Il caso AMOROSO: coach di Amici? Dite la vostra nel nostro sondaggio

amoroso

Sabato sera Alessandra Amoroso è stata ospite della sua “mamma acquisita”, Maria De Filippi, a “C’è posta per te” e lo share del programma durante la sua apparizione, nonostante sia avvenuta solo alle ore 23, è balzato dal 15 al 27% confermando la grande popolarità dell’artista salentina.

Maria le potenzialità di Alessandra le ha comprese da subito e infatti oltre ad averla sempre sostenuta sin dall’inizio della sua carriera, durante una puntata pomeridiana dell’edizione di “Amici” attualmente in onda ha annunciato: “Alessandra l’anno prossimo sarà direttore artistico di Amici” in presenza della cantante che è apparsa sorpresa, visibilmente imbarazzata e poco convinta. L’Amoroso infatti ha più volte dichiarato nel corso dello scorso anno che, al contrario della collega Emma Marrone, non si sentisse ancora pronta per mettersi in cattedra e insegnare qualcosa ad altri ragazzi. Sicuramente un pensiero comprensibile e che fa onore all’Amoroso, ma qualcosa ci fa intuire che anche questa volta la De Filippi l’avrà vinta.

Ma questa esperienza non rischia di danneggiare il percorso artistico di Alessandra con un’ulteriore esposizione televisiva all’interno del programma a cui è ormai costantemente legata? A noi onestamente il dubbio viene…

Alessandra ha dimostrato in questi anni di essere un personaggio in grado di camminare con le proprie gambe e che necessiterebbe di staccarsi dal programma che l’ha lanciata seguendo un percorso artistico meno televisivo e più musicale, ne guadagnerebbe sicuramente in credibilità. Dopo la vittoria nell’ottava edizione dello show di Canale 5, oltre alle comprensibili ospitate promozionali, l’abbiamo vista sul palco di Sanremo per duettare con i colleghi di talent Valerio Scanu ed Emma, è stata poi inserita nel circuito Big della decima edizione di Amici, che ha poi vinto ottenendo la possibilità di tenere un concerto all’Arena di Verona, ora spunta la richiesta di tornare nel programma nel ruolo di coach. Insomma, sembra proprio che Alessandra non riesca a staccarsi dal cordone ombelicale. Per sua scelta o per conto del team che la segue ormai da anni? Questo non è chiaro.

E voi cosa ne pensate? Credete che diventare coach nella nuova edizione di “Amici” sia giusto e possa portare un valore aggiunto alla carriera di Alessandra o pensate che sia un’esperienza da evitare ed è meglio che continui il suo percorso artistico in altro modo?

A voi la parola nel nostro sondaggio.

  
segui su: