interessi qui non ne esistono.

Il nome perfetto per noi è quello di Franco Zanetti, ex discografico di lungo corso e Direttore di Rockol, un uomo con una lunga carriera alle spalle capace di organizzare un contest per autori (Genova x voi, da cui sono usciti tra gli altri Federica Abbate ed Emanuele Dabbono) in cui addirittura i finalisti non pagano nemmeno l’alloggio.

Giusto per farvi capire come si organizza un contest che è realmente dalla parte dei giovani artisti.

Ma Franco soprattutto, e questo conta sopra ogni cosa, è un professionista che non ha mai avuto conflitti di interessi, che ha caldeggiato artisti negli senza mai avere contratti, benefici economici o rapporti lavorativi con loro.

Un uomo pronto a mettersi in discussione ma che rimanda a casa un artista senza troppi giri di parole se questi non ha realmente qualcosa da dire, quote di iscrizioni o no.

E Franco nella commissione artistica di Area Sanremo ci è già stato e ha caldeggiato sempre il fatto che la votazione dei giurati fosse trasparente e resa nota a tutti.

Non lo hanno mai ascoltato e non lo hanno riconfermato l’anno successivo. Per dire…


In Copertina

Amici Speciali Irama è il vincitore della maratona musicale di Maria De Filippi

Testa a testa in finale tra Michele Bravi e il cantautore già vincitore di Amici 17.

Irama, il testo del toccante monologo scritto dall'artista sulla morte di George Floyd in America (testo e video)

Quella con cui Irama ha chiuso la gara è un'esibizione che ha scatenato una standing ovation in studio.

Classifiche di Vendita FIMI settimana #23: Lady Gaga subito prima in album e vinili. Irama resiste in vetta ai singoli

Le sorprese della settimana sono Dani Faiv ed Emanuele Aloia.

Fedez riprende la hit di Robert Miles, "Children", per lanciare "Bimbi per strada"

La super hit mondiale di Miles è il tappeto sonoro su cui si appoggeranno le barre del rapper.

Classifica Radio Earone Settimana #23: Ghali ancora primo, ma Tommaso Paradiso ed Elodie incalzano

La prima classifica radio Earone del mese di giugno premia la musica italiana. La Top 5 è occupata da brani di artisti di casa nostra. Di J-Ax la più alta nuova entrata.

Le pagelle del critico musicale ai nuovi singoli italiani in uscita il 5 giugno 2020

Questa settimana Tiziano Ferro & Jovanotti, Nina Zilli & Nitro e, come sempre tanti emergenti.

Amici Speciali: nel giorno della finale ecco i Top & Flop dei cantanti in gara

Chi, tra i cantanti in gara, sta ottenendo i risultati più stupefacenti.

Marco Mengoni: torna il cantautore, in arrivo la cover di Pino Daniele

Mengoni sta tornando con un brano per il progetto "I love my radio". L'ultimo singolo dell'artista, "Duemila volta", risale ad ottobre 2019.

Concerti 2020: ecco i nuovi calendari fissati per il 2021 e i live annullati

Una guida in costante aggiornamento ai tour, festival ed eventi del 2020 annullati e le nuove date di quelli spostati al 2021.

"Fondo Covid-19 sosteniamo la musica" ecco tutti i dettagli e il form per richiedere aiuti concreti

L'iniziativa servirà per aiutare musicisti e professionisti del settore musicale italiano in questo momento di crisi globale.

404 Copyright Not Found: una petizione SIAE per tutelare gli autori, firmala ora!

Da lunedì 18 maggio è disponibile 404 Copyright Not Found, una petizione SIAE lanciata per tutelare gli autori e i loro diritti.

Release Date 2020: tutti i singoli italiani in uscita durante l'anno

Da gennaio a dicembre, tutti i brani italiani in uscita settimana per settimana.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale Fabio Fiume

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2020

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Intervista a Mariella Nava, che il caso ha portato fin dove non erano arrivati nemmeno i sogni

Una lunga intervista per ripercorrere, tra aneddoti e curiosità, la lunga carriera della cantautrice.

Videointervista a Random: “Sono riuscito a combattere e sconfiggere le paranoie”

"Montagne Russe" è l'Ep d'esordio di Random. 8 tracce in cui l'artista reduce da Amici Speciali racconta sé stesso senza filtri.

Videointervista a Colapesce e Dimartino: “La mortalità è un concetto oggettivo”

"I Mortali" è il nuovo album di Colapesce e Dimartino. 10 tracce tra cui il duetto con Carmen Consoli in "Luna Araba".

Videointervista a Sergio Sylvestre: “Il mio lockdown è stato molto creativo”

E' uscito "Story of my life", il nuovo singolo di Sergio Sylvestre che per l'occasione ha costruito un ponte virtuale con la Giamaica, collaborando con Alborosie.

Videointervista ai Perturbazione: “(dis)amore, un disco in cui ognuno può metterci il proprio vissuto”

E' uscito il nuovo album dei Perturbazione (dis)amore. Ecco l'intervista di presentazione del progetto con il cantante Tommaso Cerasuolo.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Ripartono i concerti in Veneto per volere del Governatore Zaia. È la scelta giusta?

Concerti 2020. Il Veneto, guidato dal Governato Luca Zaia, riparte ufficialmente con la musica live. Dal concerto dei Nomadi ad una rassegna musicale al Castello di Villafranca.È infatti notizia del 31 maggio che a Villafranca, in Veneto, la musica live non si ferma e così la musica del Castello per cui di sta preparando una...

News

Irama, il testo del toccante monologo scritto dall'artista sulla morte di George Floyd in America (testo e video)

Quella con cui Irama ha chiuso la gara è un'esibizione che ha scatenato una standing ovation in studio.

Manuel Aspidi: il nuovo singolo "Last Call" è un inno in difesa della natura

Il brano esce in occasione della Giornata Mondiale dell'Ambiente e il suo ricavato sarà devoluto al WWF.

Amici Speciali Irama è il vincitore della maratona musicale di Maria De Filippi

Testa a testa in finale tra Michele Bravi e il cantautore già vincitore di Amici 17.

Psicologi a Rock in Roma: fissata per il giugno 2021 la nuova data

Proseguono i lavori per la compilazione del calendario dell'edizione 2021 di Rock in Roma. E' ora stato fissato il concerto del duo rap Psicologi .

Le Vibrazioni e l'amore per un mondo migliore: arriva "Per fare l'amore"

Le Vibrazioni annunciano l'uscita del nuovo singolo: Per fare l'amore.Da venerdì 12 giugno arriverà in radio e sarà disponibile in streaming e digital download Per.

Chiara Galiazzo annuncia il nuovo disco, ecco tracklist e autori

Il disco è stato anticipato da due brani, in arrivo il nuovo singolo.

Ambra Angiolini protagonista del video di "Mi manca" di Bugo feat. Ermal Meta

Fuori il video che vede alla regia Eros Galbiati.

La musica nell'epoca del Covid-19 riprende con tre live di Max Gazzè

Tre concerti all'Auditorium di Roma per far ripartire la musica italiana.

Fedez riprende la hit di Robert Miles, "Children", per lanciare "Bimbi per strada"

La super hit mondiale di Miles è il tappeto sonoro su cui si appoggeranno le barre del rapper.

Classifica Radio Earone Settimana #23: Ghali ancora primo, ma Tommaso Paradiso ed Elodie incalzano

La prima classifica radio Earone del mese di giugno premia la musica italiana. La Top 5 è occupata da brani di artisti di casa nostra. Di J-Ax la più alta nuova entrata.

Amici Speciali: nel giorno della finale ecco i Top & Flop dei cantanti in gara

Chi, tra i cantanti in gara, sta ottenendo i risultati più stupefacenti.

Machete Aid on Twitch: 12 ore in live streaming a supporto del settore musicale italiano

Venerdì 5 giugno alle 15 prenderà il via Machete Aid on Twitch, la maratona musicale e solidale organizzata dalla crew Machete con tanti ospiti.

Colapesce e Dimartino: il racconto dell'album “I Mortali” track by track

Il 5 giugno è il giorno dell'uscita del nuovo album di Colapesce e Dimartino I Mortali. Così i cantautori raccontano il nuovo lavoro traccia per traccia.

Random in "Montagne russe" anche duetti con Emis Killa ed Ernia

Otto tracce, tra cui diverse hit, nel primo progetto del cantautore.

Marco Mengoni: torna il cantautore, in arrivo la cover di Pino Daniele

Mengoni sta tornando con un brano per il progetto "I love my radio". L'ultimo singolo dell'artista, "Duemila volta", risale ad ottobre 2019.

News
dalla discografia

Federica Camba: rinnovata la collaborazione con Warner Chappell Music Italiana

Decreto rilancio: dimenticate misure di emergenza per settore cultura negozi di dischi, industria discografica ed Editori musicali

"Fondo Covid-19 sosteniamo la musica" ecco tutti i dettagli e il form per richiedere aiuti concreti

FIMI al Senato: approvare con urgenza la Direttiva sul Copyright

Assomusica: Vincenzo Spera confermato come Presidente

Ecco come Spotify, con Music Innovation Hub, proverà a sostenere l'industria musicale italiana

Rubriche

Pagelle Nuovi singoli

Le pagelle del critico musicale ai nuovi singoli italiani in uscita il 5 giugno 2020

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 5 giugno

Sondaggi

Amici Speciali - Sondaggio: in attesa della finale scegli il tuo vincitore!

Testo & ConTESTO

AMICI SPECIALI: TESTO & CONTESTO sugli inediti degli artisti in gara

W la mamma

Da Tiziano Ferro ad Amici, cara discografia ogni scusa viene buona per dichiararsi perdenti?

La mosca Tzè Tzè

Fedez, il Codacons e le campagne di raccolta fondi

L'ANALISI

Analisi Sanremo 2020: ecco come Diodato ha conquistato la vittoria

Emergenti

Ginevra pubblica "Sconosciuti", una canzone sull'amore nelle metropoli

Allafineguglielmo: la curiosità di conoscersi nel nuovo singolo “Balconi”

Anteprima Video: la paura di crescere nel nuovo singolo “Cosa resterà?” dei Réclame

Nahaze: una serie di riflessioni che partono dalla quotidianità nel nuovo singolo “Wasted”

Rich Meyer: in arrivo “Sorridi”, il primo singolo cantato in italiano, inno alla positività

Sara Galimberti e Papik: fuori la cover del brano di Lucio Battisti “I giardini di marzo”

Classifiche di Vendita FIMI settimana #23: Lady Gaga subito prima in album e vinili. Irama resiste in vetta ai singoli

Classifica Radio Earone Settimana #23: Ghali ancora primo, ma Tommaso Paradiso ed Elodie incalzano

Certificazioni FIMI settimana #22: arriva l'atteso disco d'oro per "Chega" di Gaia

Classifica Spotify Settimana #22: DrefGold e Emanuele Aloia in vetta, ma Irama si avvicina

Classifiche di vendita Fimi Settimana #22: Drefgold e Irama sbaragliano la concorrenza

Classifica Radio Earone Settimana #22: Ghali guida un podio tutto tricolore

Recensioni

Ghemon: "Scritto Nelle Stelle" e con una grafia bella chiara e leggibile… anche per altre voci svogliate

Francesca Michielin: Feat e il suo stato di natura… ribelle.

Diodato – Che Vita Meravigliosa… se sai osservarla, capirla, viverla

Elodie This Is Elodie: Ante dell’armadio aperte, ecco tutto il suo guardaroba.

Marracash Persona: recensione di uno dei migliori dischi rap degli ultimi 10 anni

Tiziano Ferro Accetto Miracoli: Venti di cambiamento per un artista che si ha ancora il piacere di attendere… ancora ed ancora.

Video

Random Intervista Montagne Russe

Nek Intervista Diretta Instagram

Nina Zilli Intervista Schiacciacuore

Arisa Intervista Nucleare

Colapesce e Dimartino Intervista I Mortali

Luna Intervista Diretta Instagram

Bugo Intervista Diretta Instagram

Sergio Sylvestre Intervista Story Of My Life

Perturbazione Intervista (Dis)amore

Dani Faiv Intervista Scusate se esistiamo

Davide Van De Sfroos Intervista Diretta Instagram

Pierdavide Carone Intervista Diretta Instagram